5 prodotti falliti e le loro ragioni

[ad_1]

Le grandi aziende lanciano innumerevoli nuovi prodotti ogni anno. Alcuni di questi prodotti hanno molto successo, come l’iPhone. Tuttavia, non tutte le nuove strategie o il lancio di prodotti vanno così bene, anche se dietro c’è un’azienda ben nota. Ecco i cinque maggiori fallimenti dei prodotti e fallimenti delle grandi aziende.

1. Nuova Coca Cola

La New Coke è spesso citata come l’ultimo esempio di uno dei più famosi fallimenti di prodotto e di marchio di tutti i tempi. La Coca-Cola Company ha lanciato la nuova Coca-Cola a metà degli anni ’80 per aiutare l’azienda a rimanere davanti ai suoi concorrenti nella cosiddetta “Guerra della Coca”. Al contrario, infastidirà solo i consumatori.

L’amministratore delegato della società, Richard Laermer, ha dichiarato: “Utilizzando questo approccio di cattivo gusto, sembra che i normali bevitori di cola non siano importanti per l’azienda, quindi hanno iniziato a resistere”. RLM PR, Una società di pubbliche relazioni di New York City, autrice di “2011: Trend Forecast for the Next Decade”.

La nuova Coca Cola è stata abbandonata nel giro di poche settimane e la versione originale è stata successivamente resuscitata come “Classic Coke”.

2. Pepsi di cristallo

Pepsi ha introdotto questa Coca-Cola chiara nei primi anni ’90. A differenza di altre bevande gassate chiare, questa bevanda gassata non ha il sapore di limone o lime, ma non ha il normale sapore di cola. Nonostante il blitz molto costoso nei media, questa soda trasparente non è diventata popolare.

“La Pepsi ha perso centinaia di milioni di dollari sulla speculazione e non si è mai ripresa completamente”, ha detto Lalmer. “Questo è un errore e i concorrenti stanno ancora imparando: non modificare i colori accettabili!”

3. Arco di lusso

McDonald’s ha lanciato questo nuovo hamburger in una campagna pubblicitaria su larga scala nel 1996 con un costo stimato di almeno 150 milioni di dollari. L’azienda lo vende ai consumatori come un’opzione più sofisticata, sperando di attirare gli adulti. I fatti hanno dimostrato che il cibo squisito per adulti non è necessariamente popolare tra le folle dei fast food.

Uno proverbio La storia del 1998 di annunciare l’imminente fine di “The sfortunato Arch Deluxe” sembra suggerire che Amburgo dovrebbe essere presto rimossa dal menu. Un tipo New York Times La storia alla fine del 1997 elencava Arch Deluxe come il principale fattore che portava alla mancata crescita finanziaria di McDonald’s nel trimestre precedente. D’altra parte, il panino McRib dell’azienda, un panino composto da pasticci di maiale e salsa barbecue, recentemente rilanciato per un periodo di tempo limitato, è stato un prodotto popolare e ha coltivato un seguito fedele.

4. Ben Gay Aspirina

Avere un grande nome dietro un nuovo prodotto non garantisce il successo, e talvolta diventa addirittura un ostacolo, soprattutto quando il brand è troppo legato a un singolo prodotto o immagine. Ben-Gay è noto per il suo odore e calore unici e forti quando la crema analgesica viene a contatto con la pelle.

Sfortunatamente, gli attributi di Ben-Gay non corrispondono al prodotto di aspirina dell’azienda originariamente lanciato da Pfizer. Il marchio Ben-Gay è così strettamente correlato alla crema bruciante che molti consumatori non sopportano l’idea di ingoiare l’aspirina Ben-Gay. Di conseguenza, il prodotto non è riuscito.

5. Zune

Microsoft ha introdotto per la prima volta questo lettore multimediale portatile nel 2006, seguito da diversi dispositivi di nuova generazione. Zune deve affrontare diverse sfide importanti: l’inevitabile confronto con l’iPod che domina il mercato dei media portatili e il fatto che il suo software è disponibile solo per Windows (finora). In un rapporto finanziario relativo al trimestre fiscale conclusosi a dicembre 2008, Microsoft ha dichiarato che le entrate di Zune sono diminuite del 54%, ovvero 100 milioni di dollari.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *