A causa del Covid, questo titolo è aumentato vertiginosamente. Perché i benefici possono continuare.

[ad_1]

Nella prima metà del 2021, la domanda di guanti, mascherine e indumenti protettivi continuerà a superare l’offerta.

Robert Heradier/Getty Images

Un produttore chimico britannico che produce lattice per guanti medici ha ottenuto buoni risultati durante la pandemia a causa dell’aumento della domanda di dispositivi di protezione individuale.

Le azioni della società quotate nel Regno Unito (codice azionario: SYNT.UK) sono aumentate di oltre il 70% negli ultimi 12 mesi, molto più avanti del suo rivale, l’aumento del 22% di BASF e della società con sede nel Regno Unito.

Un aumento del 53%.

Poiché si prevede che Synthomer guadagnerà più quote di mercato, è probabile che questo guadagno continui. La società con sede nell’Essex ha una capitalizzazione di mercato di 2,29 miliardi di sterline (3,14 miliardi di dollari) e opera in 21 paesi. Oltre al lattice, produce anche prodotti come adesivi per pavimenti e materiali utilizzati per vernici, nastri da imballaggio e schiuma per materassi. Ma il lattice è sempre stato un enorme motore di crescita.

Nella prima metà del 2021, la domanda di guanti, mascherine e indumenti protettivi continuerà a superare l’offerta. L’aumento dei prezzi ha aiutato l’Ebidta di Synthomer a più che triplicare a 323 milioni di sterline. Il lattice di nitrile (un materiale utilizzato nei DPI) ha margini di profitto più elevati, favorendo ulteriormente ottime prestazioni.

Sebastian Bray, analista presso l’agenzia di brokeraggio Berenberg, stima che questo abbia rappresentato più della metà dei guadagni del primo semestre 2021 di Synthomer e ha riportato guadagni più che quadruplicati rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Anche se la campagna vaccinale ha ridotto l’impatto della pandemia, il Covid-19 non scomparirà. Il mercato complessivo dei guanti e delle materie prime per DPI (inclusi gomma naturale e lattice) è di circa 5 milioni di tonnellate all’anno a livello globale; la produzione di Synthomer è di sole 440.000 tonnellate.

Bray ha dichiarato che la società aumenterà la capacità produttiva e produrrà ulteriori 200.000 tonnellate all’anno entro il 2024. Ma anche così, può controllare solo circa il 4% del mercato totale, quindi ci sono molti affari da vincere.

Jolyon Wellington, analista del broker Peel Hunt, stima che un aumento della produzione di 200.000 tonnellate aumenterà l’Ebitda di 53 milioni di sterline e aumenterà il fatturato totale di Synthomer da 259 milioni di sterline nel 2020 a 428 milioni di sterline nel 2025. Ritiene che ciò possa aumentare la riduzione della partecipazione del 30% a £7.

Ad un prezzo recente di 5,40 sterline, il rapporto prezzo-utili del titolo è 9,2 volte gli utili previsti di quest’anno, che è del 60% inferiore rispetto ai suoi concorrenti.

La dinamica del mercato del lattice è chiaramente vantaggiosa per il prezzo delle azioni. “[The] L’analista di Jefferies Jaroslaw Pominkiewicz ha affermato che il mercato del lattice di nitrile è esaurito. “Anche se abbiamo in programma di completare diverse espansioni del lattice di nitrile nei prossimi anni, prevediamo che la produzione incrementale sarà facilmente assorbita.” L’unica cosa da notare è che è improbabile che i margini di profitto rimangano così alti perché anche i concorrenti stanno aumentando la produzione.

Lo ha detto il presidente della società Caroline Johnstone di Barron In una dichiarazione: “Synthomer ha una strategia comprovata e un solido bilancio, che rafforza la nostra fiducia che possiamo continuare a mantenere il buon ritmo del gruppo e portare una crescita a lungo termine e forti ritorni ai nostri azionisti”.

L’azienda ha buone prospettive anche in altri settori. I suoi prodotti da costruzione come i materiali impermeabili possono essere potenziati dall’avanzamento dell’urbanizzazione e i materiali utilizzati per mantenere asciutti i pannolini possono essere fortemente richiesti dall’invecchiamento della popolazione.

Synthomer sta crescendo anche attraverso acquisizioni. Ha acquisito il concorrente statunitense Omnova Solutions nel 2020 e dispone di una grande quantità di fondi. Per quanto riguarda Pominkiewicz, spera di fare una “acquisizione di trasformazione” entro la fine dell’anno.

e-mail: editors@barrons.com

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *