A causa della continua esistenza della serie di prezzi rialzisti, la coppia NZD/USD è rimbalzata sopra la media mobile a 200 giorni – shareandstocks.com

[ad_1]

Punti di discussione sul dollaro neozelandese

Dollaro neozelandese / dollaro USA Dopo una serie di dati contrastanti rilasciati dagli Stati Uniti, il tasso di cambio ha raggiunto un nuovo massimo (0,7095) la prossima settimana e il tasso di cambio potrebbe continuare a ritirarsi verso la tendenza al ribasso. Decisione sui tassi di interesse della Fed Perché continua una serie di alti e bassi più alti dall’inizio di questa settimana.

A causa della continua esistenza della serie di prezzi rialzisti, la coppia NZD/USD è rimbalzata sopra la MA . a 200 giorni

Dollaro neozelandese/dollaro Americano Dopo essere sceso al di sotto della media mobile per la prima volta da marzo 2020, il tasso di cambio è rimbalzato al di sopra della media mobile a 200 giorni (0,7043). Con il rilascio di nuovi dati, il tasso di cambio potrebbe rimbalzare maggiormente nel resto del mese e continuano a indebolire l’economia.

L’aggiornamento dell’indice dei prezzi della spesa per consumi personali (PCE) ha mostrato che la lettura complessiva ad aprile è salita dal 3,6% al 3,9% all’anno, mentre l’indicatore di inflazione preferito dalla Fed è cresciuto dal 3,1% al 3,4% nello stesso periodo.Tuttavia, la spesa personale negli Stati Uniti è rimasta inaspettatamente piatta dopo un aumento dello 0,9% nel mese precedente e i dati contrastanti potrebbero incoraggiare Comitato federale del mercato aperto Open Il Federal Open Market Committee (FOMC) manterrà le attuali linee guida di politica monetaria poiché la banca centrale è pronta a rispondere a un breve aumento dell’inflazione.

Poiché i funzionari della Fed si aspettano due aumenti dei tassi di interesse nel 2023, resta da vedere se il FOMC adeguerà gradualmente le sue indicazioni prospettiche nei prossimi mesi, ma sembra che la banca centrale si atterrà allo stesso copione nella sua prossima decisione sui tassi di interesse il 28 luglio, il presidente Jero Jerome Powell ha promesso di “notificare in anticipo prima di annunciare eventuali modifiche ai nostri acquisti”.

Fino ad allora, la coppia NZD/USD potrebbe continuare a ritirarsi dopo la decisione del tasso di interesse della Fed, poiché continua la serie dei prezzi rialzisti all’inizio della settimana, ma il recente rimbalzo del tasso di cambio ha stimolato un cambiamento nel sentimento al dettaglio, come visto L’atto all’inizio di quest’anno.

Immagine del sentimento dei clienti IG nei confronti del tasso di cambio dollaro neozelandese/dollaro USA

Questo Rapporto sul sentiment dei clienti IGIG Mostra che il 49,12% dei trader è attualmente long netto NZD/USD e il rapporto tra posizioni short e long è 1,04:1.

Il numero di posizioni lunghe nette è diminuito del 10,23% rispetto a ieri e del 12,03% rispetto alla scorsa settimana; il numero delle posizioni corte nette è aumentato del 2,25% rispetto a ieri e del 6,35% rispetto alla scorsa settimana. Il calo delle posizioni lunghe nette può essere una funzione del comportamento di presa di profitto, poiché il dollaro neozelandese è stato scambiato a un nuovo massimo settimanale (0,7095) contro il dollaro USA e l’aumento dell’interesse corto netto ha contribuito a guidare un cambiamento nel sentimento al dettaglio, che era il 56,51% dei trader.Il 15 giugno, apri una posizione lunga netta su questa coppia di valute.

Detto questo, il recente rimbalzo del dollaro/dollaro neozelandese potrebbe coincidere con il cambiamento del sentiment al dettaglio, imitando in gran parte il comportamento dell’inizio di quest’anno. Mentre la decisione sui tassi di interesse della Fed continua, il tasso di cambio potrebbe continuare a ritirarsi. Alti e minimi più alti a partire da questa settimana.

Grafico giornaliero del tasso di cambio dollaro neozelandese/dollaro statunitense

Immagine del grafico giornaliero del tasso di cambio dollaro neozelandese/dollaro USA

fonte: Visualizzazione delle transazioni

  • Ricorda, poiché la coppia NZD/USD è scesa al di sotto della media mobile a 50 giorni (0,7177) per la prima volta da novembre, il modello testa e spalle è apparso nel primo trimestre del 2021, da quando il tasso di cambio è sceso a giugno a un nuovo minimo nel 2021 (0,6923) , Il massimo annuale (0,7465) sarà una correzione di una tendenza più ampia o un cambiamento nel comportamento del mercato.
  • Dopo che la coppia NZD/USD è scesa al di sotto della media mobile per la prima volta da marzo 2020, è salita al di sopra della media mobile a 200 giorni (0,7043) e il tasso di cambio è rimbalzato. Indice di forza relativa (RSI) Fuori dall’area di ipervenduto, è sceso brevemente sotto i 30.
  • Tuttavia, l’RSI potrebbe indicare che il recente rimbalzo NZD/USD si sta indebolendo, poiché ha tracciato la tendenza al ribasso all’inizio di quest’anno e non è riuscito a rompere/chiudere da 0,7070 (espansione del 61,8%) a 0,7110 (espansione del 38,2%) vicino a Fibonacci. Da 0,6940 (espansione del 50%) a 0,6960 (ritracciamento del 38,2%) della linea di sovrapposizione di Naqi ha ricevuto nuovamente attenzione.
  • Tuttavia, la rottura/chiusura sopra la sovrapposizione di Fibonacci vicino a 0,7070 (espansione del 61,8%) a 0,7110 (espansione del 38,2%) potrebbe spingere la coppia NZD/USD verso la media mobile a 50 giorni (0,7177) e la prossima area di interesse sarà a 0,7260. (espansione) vicino a un’espansione del 78,6%), quindi da 0,7320 (espansione del 23,6%) a 0,7350 (espansione del 23,6%) dell’area.

— Scritto dallo stratega valutario David Song

Seguimi su Twitter @DavidJSong

leggi di più

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *