A causa della crescita e delle preoccupazioni per il Covid, le scorte scendono di nuovo

[ad_1]

Poiché il futuro della politica monetaria statunitense e le preoccupazioni sulla crescita globale legate alla pandemia di Covid-19 hanno pesato sul mercato azionario, giovedì il mercato azionario statunitense è sceso di nuovo.

Il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti ha dichiarato giovedì che il numero di richieste di disoccupazione iniziali è sceso a 348.000 la scorsa settimana, un minimo record, migliore delle previsioni degli economisti. Dopo l’annuncio del numero di richieste di disoccupazione iniziali, il calo dell’indice principale si è attenuato.

Nonostante ciò, il mercato azionario mostra ancora preoccupazioni per l’economia. I dati di FactSet mostrano che circa la metà delle azioni dell’S&P 500 è scesa e le azioni di valore i cui guadagni sono più sensibili ai cambiamenti nella domanda economica sono in ritardo rispetto ai principali indici.

Dopo che l’indice Standard & Poor’s 500 è sceso di oltre l’1% mercoledì, il suo più grande calo di un giorno in un mese, gli investitori presteranno molta attenzione alla ripresa del mercato azionario statunitense. Gli analisti hanno sottolineato che quando il mercato ha iniziato a operare giovedì, la narrativa del giorno di negoziazione precedente è rimasta sostanzialmente invariata.

Le preoccupazioni si sono concentrate principalmente sui chiarimenti emersi dai verbali della riunione di luglio del Comitato per la politica monetaria della Federal Reserve. Anche le preoccupazioni più ampie sulla crescita economica globale, soprattutto di fronte alla variante più contagiosa del Delta del Coronavirus, hanno smorzato il sentimento degli investitori.

Verbale della riunione del comitato federale per il mercato aperto Suggerisci che la banca centrale possa iniziare Rallenta i suoi acquisti mensili di asset su larga scala-Una misura dell’era della pandemia per aumentare la liquidità nei mercati finanziari, già quest’anno.

“Gli investitori sono preoccupati che la banca centrale si stia preparando ad inasprire le politiche questo autunno in risposta al rallentamento economico globale”, ha scritto Tom Essaye, fondatore di Sevens Report Research.

Una spiegazione per il rimbalzo del mercato azionario dopo l’apertura del mercato è che gli investitori si aspettavano che la Fed segnalasse un cambiamento di politica. Pertanto, alcune persone sembrano acquistare sui tuffi. “Questo [Fed minutes] Chris Senyek, chief investment strategist di Wolfe Research, ha scritto che l’annuncio della Fed potrebbe difficilmente cambiare le aspettative di consenso secondo cui la Federal Reserve inizierà a tagliare i tassi di interesse all’inizio del prossimo anno e che il tasso sui fondi federali aumenterà a metà del 2023.

La preoccupazione maggiore è che l’elevata inflazione possa erodere la domanda economica. Le restrizioni di sicurezza su scala globale stanno limitando l’offerta, aumentando i costi di input dell’azienda e costringendola ad aumentare i prezzi di vendita. Secondo i dati di Wolfe Research, storicamente c’è stata una stretta correlazione tra l’inflazione e le sorprese dei dati economici, ma i due sono stati recentemente disaccoppiati; l’indice dei prezzi al consumo è aumentato del 5,4% su base annua, mentre il ciclo economico statunitense ha sorpreso indice è sceso nello stesso periodo.

In Asia, Hong Kong

Hang Seng

Giù del 2,1%, mentre

Indice composito di Shanghai

Giù dello 0,6%, Tokyo

Nikkei 225

È sceso dell’1,1%.Questo

FTSE 100

Londra è scesa dell’1,5% a causa del pan-europeo

Stoke 600

È sceso dell’1,7%.Questo

CAC 40

Parigi ha guadagnato il 2,2%, Francoforte il 2,2%

Dax

È sceso dell’1,6%.

Anche le materie prime sono state colpite. Il rame è uno dei metalli industriali più importanti e un barometro della fiducia dell’economia mondiale: i suoi contratti futures sono scesi di quasi il 3%, estendendo il calo del mese scorso al 10%. Il greggio di riferimento Brent è passato di mano a poco più di 66 dollari al barile, in calo del 3%.

Nvidia

(Codice titolo: NVDA) Il titolo è aumentato dell’1,2% dopo il rapporto profitto A 1,04 dollari USA per azione, ha superato le aspettative di 1,01 dollari USA per azione e le vendite sono state di 6,5 miliardi di dollari USA, superiore ai 6,3 miliardi di dollari previsti.

Macy’s

(M) Il prezzo delle azioni è aumentato del 15% dopo aver riportato un utile per azione di 1,29 dollari USA, superando le aspettative di 19 centesimi per azione, e le vendite di 5,6 miliardi di dollari USA sono state superiori ai 5 miliardi di dollari previsti.

Ingegneria del bagno e del corpo

(BBWI) Il prezzo delle azioni è aumentato del 7,3% dopo il rapporto profitto Con 1,34 dollari USA per azione, ha superato gli 1,05 dollari previsti per azione e le vendite di 1,7 miliardi di dollari USA sono state in linea con le aspettative.

di Cole

(KSS) le azioni sono aumentate del 7,6% e hanno registrato un utile per azione di 2,48 dollari, superando le aspettative di 1,21 dollari per azione.Le vendite sono state di 4,5 miliardi di dollari, superiori ai 4 miliardi di dollari previsti.

illuminazione

(ILMN) le azioni sono scese dell’8,6% Acquisita Grail, un produttore di test per il cancro 7,1 miliardi di dollari.

Scrivi a Jacob Sonenshine jacob.sonenshine@barrons.com

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *