Aggiornamento 1-Il nuovo ministro delle finanze dello Zambia ha dichiarato che l’operazione con il FMI è la chiave per risolvere il problema del debito

[ad_1]

(Aggiungi riferimenti, dettagli, contesto)

Reuters, Lusaka, 29 agosto – Il nuovo ministro delle finanze dello Zambia Situmbeko Musokotwane ha dichiarato in un’intervista trasmessa domenica che raggiungere un accordo con il Fondo monetario internazionale su un piano di prestito è fondamentale perché darà fiducia ai creditori e fornirà al governo più – finanziamento a termine.

Musokotwane è stato nominato venerdì dal neoeletto presidente Hakainde Hichilema, deve affrontare l’arduo compito di cercare di tirare fuori il paese dell’Africa meridionale dalla sua prolungata crisi del debito e si è impegnato a dare priorità ai negoziati con il Fondo monetario internazionale.

Ha detto all’emittente pubblica ZNBC che crede che lo Zambia otterrà il piano del FMI prima della fine dell’anno e poi ristrutturerà il suo debito.

Il governo ha 750 milioni di dollari di obbligazioni europee in scadenza il prossimo anno, ma ha affermato di non poterle rimborsare.

“Non abbiamo soldi da rimborsare. Ecco perché è importante per noi aderire a (a) Fondo monetario internazionale (programma) in modo da poter riprogrammare per non pagare l’anno prossimo. Sono sicuro al 100% che sarà completato”, Egli ha detto.

Lo Zambia, il secondo produttore di rame in Africa, non è riuscito a tenere il passo con la sua solvibilità di oltre 12 miliardi di dollari di debito internazionale e a novembre è diventato il primo default sovrano del continente nell’era del coronavirus.

Ma dopo che Hichilema ha sconfitto l’operatore storico Edgar Lungu con un vantaggio schiacciante questo mese, le obbligazioni in dollari statunitensi del paese e la valuta Kwacha sono aumentate, e si spera che il nuovo governo possa risolvere rapidamente il suo problema del debito.

Tra il debito estero dello Zambia, circa 3 miliardi di dollari sono obbligazioni europee, 3,5 miliardi di dollari sono debiti bilaterali, 2,1 miliardi di dollari sono dovuti a istituti di prestito multilaterali e gli altri 2,9 miliardi di dollari sono debiti di banche commerciali.

Un quarto dell’importo totale è detenuto da cinesi o entità cinesi attraverso transazioni che includono clausole di riservatezza, il che rende particolarmente difficili i negoziati per il sollievo del FMI.

Musokovane ha anche detto a ZNBC che lo Zambia spera di aumentare la sua produzione annua di rame da circa 800.000 tonnellate a 2 milioni di tonnellate entro il 2026.

Ha dichiarato che presenterà un budget entro 90 giorni dal giuramento di Hichilema martedì scorso, in una prospettiva di medio e lungo termine, il suo primo compito è creare posti di lavoro. (Segnalazione di Chris Mfula; Scritto da Alexander Winning; Montaggio di Andrew Heavens e Hugh Lawson)

Per saperne di più

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *