Aggiornamento sul coronavirus: con l’allentamento finale delle regole di Covid, la fiducia degli acquirenti del Regno Unito aumenta

[ad_1]

Un nuovo sondaggio mostra che gli acquirenti britannici sono più fiduciosi del previsto questo mese perché l’allentamento delle regole del coronavirus ha aumentato il loro umore e la volontà di spendere.

La società di ricerca GfK ha dichiarato venerdì che l’indice di fiducia dei consumatori del Regno Unito, un indicatore mensile di come le persone vedono le finanze personali e le prospettive economiche più ampie, è aumentato di 2 punti percentuali a meno 7 a luglio. Ciò mantiene l’indice al di sopra del livello pre-pandemia superato il mese scorso.

I risultati basati sulle interviste condotte nelle prime due settimane di luglio riflettono la decisione del governo di riavviare completamente l’economia il 19 luglio. L’indice di fiducia è più forte dell’8 negativo previsto dagli economisti intervistati da Reuters, e segna un miglioramento quasi ininterrotto rispetto al valore negativo. 28 gennaio.

Joe Staton, direttore della strategia clienti di GfK, ha sottolineato che questo mese c’è stato un salto “drammatico” nell’indice che tiene traccia della convinzione delle persone che questo sia un buon momento per fare acquisti all’ingrosso, riflettendo la “graduale apertura e il rilascio represso di strade commerciali britanniche”. Man mano che le persone tornano a negozi, ristoranti e altri luoghi, la domanda aumenta.

La percezione delle finanze personali da parte dei consumatori è ancora molto alta e, insieme alla crescente disponibilità dei consumatori, indicano che la spesa del Regno Unito si sta riprendendo in modo sano.

Anche se i consumatori sono consapevoli dei rischi per l’economia, l’umore degli acquirenti è migliorato. Le aspettative per la situazione economica complessiva nel prossimo anno sono diminuite di 3 punti percentuali rispetto al mese precedente.

“Le minacce derivanti dall’aumento dei prezzi al consumo, dalle varianti di Covid-19 e dall’aumento del numero di infezioni [and] I programmi di ferie e mantenimento del lavoro stanno per concludersi e potrebbero impedire questo rimbalzo”, ha avvertito Staton.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *