Airbus alza le previsioni dopo la prima metà dell’anno, ma è cauto sul virus Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: il 2 luglio 2020, il logo Airbus è stato fotografato all’ingresso della struttura Airbus a Bougnay vicino a Nantes, in Francia. REUTERS/Stephane Mahe

Autore: Tim Heffer

Parigi (Reuters)-Dopo aver annunciato risultati semestrali migliori del previsto, l’Airbus europeo ha raddoppiato le sue previsioni sugli utili per l’intero anno e ha aumentato le prospettive di consegna dei velivoli, spingendo il prezzo delle azioni fino allo scoppio della crisi del coronavirus. .

Il più grande produttore di aeromobili al mondo ha affermato di aver beneficiato dell’inizio di una ripresa della domanda di viaggi aerei, ma ha avvertito che il tasso di vaccinazione globale irregolare e la diffusione della variante Delta di COVID-19 hanno portato incertezza alla ripresa.

Airbus ha detto che prevede di consegnare 600 velivoli entro il 2021, superiore al suo precedente obiettivo di almeno 566, e raddoppia il suo reddito operativo previsto a 4 miliardi di euro (4,7 miliardi di dollari USA), prevedendo un flusso di cassa libero di 20 miliardi di euro.

Reuters ha riferito mercoledì che dopo aver negoziato soluzioni con compagnie aeree finanziariamente in difficoltà, Airbus consegnerà più di 600 aerei quest’anno, consentendo ad alcune società di posticipare il calcolo delle nuove transazioni di aeromobili nei loro bilanci.

“Il COVID-19 non è ancora finito”, ha detto giovedì ai giornalisti l’amministratore delegato Guillaume Faury.

Ha detto: “Il livello di vaccinazione nelle diverse parti del mondo è molto diverso e non possiamo escludere che ci sarà un altro vaccino dopo la variante Delta, quindi pensiamo che dobbiamo essere molto cauti”, ha aggiunto: “Questo sarà essere una strada dissestata. La strada. Clausole di ripristino”.

Anche così, il titolo dei pesi massimi quotati a Parigi è aumentato del 4,9%, contribuendo a spingere i mercati azionari europei a livelli record.

L’analista di Stifel Harry Breach ha affermato che le forti prospettive riflettono la quota crescente di jet A321neo ad alto margine nelle consegne e la profondità dei tagli ai costi di Airbus, che sta completando i piani relativi alla pandemia per ridurre fino a 15.000 posti di lavoro.

Guidata dalla sua divisione aerospaziale commerciale ed elicotteri, l’utile operativo di Airbus nel secondo trimestre è stato di 2,01 miliardi di euro, rispetto a una perdita di 1,23 miliardi di euro nello stesso periodo dello scorso anno, e le entrate sono aumentate del 70% a 14,18 miliardi di euro.

Nella prima metà dell’anno, Airbus ha registrato un utile operativo di 2,7 miliardi di euro, superando il precedente obiettivo per l’intero anno.

Secondo il consenso preparato dalla società, gli analisti prevedono in media un utile operativo di 1,59 miliardi di euro e un fatturato di 14 miliardi di euro nel secondo trimestre.

Poiché la ripresa dei viaggi nazionali ha promosso la consegna del 737 MAX, la sua rivale Boeing Company (NYSE :) ha annunciato mercoledì il suo primo profitto trimestrale in quasi due anni. Il prezzo delle sue azioni è aumentato del 5%.

Entrambi i produttori di aeromobili stanno affrontando preoccupazioni per la lenta ripresa dei viaggi a lunga distanza. I camioncini sono urgentemente necessari per ripristinare la domanda di jet a fusoliera larga che era diminuita anche prima della crisi.

Airbus ha annunciato il lancio del cargo A350 per spezzare il dominio di lunga data di Boeing nel redditizio ma turbolento mercato dei jet, che ha beneficiato della crescita dell’e-commerce durante la pandemia.

Non ha ancora ricevuto un ordine per il nuovo velivolo e dovrebbe essere consegnato al suo primo cliente nel 2025.

(1 USD = 0,8435 Euro)

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *