Alla riapertura dei negozi, i rivenditori britannici registrano una crescita record nel secondo trimestre Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: gli acquirenti attraversano la strada in Oxford Street a Londra, in Inghilterra, il 14 agosto 2016. REUTERS/Peter Nicholls

David Milliken

LONDRA (Reuters)-Il rivenditore britannico ha riferito che nei tre mesi fino alla fine di giugno le vendite hanno registrato una crescita annua record. Nonostante la diffusa chiusura di negozi a causa della pandemia di coronavirus un anno fa, la crescita ne ha risentito.

Il British Retail Consortium, i cui membri sono spesso grandi catene commerciali e supermercati, ha dichiarato martedì che le vendite nel secondo trimestre del 2021 sono aumentate del 28,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso e del 10,4% rispetto a due anni fa.

L’aumento di anno in anno è il più grande aumento da quando il BRC ha iniziato a registrare nel 1995.

Il CEO di BRC Helen Dickinson ha dichiarato: “La graduale apertura dell’economia del Regno Unito ha promosso il rilascio della domanda repressa”.

Sebbene i supermercati abbiano operato durante la pandemia, i rivenditori “non essenziali” come i negozi di abbigliamento hanno chiuso per la maggior parte di quest’anno e poi hanno riaperto in Inghilterra il 12 aprile. Le date variano in altre parti del Regno Unito.

Le vendite totali nel solo giugno sono aumentate del 13,1% rispetto a due anni fa, mentre il tasso di crescita a maggio è stato del 10,0%. Rispetto allo scorso anno, le vendite totali sono aumentate del 10,4%, al netto delle variazioni di area, con un incremento anno su anno del 6,7%.

Dickinson ha dichiarato: “Quando è uscito il sole nella prima metà di giugno, la moda e le calzature hanno funzionato bene e l’inizio di Euro 2020 ha fornito una spinta per televisione, snack e birra”.

La squadra di calcio maschile dell’Inghilterra ha vinto i Campionati Internazionali della Coppa dei Campioni 2020 e poi ha perso contro l’Italia nella finale di domenica.

I dati rilasciati lunedì all’inizio di luglio hanno mostrato che non c’erano molti acquirenti nell’ultima settimana del torneo.

Il processore di pagamento Barclaycard ha affermato che anche il suo indicatore di spesa dei consumatori è aumentato notevolmente a giugno, l’11,1% in più rispetto a giugno 2019. A maggio, lo stesso indicatore basato su quasi la metà dei pagamenti con carta di credito e debito nel Regno Unito ha mostrato un aumento della spesa del 7,6%.

Rispetto a due anni fa, la spesa per bar e pub è aumentata del 38%, l’aumento maggiore da settembre, e le vendite dei negozi di specialità alimentari e bevande non in franchising sono aumentate del 76%.

“A giugno, i britannici sono tornati in massa nei bar, pub e birrerie all’aperto per guardare le partite di calcio e di tennis sui grandi schermi, perché l’ondata di caldo all’inizio del mese ha incoraggiato molti di noi a uscire al sole e socializzare”, ha affermato Barclay Card. capo dei prodotti di consumo, ha detto Rahir Ahmed.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *