Amazon risarcisce i danni per merci pericolose vendute da commercianti indipendenti

[ad_1]

Aggiornamento sito Amazon

Amazon inizierà a pagare un risarcimento direttamente ai clienti colpiti da prodotti pericolosi venduti da venditori indipendenti nei suoi negozi, poiché deve affrontare una crescente pressione sulla sicurezza dei prodotti sul suo sito web.

Dal 1 settembre, la società di e-commerce ha detto che lo farà Risarcimento per lesioni personali o danni materiali Richieste fino a $ 1.000, che si dice rappresentino “più dell’80%” dei casi.

Ha aggiunto che se il venditore non risponde o rifiuta un reclamo che consideriamo valido, Amazon può “intervenire per pagare un importo maggiore del reclamo”.

Più della metà dei prodotti venduti su Amazon ora provengono da venditori di terze parti, piuttosto che venduti direttamente da Amazon stessa.

Sebbene ciò abbia portato a una maggiore scelta di prodotti, comporta anche maggiori rischi perché questi prodotti non vengono recensiti da Amazon prima di essere venduti.

Molti di questi venditori utilizzano la rete logistica di Amazon per immagazzinare, imballare e consegnare i prodotti alle porte dei clienti. I venditori possono anche elencare i loro prodotti su Amazon, ma utilizzare altre società (come FedEx e UPS) per gestire le consegne.

Il mese scorso, Amazon Citato in giudizio dalla Commissione per la sicurezza dei prodotti di consumo degli Stati Uniti, Un’agenzia federale, ha cercato di costringerla a richiamare centinaia di migliaia di prodotti.

La US Consumer Product Safety Commission ha dichiarato che Amazon deve “assumersi la responsabilità” per i prodotti che possono causare un rischio di “gravi lesioni o morte”. Includono asciugacapelli che non hanno una protezione adeguata contro le scosse elettriche, rilevatori di monossido di carbonio difettosi e accappatoi per bambini che non soddisfano gli standard di infiammabilità.

Amazon ha affermato di aver rimosso la maggior parte dei prodotti problematici.

Amazon ha affermato che in base alle sue nuove normative, i reclami saranno analizzati da un “sistema avanzato di rilevamento di frodi e abusi con esperti esterni indipendenti di frodi assicurative”. Ha affermato che le richieste indiscrete saranno respinte, affermando che il suo sistema farà risparmiare tempo e denaro ai venditori nell’indagare autonomamente sui reclami.

La società ha dichiarato in un post sul blog: “Supportando i clienti e i prodotti nel nostro negozio, indipendentemente da chi li vende, Amazon va ben oltre i nostri obblighi legali e ciò che qualsiasi altro fornitore di servizi di mercato fa oggi per proteggere i clienti. lavoro”.

Tuttavia, il cambiamento di politica è accompagnato anche da un cambiamento nell’atteggiamento della corte. All’inizio di quest’anno, Amazon ha ammesso di non poter garantire la sicurezza dei prodotti venduti attraverso il suo mercato e ha dichiarato alla Corte suprema del Texas che era “irrealistico” ispezionare i prodotti gestiti nella sua logistica.

Il caso ha coinvolto un bambino di 19 mesi che è rimasto gravemente ferito dopo aver ingerito una batteria al litio da un telecomando venduto da un venditore cinese sulla piattaforma. Amazon insiste sul fatto che è l’intermediario della transazione e non dovrebbe essere ritenuto responsabile: la Corte Suprema del Texas ha concordato con questa posizione e ha ritenuto che Amazon non sia responsabile.

Tuttavia, in California, i giudici hanno stabilito che Amazon non era buono per Amazon in casi precedenti, in cui Amazon potrebbe essere potenzialmente responsabile per le vendite di terze parti, proprio come i rivenditori fisici potrebbero essere responsabili.

Una recente controversia pronunciata a favore dei consumatori ha coinvolto una donna accecata da un guinzaglio sbagliato e una donna ha riportato ustioni di terzo grado a causa di una batteria difettosa del laptop.

Amazon ha affermato che il cambiamento di politica ha interessato prima gli Stati Uniti, ma si espanderà presto in altri paesi.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *