Analisi-Tesla aumenta i prezzi delle auto elettriche negli Stati Uniti; Reuters mantiene la coerenza in Cina

[ad_1]

2/2

© Reuters. Foto del file: il 26 aprile 2021, il logo TESLA può essere visto fuori da una concessionaria a Brooklyn, New York City, USA. REUTERS/Shannon Stapleton

2/2

Autori: Eva Mathews, Nivedita Balu e Hyunjoo Jin

(Reuters)-Tesla (NASDAQ:) questa settimana ha mostrato segni di strategie diverse nei due principali mercati automobilistici del mondo, aumentando i prezzi per aumentare i margini di profitto negli Stati Uniti, mantenendo la stabilità dei prezzi in Cina e sperando di aumentare le vendite lì.

Secondo i dati rilevati da Reuters, Tesla ha aumentato i prezzi delle versioni Model 3 e Model Y più convenienti negli Stati Uniti circa una dozzina di volte quest’anno. Allo stesso tempo, Tesla ha recentemente lanciato una versione economica Model Y in Cina e non ha tagliato il prezzo.

Tesla ha annunciato consegne di auto record nel secondo trimestre e gli aumenti dei prezzi in Nord America hanno spinto i profitti trimestrali a un livello record.

Ma in Cina, il più grande mercato mondiale di veicoli elettrici (EV), Tesla deve affrontare la forte concorrenza dei concorrenti locali, richiami di prodotti, proteste dei consumatori di alto profilo e pressioni da parte delle autorità di regolamentazione.

L’analista di Bernstein Toni Sacconaghi ha affermato che il lancio di un modello Y a basso prezzo in Cina “potrebbe rendere difficile per Tesla continuare ad aumentare i margini di profitto” e ha innescato uno “stato sano della domanda in Cina”. “Domande.

Uno studio degli analisti di Bernstein ha scoperto che rispetto ai proprietari di auto negli Stati Uniti e in Europa, i proprietari di Tesla in Cina sono meno entusiasti e disposti a riacquistare.

Tesla ha aumentato il prezzo della Model Y Long Range almeno sei volte negli Stati Uniti quest’anno, aumentando di $ 5.500 a $ 53.990. In Cina, la casa automobilistica più preziosa al mondo ha aumentato solo quest’anno i prezzi dei SUV Model Y e delle berline Model 3.

Il prezzo di listino della Model Y è di 276.000 RMB (42.393,71 USD). L’azienda ha anche avviato attività promozionali in Cina, come sconti sui prestiti.

L’analista di Roth Capital Partners Craig Owen ha dichiarato: “Penso che Tesla voglia essere il più competitiva possibile in Cina. L’abbassamento dei prezzi diventerà parte di un posizionamento di mercato positivo”. “I prezzi della batteria negli Stati Uniti e in Cina e i costi di produzione delle auto locali esistono. Differenza enorme.”

Tesla ha avviato la produzione nel suo stabilimento di Shanghai alla fine del 2019. Ha aumentato l’acquisto di componenti locali più economici, comprese le batterie dalle fabbriche cinesi di CATL e LG China.

“Non molto tempo fa, il gruppo ha anche abbassato i prezzi negli Stati Uniti per espandere la scala e massimizzare la redditività. Sembra che lo stiamo vedendo in Cina ora”, Hargreaves L’analista di Lansdown (LON:) Nicholas Hyett ha detto.

Gene Munster di Loup Ventures ha affermato che il basso costo della produzione di auto elettriche locali in Cina avrà un impatto duraturo su Tesla.

“Il costo medio di Tesla è tre volte quello di una tipica auto elettrica prodotta in Cina. Pertanto, il loro prezzo deve essere inferiore a quello degli Stati Uniti per competere”, ha affermato Munster. “Nei prossimi dieci anni, il prezzo di Tesla in Cina sarà inferiore rispetto ad altre parti del mondo”.

Tesla ha anche tagliato i costi e aumentato i margini di profitto nel mercato statunitense eliminando parti come sensori radar e supporti lombari.

La quota di mercato cinese diminuisce

Secondo la ricerca di GLJ, in Cina, la quota di Tesla nel mercato dei veicoli elettrici a batteria (esclusi i veicoli ibridi plug-in) nel secondo trimestre è scesa dal 18% di un anno fa all’11%.Ma i dati provengono da Morgan Stanley (NYSE:) mostra che a febbraio, Tesla rappresentava ancora quasi il 70% del mercato delle batterie elettriche negli Stati Uniti, sebbene questa percentuale fosse inferiore all’81% di un anno fa.

La Cina rappresenta il 44% del mercato globale dei veicoli elettrici, che è molto più alto del 17% degli Stati Uniti.

In Cina, Tesla deve affrontare la concorrenza di produttori di veicoli elettrici come Weilai (NYSE:) Inc e Xpeng Inc. (Xpeng Inc.). Negli Stati Uniti, il marchio Tesla è più forte, i suoi principali concorrenti sono case automobilistiche tradizionali come Ford e General Motors (NYSE:), che generano solo una piccola parte delle loro vendite da veicoli elettrici.

Carenza globale di chip

Il CEO di Tesla, Elon Musk, ha ribadito che la missione dell’azienda è rendere le auto elettriche accessibili e incolpare l’aumento dei prezzi delle auto alla carenza di chip e materie prime.

Musk ha affermato che Tesla sta rispondendo alla carenza di chip utilizzando chip alternativi e software di riscrittura.

È cauto riguardo alla prospettiva di una carenza di chip. “Sembra che le cose stiano davvero migliorando”, ha detto durante la teleconferenza sugli utili del secondo trimestre, ma ha aggiunto: “È difficile prevederlo”.

(1$ = 6.5104 renminbi)

(Grafico: prezzo dei modelli Tesla in Cina: https://graphics.reuters.com/TESLA-PRICES/lgpdwmoaavo/chart.png)

(Grafico: prezzo dei modelli Tesla negli Stati Uniti: https://graphics.reuters.com/TESLA-PRICES/xmvjognedpr/chart.png)



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *