Ansioso di dimenticare il Covid e bisogno di rallentare

[ad_1]

Aggiornamenti sul lavoro e sulla carriera

Una notte la scorsa settimana è successa una cosa strana. Ho partecipato a un cocktail party per la prima volta in più di 16 mesi di COVID-19.

Questo è un evento sociale per donne d’affari.Sui tetti del centro di Londra, il tifo a volte è intimidatorio e profondamente inquietante.

Vedendo così tanti volti nuovi, è senza dubbio delizioso versare avidamente lo champagne gratis. Ciò è stato compensato dal frustrante promemoria che ognuno di loro potrebbe respirare il disastro virale sul mio naso e viceversa. Ci sono anche elenchi di ospiti scioccanti di dirigenti, direttori, promotori e agitatori. E io.

Tuttavia, molti di noi sono ugualmente imbarazzati perché dobbiamo zoppicare con i tacchi alti che non indossiamo da più di un anno.

Più tardi, ho scoperto che l’intera faccenda era inspiegabilmente familiare e non riuscivo a determinarne il motivo, finché all’improvviso mi sono reso conto che c’era un argomento che non avevo sentito quasi mai menzionare per tutta la notte: la pandemia.

Questo mi ricorda un altro incontro con i miei amici in un bar di Melbourne all’inizio dell’anno scorso, che includeva anche il bere. Solo poche settimane dopo, la città è stata avvolta dal denso fumo grigio di uno dei più grandi incendi del 21° secolo. L’aria è puzzolente. Le mascherine sono esaurite.Ritardi dei voli e Il tennista è caduto a terra Agli Australian Open dopo aver tossito. Fuori dalla città, la gente fuggiva verso la misteriosa spiaggia macchiata di sangue——Cielo rosso Fuggi dal fuoco, lasciando vaste aree del paese in rovine oscure e fumanti.

Ma quella sera al bar abbiamo parlato di lavoro, famiglia, altri amici, ecc. Tutto tranne il fuoco. Quando ho chiesto perché, un amico ha sorriso e ha detto: “Ora sono finiti. Siamo andati avanti”.

La voglia di dimenticare è comprensibile. Dopo la grande crisi globale del Covid-19, chi non vorrebbe tornare alla vita normale?

Anche così, ci sono vantaggi in questo periodo estenuante e doloroso, non abbastanza, ma alcuni guadagni. La domanda è: ci saranno progressi più seri, man mano che la pandemia si attenua e la voglia di dimenticare prevale, il progresso esistente crollerà?

I vantaggi di alcuni aggiornamenti sono già evidenti. Uscendo dalla festa londinese, ho incontrato un’ospite che ha indossato il suo vestito lungo fino alle caviglie ed è tornata a casa su un treno notturno di tre miglia in bicicletta.

“Ti fa bene!” sbottai perché avevo bevuto un po’ di champagne gratis.

Questo tipo di guida notturna era uno spettacolo molto raro prima della pandemia. Tuttavia, dal momento che le autorità hanno utilizzato il blocco per espandere più piste ciclabili in città, l’ho fatto anche io.Soprattutto nei fine settimana È salito al 240% Dall’anno scorso, la paura della gente che andare in bicicletta a Londra possa causare tensione allo sfintere è diminuita.

Corsia in esso Più di 1.400 chilometri Infrastrutture per biciclette costruite solo durante la pandemia europea.Una trasformazione simile è in corso Bogotà arrivo SydneyMa con la popolarità della vaccinazione, Già spaventato Il boom edilizio ha raggiunto il suo apice.

Cos’altro è cambiato? Nella situazione attuale, è difficile immaginare un’inversione completa del passaggio a un lavoro a distanza più flessibile.Senza precedenti​​ Attenzione bagliore L’impatto della pandemia sulle case di cura sottofinanziate in tutto il mondo potrebbe non ridursi presto, anche se non è chiaro se porterà un cambiamento duraturo.

Così come la disuguaglianza, il cambiamento climatico e molti altri dilemmi pressanti che affliggono i partecipanti a Davos ogni anno.

Se non è per fatti scomodi, come Insignificante 2% Le spese per il recupero della pandemia vengono utilizzate per misure di energia pulita.

Oppure c’è la notizia che a partire da questo mese, le persone nei paesi più ricchi hanno preso più di 80% La dose necessaria per vaccinare completamente il 70% della popolazione mondiale, e solo Circa l’1% Degli africani sono stati completamente accoltellati.

L’elenco continua, e anche la pandemia.

Alla fine, finirà, e quando finirà, non dobbiamo dimenticare tutte le potenti ragioni per ricordarlo.

pilita.clark@ft.com

Cinguettio: @pilitaclark



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *