Aziende che pagano dividendi vs aziende che non pagano dividendi

[ad_1]

I dividendi sono gli utili aziendali che le aziende trasferiscono loro azionistaPossono essere sotto forma di pagamenti in contanti, azioni o altri beni. I dividendi possono essere pagati in tempi e rapporti di pagamento diversi.

Ci sono molte ragioni per cui le aziende possono scegliere di trasferire parte dei loro guadagni dividendi, E alcuni altri motivi per cui potrebbe preferire investire di nuovo Tutti i suoi guadagni vengono restituiti alla società.

Punti chiave

  • I dividendi sono gli utili della società trasferiti agli azionisti dalla società.
  • Il pagamento dei dividendi trasmette informazioni sulle prospettive e sui risultati futuri dell’azienda.
  • Nel tempo, la sua disponibilità e capacità di pagare dividendi stabili fornisce una solida prova di solidità finanziaria.
  • Un’azienda che sta ancora crescendo rapidamente di solito non paga dividendi perché vuole investire il più possibile in un’ulteriore crescita.
  • Le aziende mature che credono di poter aggiungere valore reinvestendo i propri guadagni sceglieranno di non pagare dividendi.

Perché alcune aziende pagano dividendi mentre altre no?

Perché alcune aziende scelgono di pagare i dividendi

Per un’azienda matura che ha guadagni stabili e non ha bisogno di reinvestire in se stessa, ecco perché potrebbe essere una buona idea pagare i dividendi:

  • A molti investitori piace Reddito stabile legato ai dividendi, Quindi saranno più propensi ad acquistare le azioni della società.
  • investitore Considerando il pagamento dei dividendi come un segno della forza dell’azienda e delle aspettative positive del management per gli utili futuri, questo rende ancora una volta il titolo più attraente. Una maggiore domanda di azioni della società aumenterà il suo prezzo.

Le aziende che pagano dividendi includono Apple (AAPL), Microsoft (Servizi finanziari Microsoft), Exxon Mobile (XOM), banca FuGuo (Centro finanziario mondiale) E Verizon (VZ).

Uno dei modi più semplici per le aziende di coltivare la buona volontà tra gli azionisti, guidare la domanda di azioni e comunicare lo stato finanziario e il valore degli azionisti è pagare i dividendi.

Il pagamento dei dividendi invia informazioni chiare e potenti sulle prospettive e le prestazioni future dell’azienda.Nel tempo, la sua disponibilità e capacità di pagare dividendi stabili è una solida prova di solidità finanziaria.

Perché alcune aziende scelgono di non pagare dividendi

Le società in rapida espansione generalmente non pagano dividendi perché è finanziariamente saggio reinvestire i contanti nelle operazioni durante le fasi di crescita critiche.Ma spesso anche le aziende mature Reinvestire il loro reddito, Al fine di finanziare nuovi piani, acquisire altre società o rimborsare debiti. Tutte queste attività spesso causano l’impennata dei prezzi delle azioni.

Dal punto di vista fiscale, la scelta di non pagare i dividendi può essere più vantaggiosa per gli investitori:

  • I dividendi non qualificati sono tassati agli investitori come reddito ordinario, il che significa che gli investitori sono tassati alla stessa aliquota dei dividendi Aliquota fiscale marginale.
  • A partire dal 2020, l’aliquota fiscale marginale potrebbe raggiungere il 37%.
  • per Dividendo qualificato, L’aliquota d’imposta è 0%, 15% o 20%, a seconda della classe marginale di imposta sul reddito a cui appartiene l’investitore.
  • Le plusvalenze derivanti dalla vendita di azioni di apprezzamento possono essere inferiori, Imposta sulle plusvalenze Se gli investitori detengono azioni per più di un anno, di solito raggiungono il 20% (dal 2019).

Le aziende spesso reinvestono gli utili invece di pagare i dividendi per evitare costi potenzialmente elevati associati all’emissione di nuove azioni.

Le seguenti famose aziende tecnologiche si sono storicamente rifiutate di pagare dividendi:

Linea di fondo

Quando la società distribuirà dividendi, restituirà direttamente parte dei suoi utili agli azionisti, segnalando al mercato un’operazione stabile e affidabile. Le aziende più recenti o le aziende nei settori tecnologici di solito scelgono di reindirizzare i profitti all’azienda per la crescita e l’espansione, quindi non pagano dividendi. Al contrario, questo reinvestimento degli utili non distribuiti si riflette solitamente negli aumenti dei prezzi delle azioni e nelle plusvalenze degli investitori.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *