Azione disciplinare vaticano contro arcivescovo polacco dopo inchiesta insabbiamento abusi Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: Durante l’epidemia di Coronavirus (COVID-19) in Vaticano il 1 gennaio 2021, Piazza San Pietro era vuota il giorno di Capodanno. REUTERS/Guglielmo Mangiapane/File Photo

Varsavia (Reuters)-Dopo aver indagato sulla negligenza delle accuse di abusi sessuali, il Vaticano ha imposto sanzioni disciplinari contro l’ex arcivescovo di Wroclaw, in Polonia, e gli ha impedito di partecipare a qualsiasi cerimonia pubblica religiosa e laica.

L’arcidiocesi di Wroclaw, nella Polonia occidentale, ha annunciato sabato una mossa contro l’arcivescovo in pensione Marian Gorebevsky. Ha affermato che il Vaticano ha condotto un’indagine sulla sua incapacità di fidarsi completamente delle accuse di abusi sessuali tra il 1996 e il 2013.

Di conseguenza, all’uomo di 83 anni è stato ordinato di “vivere nello spirito di pentimento e preghiera”. La dichiarazione afferma che gli è stato proibito di partecipare a qualsiasi cerimonia pubblica e gli è stato ordinato di pagare un “importo adeguato” a un fondo che aiuta le vittime di abusi, ma non ha approfondito.

Si tratta dell’ultimo caso di presunto abuso o insabbiamento sessuale in Polonia, a maggioranza cattolica. A marzo, il Vaticano ha imposto sanzioni disciplinari all’ex arcivescovo di Danzica e lo ha espulso dall’arcidiocesi.

Il film dei fratelli Tomasz e Marek Sekielski sostiene che il vescovo era solito trasferire sacerdoti tra le diocesi polacche per coprire gli abusi sessuali, ed è stato visto più di 23 milioni di volte su YouTube.

Quando si è verificato il caso Golebiewski, papa Francesco ha cercato di risolvere la diffusa crisi degli abusi sessuali, che ha gravemente danneggiato l’immagine della Chiesa nel mondo.

(Segnalazione di Anna Wlodarczak-Semczuk e Joanna Plucinska; Montaggio di Giles Elgood)

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *