Banche e titoli petroliferi guidano i guadagni dell’S&P 500, il Dow sale, Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: la gente lo vede a Wall Street fuori dalla Borsa di New York (NYSE) a New York City, USA, 19 marzo 2021. REUTERS/Brendan McDermid

Devik Jain e Medha Singh

(Reuters)-Lunedì, con l’aumento dei titoli finanziari ed energetici, il Dow Jones Industrial Average e il Dow Jones Industrial Average sono rimbalzati e gli investitori si sono riversati in titoli che dovrebbero beneficiare della più ampia ripresa economica.

Tutti gli 11 settori S&P sono aumentati nei primi scambi e i settori energetico, finanziario, industriale e dei materiali sono aumentati tutti di oltre l’1,5%.

Il Dow Jones Transportation Average, considerato un barometro della salute economica, è aumentato dell’1,4%, mentre le piccole azioni sono aumentate dell’1,1%.

Dopo essere sceso al minimo di due mesi la scorsa settimana, l’indice più ampio dei titoli bancari è aumentato dell’1,6%.

Dopo che la Fed ha in programma di aumentare due volte i tassi di interesse nel 2023, la scorsa settimana gli indici Dow Jones e S&P 500 hanno registrato la peggiore performance settimanale degli ultimi mesi, prima del previsto.

L’indice Standard & Poor’s 500 è stato scambiato in un intervallo ristretto questo mese perché gli investitori erano preoccupati per il surriscaldamento dell’economia ed erano ottimisti per un forte rimbalzo economico.

Drew Horter, chief investment officer di Tactical Fund Advisors a Cincinnati, Ohio, ha dichiarato: “Non credo che la storia dell’inflazione finirà presto e gli aumenti dei tassi di interesse potrebbero essere prima del 2023”.

“Ci sarà volatilità, ci sarà consolidamento. Quando entriamo nei mesi estivi con volumi bassi, le valutazioni di mercato sono state storicamente molto alte”.

Gli investitori questa settimana si concentreranno sui sondaggi sull’attività delle fabbriche statunitensi, sui dati sulle vendite di case e sulle osservazioni di diversi funzionari della Fed, tra cui il presidente Jerome Powell, che ha testimoniato davanti al Congresso martedì.

Alle 10:03 Eastern Time, l’indice è salito di 376,64 punti, o 1,13%, per chiudere a 33.666,72, e si prevede che raggiungerà il suo miglior giorno da metà maggio.

L’indice Standard & Poor’s 500 è salito di 32,91 punti, o 0,79%, per chiudere a 4.199,36, e è salito di 35,99 punti, o 0,26%, per chiudere a 14.066,37.

I titoli value, comprese le banche, l’energia e altri settori economicamente sensibili, hanno guidato il mercato azionario statunitense finora quest’anno e lunedì hanno ottenuto risultati migliori rispetto ai titoli tecnologici orientati alla crescita.

Questa tendenza è in netto contrasto con la scorsa settimana, quando il forte segnale di politica monetaria della Fed ha innescato una serie di prese di profitto, che hanno compensato il vantaggio del mese nella crescita del valore delle azioni.

L’indice di valore S&P 500 è sceso di circa il 3% a giugno, mentre l’indice di crescita, che è dominato dai titoli tecnologici, è aumentato del 2%.

Con l’aumento della repressione della Cina sul mining di Bitcoin, i titoli di criptovalute tra cui il minatore Riot Blockchain (NASDAQ:), Marathon Patent Group e l’exchange di criptovalute Coinbase Global sono scesi dall’1,9% al 3,3%.

L Brands Inc (NYSE:) è aumentato del 2,8% dopo che la società ha chiesto di scorporare la sua attività di Victoria’s Secret.

Moderno (NASDAQ:) Inc è aumentato di circa il 4% dopo aver riferito che il produttore di farmaci sta aggiungendo due nuove linee di produzione in un impianto di produzione di vaccini COVID-19 in preparazione alla produzione di altri booster.

Gli operatori di mercato si stanno anche preparando per quello che potrebbe essere il più grande evento commerciale dell’anno questo venerdì, poiché Russell ha ribilanciato il suo indice, che rifletterà il folle anno commerciale segnato dalla pandemia e dal boom azionario “memetico”.

Alla Borsa di New York e al Nasdaq, i rapporti tra titoli in aumento e titoli in calo sono 2,70 a 1 e 1,36 a 1.

L’indice S&P ha toccato 6 massimi da 52 settimane e nessun nuovo minimo, mentre l’indice Nasdaq ha toccato 23 nuovi massimi e 28 nuovi minimi.

Grafico: Azioni Value e Growth-https://fingfx.thomsonreuters.com/gfx/mkt/xklpyaanwpg/Pasted%20image%201624274035886.png



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *