Barclays rimborserà i clienti che sono stati colpiti da 48 milioni di sterline nello scandalo della multiproprietà a Malta

[ad_1]

Barclays Bank risarcirà quasi 1.500 clienti che hanno venduto impropriamente prestiti in multiproprietà a Malta, per un valore totale di 48 milioni di sterline dopo che le vittime hanno intrapreso un’azione legale di cinque anni.

banca Accettato Nel novembre dello scorso anno, la Financial Conduct Authority le ha chiesto di rimborsare gli interessi sui prestiti emessi da Azure Services, l’ormai defunto operatore di multiproprietà, tra aprile 2014 e aprile 2016.

Barclays Bank ha ora rinunciato alla sua opposizione e ha accettato di rimborsare integralmente il debito, oltre all’8% di interesse sul prestito, invece di affrontare un tribunale pubblico potenzialmente dannoso.

Il prestatore restituirà circa 30 milioni di sterline di capitale e interessi al cliente e cancellerà il debito residuo dal proprio bilancio. Cancellerà anche eventuali voci sfavorevoli nel file di credito del cliente relativo al prestito.

“Questa è una grande vittoria”, ha affermato Adriana Stoyanova, avvocato di M1 Legal, una società di professionisti in multiproprietà spagnola che rappresentava il ricorrente. “Questo è tutto ciò per cui stiamo combattendo… Pensiamo che questi prestiti dovrebbero essere completamente cancellati”.

“Una volta che i consumatori ottengono un rimborso, possiamo contattare il resort e rinunciare alla loro multiproprietà in modo amichevole”, ha aggiunto.

Barclays ha dichiarato che la cifra di 48 milioni di sterline citata dagli attivisti era troppo alta, ma ha rifiutato di fornire una cifra che ritiene accurata.

Barclays Partner Finance ha stabilito una partnership con Azure Resorts per sottoscrivere accordi di finanziamento per la vendita a turisti maltesi. Sebbene Azure Resorts abbia ottenuto l’autorizzazione di FCA a vendere il prestito, il dipendente che ha facilitato l’accordo di finanziamento lavorava per un’altra società, Azure Services, che non è stata autorizzata dalla FCA fino al 25 aprile 2016.

Il tasso di interesse su un prestito in multiproprietà è solitamente superiore al 9%. In un accordo di finanziamento Barclays precedentemente riportato dal Financial Times, un prestito del 2014 di poco più di £ 20.000 aveva un tasso di interesse superiore al 9,5% in 15 anni, equivalente a un interesse totale di £ 17.420, che è quasi il costo del prestito Due volte.

“Riconosciamo che non stiamo fornendo il giusto livello di servizio per alcuni clienti che acquistano prestiti in multiproprietà”, ha affermato Barclays. “Contatteremo le persone colpite, ci scuseremo per l’accaduto e faremo sapere loro come risolveremo questo problema”.

Charlie Rebbeck, un genitore single di un vedovo e due figli, è stato venduto durante una dimostrazione di vendita ad alta pressione di cinque ore nel giugno 2014 per un prestito in multiproprietà di £ 24.600, ed è una delle persone che dovrebbero essere risarcite.

Ha detto al Financial Times: “È passato molto tempo, ma finché non mi appare nero su bianco, non voglio avere speranza, perché è un lungo viaggio”. una lotta per scomparire. Gli ultimi sei anni hanno reso la mia vita estremamente difficile.”

Andrew Cooper, CEO della European Consumer Claims Corporation, che aiuta le persone a sbarazzarsi di contratti di multiproprietà impropri, ha affermato che la decisione costituisce un importante precedente.

Ha affermato che il suo team continuerà a chiedere un risarcimento per i prestiti in multiproprietà di molti altri clienti venduti da Barclays Partner Finance durante il periodo 2014-2016 coperto dalla FCA.

“Una volta che la polvere si sarà calmata, cercheremo altri resort in multiproprietà che gestiscano prestiti BPF e persino prestiti da altre istituzioni finanziarie”, ha affermato.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *