BHP Billiton licenzia 48 lavoratori per molestie sessuali in aree minerarie remote

[ad_1]

Aggiornamento PLC Gruppo BHP

BHP Billiton ha rivelato che dal 2019 ha licenziato 48 dipendenti nella sua remota Australia occidentale che volavano dentro e fuori dalle miniere a causa di molestie sessuali.

In un documento presentato al Consiglio di Stato dell’Australia occidentale per le indagini, il minatore ha dichiarato che tra il 2019 e il 2021, la sua miniera FIFO ha ricevuto 6 casi confermati di violenza sessuale e 73 casi di molestie sessuali. Dei 73 casi di molestie, 48 hanno determinato il licenziamento dell’imputato o l’allontanamento definitivo dall’azienda o da uno qualsiasi dei suoi luoghi di lavoro.

BHP Billiton ha affermato che questi casi includono due reati di stupro e un altro reato di tentato stupro.

L’Assemblea dello Stato dell’Australia occidentale ha emesso una dichiarazione di BHP Billiton come parte della sua indagine sulle molestie sessuali nei campi minerari first-in-first-out dello stato, dove i minatori volavano in località minerarie remote per lavorare su turni settimanali.

Anche Rio Tinto e Fortescue hanno presentato le loro opinioni sul sondaggio annunciato venerdì. Rio Tinto ha dichiarato che dal gennaio 2020, la sua operazione first-in-first-out (FIFO) ha confermato 1 caso segnalato di violenza sessuale e 29 casi segnalati di molestie sessuali.

La società ha dichiarato: “Rio Tinto si impegna a eliminare le molestie sessuali nella nostra attività e riconosce che sono necessari cambiamenti per eliminarle dall’industria mineraria”.

Dal 2020, BHP Billiton ha combattuto le accuse sulla sua cultura del lavoro quando un dipendente di 42 anni nel suo campo remoto è stato arrestato. addebitato Sospettato di stupro. A giugno, un altro dipendente è stato accusato di un’altra accusa di stupro nel campo della FIFO.

BHP Billiton ha affermato di aver adottato una serie di misure per prevenire le molestie sessuali.

“Questa indagine e le circostanze che hanno portato al suo ricorso riflettono scontri nel nostro settore e, in alcuni casi, atti criminali”.

“La nostra posizione al riguardo è chiara. Le molestie sessuali sono totalmente inaccettabili, contrarie ai nostri valori e illegali”.

Tutti i casi confermati sono stati segnalati alla polizia su richiesta della vittima, tranne uno. La società ha dichiarato che i nove casi segnalati non erano dimostrati o non erano in grado di raggiungere una conclusione attraverso l’indagine.

BHP Billiton ha affermato che i dati hanno mostrato che il tasso di segnalazioni di molestie sessuali “è costantemente aumentato negli ultimi anni”.

BHP Billiton ha dichiarato nella sua presentazione che l’obiettivo delle sue misure di risposta è migliorare la prevenzione, la segnalazione e la risposta alle molestie sessuali.

Le misure adottate includono l’investimento di 300 milioni di dollari australiani nel rafforzamento della sicurezza in loco presso il campo FIFO e il collegamento del pacchetto retributivo del team dirigenziale esecutivo della società nell’anno fiscale 2022 con l’eliminazione delle molestie sessuali. Ha inoltre affermato che fornirà ai leader senior pertinenti indicatori di prestazioni chiave basati sul tasso di segnalazioni di molestie sessuali.

Ha aggiunto che a partire da luglio di quest’anno, l’azienda ha ulteriormente limitato il numero di bevande consentite dai dipendenti del campo a quattro bicchieri di alcol standard al giorno.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *