Biden e Merkel non riescono a risolvere il disaccordo sul gasdotto North Stream 2 Reuters

[ad_1]

© Reuters. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il cancelliere tedesco Angela Merkel partecipano a una conferenza stampa congiunta nella Sala est della Casa Bianca a Washington, negli Stati Uniti, il 15 luglio 2021.Reuters/Tom Brenner

Autori: Andrea Shalal e Timothy Gardner

Giovedì il presidente di Washington (Reuters) Joe Biden e il cancelliere tedesco Angela Merkel non sono riusciti a risolvere la loro disputa sul gasdotto russo North Stream 2, ma hanno affermato di essere d’accordo sul fatto che a Mosca non deve essere permesso di usare l’energia come una minaccia per i vicini.

“Un buon amico può non essere d’accordo”, ha detto Biden ai giornalisti dopo due incontri con la Merkel alla Casa Bianca, aggiungendo che entrambi i leader hanno chiesto ai loro team di studiare misure pratiche che potrebbero adottare insieme se le azioni della Russia costituissero una minaccia.

Biden ha detto di aver espresso alla Merkel le sue preoccupazioni di vecchia data per il gasdotto da 11 miliardi di dollari che trasporterà il gas naturale dall’Artico alla Germania attraverso il Mar Baltico, aggirando l’Ucraina e privandola di preziose tasse di transito.

Washington sta esortando la Germania a trovare modi per garantire che la Russia non possa utilizzare questo oleodotto per danneggiare l’Ucraina o altri alleati nell’Europa orientale.

I funzionari dei due paesi hanno negoziato una soluzione per evitare il ripristino delle sanzioni statunitensi attualmente esentate, ma questa settimana è diventato chiaro che l’incontro Biden-Merkel non ha preparato alcun accordo in tempo.

L’amministrazione Biden ha concluso a maggio che Nord Stream 2 AG, la società dietro il progetto, e il suo amministratore delegato erano coinvolti nelle sanzioni. Ma Biden ha rinunciato alle sanzioni per concedere il tempo di raggiungere un accordo ed evitare di sabotare i suoi sforzi per riparare i rapporti che erano stati gravemente logorati durante l’amministrazione dell’ex presidente Donald Trump.

Il gasdotto è completo al 98% https://www.reuters.com/business/energy/nord-stream-2-ceo-says-construction-work-be-finished-august-2021-07-12, dovrebbe essere in fine agosto, il suo CEO ha detto questa settimana.

Biden ha detto ai giornalisti che lui e la Merkel “sono assolutamente identici nella nostra convinzione che alla Russia non debba essere permesso di usare l’energia come arma per intimidire o minacciare i paesi vicini”.

La Merkel ha detto ai giornalisti che la Germania, la più grande economia in Europa, ha una visione diversa di questo gasdotto da quella degli Stati Uniti. Ma ha detto che se la Russia non rispetta i diritti sovrani dell’Ucraina, l’Ucraina dovrebbe ancora essere un paese di transito e Berlino risponderà “attivamente”.

Quando è stato chiesto di approfondire, Merkel ha affermato che se la Russia viola il suo impegno a continuare a trasportare gas naturale attraverso l’Ucraina, l’UE ha “molti strumenti” da utilizzare, comprese le sanzioni.

La Russia ha affermato che il gasdotto guidato dalla compagnia energetica statale russa Gazprom (MCX :) e dai suoi partner occidentali sarà operativo entro la fine dell’anno.

Biden ha affermato che i due leader hanno deciso di continuare a sostenere la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina.

I due paesi hanno concordato di cooperare per accelerare la risposta alla crisi climatica nelle economie emergenti e si sono impegnati a mobilitare investimenti nell’Europa centrale e orientale.

Una dichiarazione congiunta ha sottolineato gli investimenti volti a sostenere la transizione energetica, l’efficienza energetica e la sicurezza energetica dell’Ucraina. Questa mossa potrebbe influenzare l’accordo finale e si prevede che la minaccia di sanzioni statunitensi contro Beixi 2 finirà prima di agosto.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidamento a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *