BlackRock si unisce ai ranghi degli investitori fintech dell’ex CEO di Barclays Bank

[ad_1]

BlackRock si è unito ad altri noti gruppi finanziari, tra cui JPMorgan Chase e Nationwide Building Society, come investitore nel fintech guidato dall’ex CEO di Barclays Antony Jenkins.

10x Future Technologies è stata fondata da Jenkins nel 2016 dopo essere stata espulsa da Barclays Bank l’anno precedente ed è specializzata nella piattaforma “core banking”, ovvero la tecnologia di back-end che supporta le operazioni bancarie.

Il gestore del fondo BlackRock e il più grande fondo pensione canadese CPP Investments, insieme ai sostenitori esistenti, hanno guidato un investimento di 187 milioni di dollari nella società.

I dettagli della transazione non sono stati resi noti, ma una persona che ha familiarità con i termini ha affermato che prima di calcolare il nuovo denaro, è stato valutato a circa 500 milioni di sterline, che è superiore a circa 160 milioni di sterline quando i fondi sono stati raccolti l’ultima volta nel 2019.

Jenkins ha affermato che l’iniezione di denaro contribuirà a finanziare l’ingresso negli Stati Uniti. Ha aggiunto: “Molte banche nordamericane hanno una tecnologia molto vecchia e devono essere sostituite nei prossimi dieci anni, quindi pensiamo che questa sia un’enorme opportunità per noi”.

Dopo anni di graduale sviluppo e attività di M&A, i sistemi informatici di molte banche sono diventati inefficienti. 10x è una delle numerose startup lanciate negli ultimi anni e fornisce alternative basate su cloud, che secondo loro consentiranno ai finanziatori di ridurre i costi e fornire prodotti più avanzati.

I concorrenti includono Thought Machine, sostenuta da Lloyds Banking Group e svedese SEB, e aziende affermate come Temenos.

Leon Pederson, Head of Thematic Investment di CPP Investments, ha dichiarato: “10x è molto adatto per cambiare il modo in cui vengono costruite le grandi banche… Riteniamo che trarranno beneficio dal trend di crescita strutturale delle istituzioni finanziarie che investono in iniziative digitali”.

10x sta sviluppando piattaforme per quattro banche, tra cui Nationwide e la banca australiana Westpac, che hanno entrambe investito nella società. Non ha rivelato pubblicamente i nomi degli altri due clienti, ma una persona che ha familiarità con l’accordo ha affermato che uno di loro è la nuova banca al dettaglio di JP Morgan Chase nel Regno Unito, che aprirà entro la fine dell’anno.

Jenkins ha affermato che il numero crescente di noti sostenitori della società ha portato “credibilità” ai suoi potenziali clienti, ma ha aggiunto che il gruppo ha adottato misure per garantire che i clienti non subiscano ritardi lavorando con società parzialmente di proprietà dei concorrenti.

“Abbiamo valutato molto attentamente questo aspetto. Ovviamente, la qualità del nome dell’azienda su cui si è investito è molto importante…[but]Nessun azionista di banca possiede la maggior parte delle azioni della società.Dal punto di vista della governance, siamo molto cauti nella gestione degli affari dei clienti. “

Secondo i documenti della società, Jenkins possedeva personalmente circa il 60% di 10 volte prima del suo investimento più recente. JP Morgan Chase e Westpac Bank detengono ciascuna circa il 5% delle azioni e Nationwide il 9%.

10 volte il reddito riportato nel 2019 è stato di 55 milioni di sterline, che è l’anno più recente per il quale sono disponibili dati, e la perdita ante imposte è stata di 4,4 milioni di sterline

Jenkins ha dichiarato: “Nel tempo, continueremo ad espandere le entrate, ma l’importante è che con i fondi che raccogliamo, possiamo continuare a investire nel business. Possiamo aspettarci di raggiungere il pareggio nei prossimi due o tre anni. , Ma il primo compito è continuare a espandere il business”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *