Boris Johnson ha segnato un gol per il neoconservatorismo

[ad_1]

Politica del Regno Unito e aggiornamenti politici

Nel suo tipico stile politico inverso, Boris Johnson non ha mai preteso di essere interessato al calcio, almeno non come sport. Ma chiunque voglia capire fino a che punto il Partito Conservatore del Primo Ministro si sia spostato dal suo recente ormeggio ideologico potrebbe essere peggio che studiarne le pratiche nelle competizioni nazionali.

Dieci anni fa, David Cameron’s Ministero della Cultura Dichiarava: “Il governo non dovrebbe gestire il calcio o altri sport.” Ma questa è un’epoca diversa e un partito conservatore diverso.

Il nuovo metodo è dimostrato nel fuoco di sbarramento Misure di minaccia Il piano per sopprimere la Super League europea. Tuttavia, una revisione della governance del calcio guidata dall’ex ministro dello sport Tracey Crouch, ampiamente rispettato, potrebbe rivelare in modo più vivido il nuovo spirito conservatore.

Crouch, che Johnson aveva chiesto di servire come ministro della Cultura, ha appena pubblicato La sua scoperta temporaneaHanno chiesto una legislazione per istituire un regolatore del calcio indipendente per supervisionare le finanze e la governance, nonché un sistema di licenze, limiti salariali e il potere di impedire ai proprietari di ipotecare i beni dei club. I fan possono porre il veto a determinate modifiche.

I problemi sono evidenti: le istituzioni calcistiche esistenti non sono state in grado di risolvere questi problemi per molto tempo.Crouch citato Recensione Deloitte Calcio La situazione finanziaria della stagione prima della pandemia ha mostrato che anche in Premier League c’erano 9 squadre che hanno subito perdite ante imposte. Le perdite ante imposte per la prima e la seconda lega (confondendo la terza e la quarta divisione) sono rispettivamente di 22 milioni di sterline e 20 milioni di sterline.Il club ha Mutuo Rispetto al reddito futuro per soddisfare il libro paga.

Nel 2019, le difficoltà finanziarie del Bury FC lo hanno espulso dal campionato di calcio e successivamente è entrato nella gestione. I Bolton Wanderers, che hanno giocato nella massima serie solo 10 anni fa, si stanno avvicinando alla stessa sorte. La città di Macclesfield termina nel 2020.

Crouch ha affermato che i club “non sono attività ordinarie”, ma “svolgono importanti ruoli sociali, civici e culturali nelle comunità locali. Devono essere protetti – a volte i loro proprietari sono solo l’attuale custodia dei beni della comunità, dopo tutto. Persone”.

I ministri non hanno ancora sostenuto il regolatore, anche se hanno anticipato la proposta e sono aperti ad essa. Anche così, sarà un passo notevole per il governo conservatore.La squadra di calcio non è un’utilità essenziale, e Presenze medie Negli ultimi dieci anni, una partita in seconda lega è stata meno di 5.000. Il Partito Conservatore in genere non pensa che il compito del Paese sia quello di proteggere le imprese non essenziali che non funzionano bene e che sono difficili da attrarre clienti paganti.

Alcune persone vedono questo come un calcolo populista. Ma mentre la politica fa parte dell’equazione, qui c’è ancora molto da fare. In primo luogo, mostra che il Partito Conservatore è pronto a prendere di mira la scala del mercato, anche in aree non essenziali. Ciò evidenzia il nuovo e imprevedibile contesto imprenditoriale, poiché i ministri si danno più permessi per intervenire. Il partito conservatore Thatcher ha espresso preoccupazione per la maggiore spesa di Johnson e per gli enormi istinti del governo.

In secondo luogo, questa è una questione politica più urgente rispetto al partito conservatore. I recenti proventi delle elezioni del Partito Conservatore si leggono come un elenco dei risultati calcistici di sabato. Delle 48 squadre dei due campionati inglesi inferiori, 30 sono ora rappresentate in tutto o in parte da parlamentari conservatori. Le aree in cui 10 squadre hanno vinto dal 2019 includono Barrow, Scunthorpe, Vale (Stoke City), Crewe, Lincoln, Bolton e Hartlepool. Anche Bury è diventato blu.

Questo nuovo interventismo riflette il ruolo del luogo e dell’identità nel conservatorismo moderno. La politica dell’identità è spesso definita negativamente come un problema di polarizzazione. Certamente. Ma c’è anche una forma positiva di orgoglio nella comunità e nei cittadini. Questo è qualcosa di cui Johnson ha già approfittato.

Prestando maggiore attenzione al ripristino dell’orgoglio locale, desiderio fortemente sentito dagli elettori più anziani, Johnson vede il suo governo come una correzione al predecessore che ha posto il PIL al di sopra della struttura sociale.

In un recente discorso deriso sul suo ancora vago piano di aggiornamento regionale, c’è una parte degna di nota. Pur promettendo di ripristinare la via principale e il centro cittadino, ha sollevato un vecchio problema di rimuovere la gomma dal marciapiede. Questo sembra essere un problema fondamentale, ma spesso compare nelle lamentele degli elettori ed esprime l’orgoglio dei cittadini. Occupazione e crescita sono le vere misure del successo – senza di loro, tutto il resto è solo superficiale – ma sono anche una chiara prova del suo impegno per le città abbandonate.

Il Primo Ministro è spesso accusato di non avere altre convinzioni se non il proprio progresso. Ma ha alcuni ideali fondamentali, più di intuizione che di fede, ed è guidato da questo. Uno è questo senso di identità. Come ex sindaco di Londra e romantico politico, Johnson presta particolare attenzione all’orgoglio locale.

Tuttavia, dove c’era il sentimentalismo dell’ex partito conservatore nei confronti della campagna, Johnson ha messo gli occhi sulle città deindustrializzate, dove il sostegno alla Brexit era forte e molte squadre in difficoltà erano state accolte. Una squadra di football trasmette lo status, e una città che perde una squadra perde più del solo fine settimana.

La combinazione di orgoglio civico e interferenza politica spiega sia il suo appello sia il motivo per cui i suoi avversari trovano difficile rispondere. Questo ci ricorda anche che, anche come primo ministro, Johnson è ancora sindaco in molti modi.

Questa è una politica dell’identità veramente efficace. Tocca il cuore della proposta di Johnson, motivo per cui, contrariamente alle idee di tutti i partiti conservatori, l’attuale governo continuerà a intervenire, monitorare e riparare l’economia fino al fischio finale.

robert.shrimsley@ft.com

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *