Boris Johnson si è rifiutato di scusarsi per la battuta sulla chiusura della miniera di carbone

[ad_1]

Aggiornamento di Boris Johnson

Boris Johnson ha rifiutato di scusarsi venerdì perché sembrava essere sprezzante nei confronti delle miniere di carbone chiuse durante l’era Thatcher, spingendo un deputato conservatore ad affermare che il primo ministro “ha completamente ignorato” la comunità mineraria.

Downing Street ha dichiarato che Johnson ha riconosciuto il “grande impatto e la sofferenza causata dalla chiusura delle miniere di carbone per la comunità britannica”, ma non si è pentito del tono dei suoi commenti durante la sua visita in Scozia.

Alcuni parlamentari conservatori temono che Johnson possa perdere i contatti con i nuovi elettori conservatori negli ex seggi del “Muro rosso” nel nord.

La lite è iniziata giovedì, quando il Primo Ministro ha detto ai giornalisti in Scozia che Margaret Thatcher ha chiuso le miniere di carbone negli anni ’80 per aiutare a decarbonizzare l’economia britannica.

Ha detto: “Grazie a Margaret Thatcher, ha chiuso così tante miniere di carbone in tutto il paese, il che ci ha dato un grande inizio, e ora ci stiamo rapidamente sbarazzando completamente del carbone.

Secondo i rapporti, ha sorriso e ha detto ai giornalisti: “Pensavo che ti avrebbe fatto andare avanti”.

Il successo di Johnson nel conquistare i tradizionali elettori laburisti nell’ex comunità mineraria lo ha aiutato a ottenere una maggioranza di 80 seggi nelle ultime elezioni, e i suoi avversari sono ansiosi di invertire questa tendenza.

Il leader del partito laburista Sir Kil Starmer ha dichiarato: “Boris Johnson ha riso quando ha parlato della chiusura della miniera di carbone. Questo è uno schiaffo in faccia per la comunità che sta ancora soffrendo per gli effetti devastanti dell’azione spietata di Margaret Thatcher. .

“Boris Johnson vede il dolore e la sofferenza causati alla nostra comunità carboniera come una battuta finale, dimostrando che non è in contatto con i lavoratori”.

Il primo ministro del partito laburista del Galles Mark Drakeford e il leader del Partito nazionale scozzese e il primo ministro scozzese Nicolas Sturgeon hanno entrambi affermato che le osservazioni sono state “rude”.

Nel 1980, Margaret Thatcher (al centro) visitò la miniera di carbone di Westo nel Selby Coalfield © PA

Tuttavia, alcuni dei sostenitori di Johnson erano a disagio per l’incidente, alcuni hanno affermato: “Questo dimostra quanto sia alienato il Primo Ministro dalla comunità del Muro Rosso che è stata eletta al Partito Conservatore nelle ultime elezioni generali”.

Il deputato ha affermato che alcuni colleghi conservatori delle regioni settentrionali e centrali erano ugualmente preoccupati. “È ampiamente condiviso, è molto pericoloso”, ha detto il legislatore al Financial Times.

Un parlamentare conservatore ha dichiarato al Times: “Questo è sputare sulle comunità che non si sono riprese dall’epidemia. [1984-85] I minatori scioperarono. “

Secondo il “Daily Telegraph”, un membro del Partito Conservatore ha affermato che questo può essere considerato il “momento Ratner” di Johnson, riferendosi alla condanna del proprietario di gioielli Geral Delatner della qualità dei prodotti della sua azienda.

Nel 1984, la gente ha marciato a sostegno dei minatori che hanno scioperato

Nel 1984, la gente ha marciato a sostegno dei minatori che hanno scioperato © Mirrorpix/Alamy

Downing Street ritiene che il governo abbia svolto molto lavoro per aiutare l’ex comunità mineraria, compresa la costruzione delle industrie necessarie per completare la transizione del paese verso un’economia a zero emissioni di carbonio.

Johnson rimane popolare in molte parti dell’Inghilterra settentrionale – il partito conservatore ha vinto facilmente il seggio dell’ex partito laburista Hartlepool nelle elezioni suppletive di maggio – ma è sotto pressione per raggiungere il suo programma di “escalation”.

Alcuni partiti conservatori temono che il focus della conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico COP26 a Glasgow questo autunno possa allontanare alcuni elettori della classe operaia, per i quali ridurre le emissioni potrebbe significare bollette domestiche più elevate.

Un parlamentare conservatore ha affermato che Johnson ha passato troppo tempo ad ascoltare “la gente pensa a Richmond Park piuttosto che alle comunità nel nord dell’Inghilterra” – questo si riferisce alla moglie del primo ministro Carrie e al ministro dell’Ambiente Zach Goldsmith, entrambi del sud-ovest di Londra.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *