Capo di Man Group: la criptovaluta “non ha valore intrinseco” ma è adatta al trading

[ad_1]

Aggiornamento criptovaluta

Il CEO di Man Group, il più grande gestore di hedge fund quotato al mondo, ha affermato che le criptovalute “non hanno valore intrinseco” ma stanno creando opportunità di trading per la sua azienda a causa delle drammatiche fluttuazioni dei prezzi.

I commenti di Luke Ellis in un’intervista al Financial Times evidenziano l’ironia del commercio di oggi Criptovaluta — La maggior parte delle azioni di mercato coinvolge partecipanti che dubitano della loro utilità ultima.

“Se guardi alla criptovaluta nel suo insieme, è un puro strumento di trading. Non ha valore intrinseco. È un bulbo di tulipano”, ha detto Ellis, riferendosi al fiore che è diventato il fulcro della mania finanziaria olandese nel 17° secolo. .

Il Man Group con sede a Londra gestisce 127 miliardi di dollari di asset per i clienti ed è noto per l’utilizzo di modelli quantitativi per cercare di trarre profitto dalle anomalie e dalle tendenze dei prezzi di mercato. Ellis ha affermato che la criptovaluta è “uno degli 800 possibili mercati in cui oggi operiamo su 15.000 azioni e migliaia di linee di credito”.

“Ci piace andare long e short, a seconda di ciò che il modello dice che potrebbe accadere nel mercato. Negozieremo long e short quando la liquidità del mercato ti consentirà di negoziare e negoziare sulla scala più ampia possibile”, afferma. “Tradiamo futures S&P fino a futures sul riso sushi”.

Ma Ellis ha affermato che solo perché Man Group scambia criptovalute non significa che siano “prodotti di gestione patrimoniale”, in cui i fondi “forniscono valore” possedendo beni per gli investitori. Ha detto che le criptovalute sono “cose ​​negoziabili perché fluttuano su e giù”.

Come molte persone in finanza, Ellis crede Blockchain La tecnologia che supporta la criptovaluta per migliorare l’efficienza del sistema di pagamento. Ma ha contestato l’idea che il token stesso sarà sempre “uno strumento con una fornitura limitata”.

“Puoi possedere innumerevoli criptovalute diverse”, ha detto. “Chiunque può iniziarne un altro in qualsiasi giorno.”

Nonostante i suoi dubbi sul valore delle criptovalute, Ellis ha provato lo stesso quando ha parlato delle motivazioni degli investitori che utilizzano tali asset (giusti o sbagliati) come potenziale copertura contro l’inflazione.

“La prima cosa di cui i clienti si preoccupano è inflazione“, ha detto, aggiungendo che si aspettava che questa ansia persistesse.

Ha detto: “Penso che siamo stati in un mondo in cui i tassi di interesse sono molto bassi prima che la banca centrale perda il controllo, e quando perderanno il controllo, non sarà molto interessante”. “Per alcune delle nostre strategie di trading, potremmo sta andando molto bene Bene. Ma questo non significa che sia una buona cosa. “

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *