Charles Tyrwhitt si adatta all’età del lavoratore domestico

[ad_1]

Nick Wheeler, vestito con un completo grigio antracite e una camicia bianca formale, ha partecipato al nostro incontro presso la sede del London Bridge di Charles Tyrwhitt, sbottonando i bottoni quasi come un imprenditore come lui Uniform.

Ma l’impegno sartoriale del fondatore del negozio di abbigliamento maschile famoso per le sue camicie è passato inosservato: nell’edificio non c’era quasi nessun altro.

Da quando è cessato il suo viaggio nelle altre località di Charles Tyrwhitt nel Regno Unito, negli Stati Uniti e in Europa, il pendolarismo in ufficio pochi giorni alla settimana è stato il suo unico viaggio dall’inizio del blocco.

“Il mercato dei viaggi d’affari sarà duramente colpito”, ha affermato Wheeler, 56 anni. “Abbiamo risparmiato un sacco di soldi sui viaggi d’affari, ma in realtà non lo vediamo tornare indietro. Zoom e [Microsoft] Teams è eccellente in molti modi. “

Il problema con Wheeler è che lo stesso si può dire della sua attività, che è costruita attorno a uomini che vestono i loro uffici con camicie, abiti e cravatte.

Nei 12 mesi fino ad agosto 2020, il fatturato è sceso del 26% a 139,9 milioni di sterline.Anche se l’azienda è già Perdita ante imposte di 83,2 milioni di sterline Nell’ultimo anno fiscale, a causa della grande svalutazione di beni, entro la fine dell’anno fiscale 2020, il suo reddito di base al lordo delle imposte, ammortamenti e svalutazioni è sceso da 11,1 milioni di sterline positivi a 5,8 milioni di sterline negativi. Ciò ha indotto alcune decisioni difficili.

La società ha licenziato 250 dipendenti, pari a circa un quarto del numero totale dei dipendenti, e ha dovuto chiudere temporaneamente tutti i 37 negozi. Quattro sono stati definitivamente chiusi. I dipendenti erano in vacanza e la società ha ricevuto un prestito biennale di 26 milioni di sterline attraverso il programma di prestito per l’interruzione delle grandi imprese del governo britannico, di cui 23 milioni di sterline sono stati ritirati alla fine dell’anno fiscale ad agosto.

“Alcune aziende affermano che non licenzieremo i dipendenti, ma alla fine tutto ciò che fai è ridurre l’attività e aumentare la possibilità di fallimento aziendale”, ha affermato Wheeler, aggiungendo che Charles Tyrwhitt si sta muovendo verso questa posizione finanziaria. .

“Se un’azienda fallisce, non aiuterà davvero nessuno. Mantieni un migliaio di posti di lavoro per un anno e poi non ne hai più. È meglio avere 800 posti di lavoro per 10 anni”.

Charles Tyrwhitt è una persona a cui Wheeler tiene molto. Sopra la porta c’è il suo nome, o almeno i due nomi tra lui. Ha anche mantenuto la proprietà della società attraverso una holding che ha studiato all’Università di Bristol 35 anni fa, quando vendeva magliette per corrispondenza nella sua camera da letto.

“Eravamo un’azienda di abbigliamento molto formale”, ha detto Tyrwhitt. “Ora siamo davvero 50:50 formali e casual” © Charlie Bibby/FT

Sebbene la vendita per corrispondenza fosse necessaria quando ha iniziato perché non aveva i fondi per intraprendere contratti di locazione di negozi, ha reso più facile per Charles Tyrwhitt adattarsi alla crescita dello shopping online.

Wheeler ha affermato che l’e-commerce rappresentava il 70% delle vendite prima della pandemia e, anche se il negozio ha riaperto, ora rappresenta circa l’80% delle vendite.

“Quando abbiamo iniziato, abbiamo continuato a migliorare. Invecchiando, diventerai solo più grasso, ma finché farai bene, non sarai così duro con i grassi come dovresti”, ha detto. “Quello che fa il Covid è farti guardare seriamente”.

È positivo sulla situazione attuale, sottolineando che la ripresa e la crescita futura saranno raggiunte attraverso le collezioni di camicie casual e maglieria.

“Il prodotto è cambiato”, ha detto. “Eravamo un’azienda di abbigliamento molto formale. Ora siamo davvero 50:50 formali e casual”.

Wheeler ha affermato che questa è una tendenza a lungo termine, perché anche se l’ufficio riaprirà, il lavoro da casa continuerà. Ha aggiunto che lavora in questo modo da diversi anni, facendo il pendolare per la maggior parte della settimana dalla sua casa di Londra per uscire dal lavoro per alcuni giorni fuori dalla sua casa di famiglia principale nel Buckinghamshire.

“Vivo lo stile di vita di cui parlano le persone, e penso che sia una cosa molto buona. Se hai bisogno di sederti alla scrivania e concentrarti davvero su qualcosa senza essere disturbato, è meglio farlo a casa”, ha detto.

“Penso che qualsiasi azienda che costringe le persone a [full time] È sciocco svolgere il proprio ruolo, perché questo è un equilibrio tra le esigenze dell’azienda e le esigenze dei dipendenti, e dovresti cercare il meglio di entrambi i mondi. ”

Tuttavia, la sua teoria del futuro del lavoro e della fornitura di una maggiore flessibilità ha un vantaggio più netto perché crede anche che lavorare da casa fornisca la prova che alcuni lavori non richiedono manodopera locale.

“Alcune persone sono più brave a stare a casa in determinate posizioni”, ha detto Wheeler.

“Ma penso che se sei in una di queste posizioni, allora penso che tu debba procedere con cautela perché se puoi lavorare altrettanto bene negli appartamenti di Bermondsey o Clapham… allora la compagnia sarà presto onesta e dirà se puoi farlo a casa, possiamo lasciare che le persone sedute a Bangalore lo facciano a casa. Oppure possiamo scegliere le persone migliori in qualsiasi parte del mondo”.

Dal momento che il governo britannico ha allentato quasi tutte le restrizioni del blocco in Inghilterra il 19 luglio, Wheeler ha detto allo staff di Charles Tyrwhitt che vuole che tutti lavorino in ufficio almeno tre giorni alla settimana.

“Questo è un messaggio difficile da trasmettere, ma l’importante è che facciamo la cosa giusta per l’azienda”, ha detto.

“Lo esamineremo tra sei mesi perché dobbiamo trovare un equilibrio adatto a tutti”, ha aggiunto. Ritiene che ci siano determinati ruoli nell’azienda, nel team di prodotto, nei reparti acquisti e vendite e che debbano rimanere in ufficio per più di tre giorni alla settimana.

Tre domande di Charles Wheeler

“Se potessi scegliere una vita, sarebbe Mick Jagger”

Chi è il tuo eroe principale?

Fernet [co-founder and chair emeritus of Nike]Mi piace che abbia iniziato la sua attività da zero e che si sia “attento”. Nike è una storia di perseveranza, resilienza, concentrazione e un atteggiamento “non mollare mai”. Apprezzo davvero tutte le qualità.

Qual è stata la prima lezione di leadership che hai imparato?

Dare l’esempio. L’azione parla piu ‘forte delle parole. A nessuno piace sentirsi dire cosa fare, ma se lo fai da solo, ti seguiranno fino alla fine del mondo.

Se non avessi fondato tu Charles Tyrwhitt, cosa faresti?

Voglio davvero essere una rockstar. Non ho una band con cui vorrei davvero suonare insieme, ma se posso scegliere una vita, sarà Mick Jagger.

“Se sentono che non hanno affatto bisogno di essere in ufficio, è fantastico, ma forse devono prendere in considerazione l’idea di trovare un lavoro, comprare e vendere in un’azienda che pensa di poter fare tutto il lavoro a casa”.

Quando gli ho chiesto cosa pensasse di lui i suoi dipendenti, Wheeler sembrava un po’ a disagio. Ha riflettuto per un momento: questa è stata la pausa più lunga della nostra conversazione di un’ora.

“Qualsiasi azienda con un migliaio di persone avrà una certa insoddisfazione”, ha detto infine.

L’eredità è una preoccupazione per i proprietari dei fondatori, specialmente nel caso di Wheeler, quando sei una famiglia di due imprenditori al dettaglio: sua moglie Chrissie Rucker è la fondatrice di The White Company, un rivenditore di articoli per la casa.

“Spero vivamente che Charles Tyrwhitt rimanga da solo, motivo per cui la società ha avuto un amministratore delegato che gestisce l’attività negli ultimi 14 anni”.

Wheeler ha detto che se l’azienda viene venduta a terzi, sarebbe una sorta di “vergogna”, ma è più preoccupato per la felicità del successore e per la buona gestione dell’azienda.

“Mi piace la sensazione di famiglia. Non mi piace perseguire vantaggi a breve termine. Per me, tutto riguarda ciò che è buono per l’azienda a lungo termine. Penso che questo spirito sia improbabile che continui nel caso di un vendita.”

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *