Che cos’è un contratto di esportazione a termine?

[ad_1]

Che cos’è un contratto di esportazione a termine?

Un tipo Contratto di cambio a termine L’opposizione alle esportazioni è un accordo tra importatori ed esportatori per convertire una quantità specificata di valuta dell’importatore nella valuta dell’esportatore. Ciò avviene alla data di scadenza del pagamento all’esportazione, utilizzando il tasso di cambio corrente al momento della firma del contratto di vendita. Il tasso di cambio consiste in rettifiche al prezzo spot della valuta, commissioni sulle transazioni bancarie e differenziali dei tassi di interesse valutari.

Punti chiave

  • Un contratto a termine per l’esportazione è un contratto tra un importatore e un esportatore in cui viene scambiata una certa quantità di valuta l’uno con l’altro.
  • I contratti a termine possono coprire il rischio di fluttuazioni dei tassi di cambio.
  • I contratti forward aiutano le aziende a prevedere completamente il flusso di cassa.
  • Nessuna delle parti del contratto può trarre profitto dalle variazioni dei principali tassi di cambio valuta che sono vantaggiose per loro.

Comprendere i contratti forward orientati all’esportazione

Lo scopo dei contratti di cambio a termine è quello di fornire un siepe Per tutelare importatori ed esportatori dal rischio di fluttuazioni dei tassi di cambio, tali fluttuazioni possono verificarsi tra la firma del contratto di vendita e il pagamento. Ciò avviene tramite un contratto a termine e il prezzo di vendita è specificato in base alla quantità di valuta dell’importatore necessaria per soddisfare il prezzo di vendita della valuta dell’esportatore. I contratti a termine possono essere stipulati fino a un anno in anticipo. Di solito sono creati dall’istituto finanziario dell’esportatore.

Se non esiste un contratto di cambio a termine, ciascuna delle parti può subire perdite economiche a causa di una forte variazione del tasso di cambio tra l’importatore e le rispettive valute dell’esportatore nel tasso di cambio tra il loro prezzo fisso e la consegna delle merci e il pagamento. Ad esempio, se la valuta dell’importatore si deprezza del 20% rispetto alla valuta dell’esportatore durante il periodo tra il contratto di vendita e il pagamento, l’importatore sarà effettivamente costretto a pagare per i beni acquistati più di quanto si aspettava di pagare al momento. commissioni più alte. Si è iscritto per comprarli.

Vantaggi e svantaggi dei contratti di cambio a termine

Il principale vantaggio dei contratti a termine in valuta estera è che possono aiutare tutte le parti coinvolte nella gestione del rischio.La certezza del contratto aiuta il progetto aziendale flusso di cassa E altri aspetti della pianificazione aziendale.

Lo svantaggio dei contratti a termine è che nessuna delle parti può trarre profitto da significative variazioni dei tassi di cambio a loro vantaggio. Per questo motivo, a volte le parti interessate sottoscrivono un contratto di cambio a termine solo per una parte del prezzo totale di vendita, in modo che sia possibile trarre profitto dalle variazioni del tasso di cambio a loro vantaggio.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *