Chi paga la tassa sui mutui a New York?

[ad_1]

Stai pensando di acquistare una proprietà a New York City?A meno che non paghi in contanti, devi considerare Imposta di registro ipotecarioSecondo il Dipartimento delle tasse e delle finanze di New York, lo stato ha tassato il “privilegio” di registrare i mutui.

Ciò significa che è necessario includere il costo di questa tassa di registrazione nel costo della proprietà, perché a seconda dell’entità del mutuo, questa può essere una spesa significativa.

Calcola l’aliquota fiscale del registro ipotecario

Il tasso è diviso in parti statali e locali. Le tasse solitamente pagate dall’acquirente/mutuatario devono essere pagate al momento dell’iscrizione del mutuo.

Per le proprietà residenziali del valore di 500.000 USD o meno, l’aliquota fiscale è del 2,05%. Per le proprietà del valore di $ 500.001 e oltre, l’aliquota fiscale è aumentata al 2,175%. In ogni caso, il creditore ipotecario paga lo 0,25% dell’imposta, mentre il mutuatario paga il resto. Se la proprietà è una casa di 1 o 2 famiglie, il mutuatario può godere di uno sconto di $ 30.

Qual è il numero reale delle tasse? Supponi di aver acquistato una bella casa unifamiliare a New York City a un prezzo basso di $ 650.000. La tua imposta sul registro ipotecario è di $ 14.137,50. Puoi anche ottenere uno sconto di $ 30 perché la casa è una casa unifamiliare e potresti avere diritto ad altri sconti. Una casa più modesta per $ 250.000 (se riesci a trovarla a quel prezzo) costerà $ 5.537,50 meno uno sconto di $ 30.

Il sito web del Dipartimento delle finanze di New York City ha un Calcolatore dell’imposta sul mutuo Aiuta a calcolare le tasse.

Due modi per evitare le tasse

Se rifinanziate la proprietà, potrebbe non essere necessario pagare la nuova tassa di registrazione, ma il vostro prestatore addebiterà le proprie commissioni per aiutarvi a qualificarvi per l’esenzione (soprattutto se rifinanziate tramite un prestatore diverso dal proprietario) Mutuo originale). Discuti questa opzione con il tuo prestatore per vedere se vale il prezzo.

Se si assume l’ipoteca del precedente proprietario, si può anche considerare di evitare l’imposta sul registro ipotecario.Questa procedura è chiamata trasferimento ipotecario o “accordo di fusione, estensione o modifica”. Le pratiche burocratiche coinvolte possono essere molto costose di per sé e potrebbero non essere più economiche del pagamento dell’imposta sul registro ipotecario, ma se si applica al tuo acquisto, vale la pena indagare.

Tieni presente che quando vendi la tua proprietà, l’imposta sul registro ipotecario può essere aggiunta al costo della tua proprietà, quindi tieni traccia dell’importo che hai pagato.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *