Come funziona l’industria della pubblicità televisiva

[ad_1]

Non quella TV pubblicizzare Sta per estinguersi, ma gli spot televisivi modello di business È in un periodo di grande trasformazione. Sì, ci riuniamo ancora per guardare gli spot pubblicitari durante il Super Bowl, ma dall’epoca d’oro della pubblicità rappresentata in “Mad Men”, le cose devono essere cambiate, quando uno spot televisivo potrebbe cambiare il mondo, o almeno invertire le cifre di vendita di un’azienda.

La pubblicità televisiva è ancora uno dei modi più efficaci per aumentare la consapevolezza del prodotto o del prodotto marca, Ma la spesa pubblicitaria si sta spostando verso il regno digitale e le società di media faticano a trovare soluzioni. Quella che segue è una panoramica di come funziona la pubblicità televisiva e di come cambia.

Il tempo è (quasi) tutto

Secondo il Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti, nel 2020, le persone di età pari o superiore a 15 anni guarderanno circa 3,1 ore di televisione al giorno. Negli Stati Uniti, la pubblicità televisiva ha sempre avuto il più alto tasso di investimento tra tutta la pubblicità sui media. Ogni canale ha un certo limite di tempo in termini di lunghezza degli annunci pubblicitari che può visualizzare, nonché restrizioni sugli argomenti.Pertanto, nel programma per bambini del mattino, potresti non vedere annunci di birra e alcuni cavo Rispetto alle reti più conservatrici, i canali possono eliminare annunci pubblicitari più vividi.

Per piccole imprese limitate Budget pubblicitarioÈ particolarmente importante scegliere il momento giusto per riprodurre i propri annunci al giusto prezzo. Non si tratta solo della frequenza con cui viene mostrato l’annuncio: si tratta di attirare il maggior numero possibile di occhi ogni volta che viene riprodotto. Anche i marchi e le società di media lavorano duramente per abbinare i dati demografici del pubblico per ogni spettacolo con il mercato dei prodotti venduti. La popolarità del programma e il numero di volte in cui l’inserzionista accetta di riprodurre l’annuncio avranno entrambi un impatto sul costo totale di esecuzione dell’annuncio.

Poiché è uno degli eventi più seguiti dell’anno negli Stati Uniti, nella maggior parte dei casi, gli annunci pubblicitari più costosi verranno visualizzati durante il Super Bowl. Nel 2015, la NBC ha addebitato circa US $ 4,5 milioni per la pubblicità di 30 secondi.Sebbene il modello di pubblicità televisiva sia in continua evoluzione a causa del passaggio alla programmazione online e ai servizi di streaming, come Netflix società(NFLX) E Hulu per fare pubblicità in eventi dal vivo come il Super Bowl, le Olimpiadi o il Saturday Night Live 40giorno La celebrazione dell’anniversario è ancora molto vivace. Se si tratta di un programma che le persone vogliono guardare in tempo reale, la pubblicità immobiliare è competitiva. Il termine “prima serata” era usato per riferirsi all’ora di punta del giorno in cui gli ascolti hanno raggiunto il picco, ma con l’avvento della visione di carnevale, del DVR e dei media in streaming, la definizione di prima serata è molto diversa dal passato.

Pre-pulizia e pulizia generale

Se hai letto di Industria televisiva, Potresti aver sentito tutte le informazioni sulla stagione precedente. Questa è la stagione delle prevendite in primavera e gli operatori di marketing possono acquistare spot televisivi (e annunci digitali) pochi mesi prima dell’inizio dell’autunno. Il primo pre-show ha avuto luogo nel 1962 e ora le principali reti annunciano i loro programmi imminenti ogni anno e sperano che lo spazio pubblicitario possa essere venduto. C’è anche un periodo di “pulizia” televisiva, che si svolge in un determinato periodo dell’anno, quando il programma inizierà improvvisamente ad avere ospiti speciali o grandi eventi imperdibili (si pensi al matrimonio di Cam e Mitchell nella sitcom ABC” Modern Family”). La morte di un personaggio principale è stata pubblicizzata, “Good Wife”). A sua volta, Nielsen Holdings (NLSN). I dati e gli ascolti di quel periodo sono utilizzati per determinare le tariffe pubblicitarie delle radio locali.

Gli inserzionisti e il web hanno utilizzato Nielsen Indicatore di valutazione e prezzo CPM (O costo per mille persone, barometro del costo per arrivare a 1.000 spettatori). Al giorno d’oggi, poiché la tecnologia cambia il modo e quando le persone guardano gli spettacoli, questa misurazione è diventata meno importante. Se gli inserzionisti iniziano a concentrarsi sul targeting di tipi specifici di pubblico, possono smettere di prestare attenzione all’ora esatta in cui va in onda lo spettacolo. Si tratta di trovare il pubblico giusto, senza presumere che un certo periodo di tempo sia un biglietto d’oro.

secondo”genere“La società “incline a investire dagli 8 ai 9 miliardi di dollari USA per la trasmissione di spot televisivi in ​​prima serata” e investe altri 9-10 miliardi di dollari USA ogni anno. Fase iniziale. Per decenni, i programmi in onda tra le 20:00 e le 23:00 sono stati l’obiettivo principale. Questo è ancora un periodo di tempo ambito, ma la spinta alla digitalizzazione lo ha reso meno popolare.

Passa al digitale

Con l’avvento di DVR e TiVo, il modello di pubblicità televisiva ha subito enormi cambiamenti. Improvvisamente, gli spettatori possono scegliere se guardare l’annuncio e milioni di persone iniziano ad avanzare velocemente. Nel 2014, Time Warner Corporation (TWX) ha dichiarato che le entrate pubblicitarie nazionali della sua Turner Broadcasting Cable Network (CNN, TBS e TNT) erano deludenti. Nel primo trimestre del 2015, Discovery Communications Inc. (cd) Ha affermato che le entrate pubblicitarie sono aumentate solo dell’1% e che le sue valutazioni durante questo periodo erano basse. Questi numeri possono essere causati da molti fattori, ma il passaggio alla digitalizzazione sta senza dubbio cambiando le regole del gioco.

Inoltre, la compagnia di assicurazioni Allstate Corp. (Tutti) Dire Dal 2013 al 2015 trasferirà alla pubblicità digitale circa il 20% degli introiti pubblicitari televisivi. Molti marchi spostano anche parte dei loro budget sui video online per rivolgersi a un pubblico più giovane che ha maggiori probabilità di essere intrattenuto online.

Gli inserzionisti hanno speso tra 8,17 miliardi di dollari e 8,94 miliardi di dollari in programmi radiofonici in prima serata nel 2014-2015, secondo “genere. “In confronto, nel 2013 erano da 8,6 a 9,2 miliardi di dollari USA. Hanno messo da parte “9,6 miliardi di dollari USA in impegni pubblicitari anticipati via cavo”. Cento milioni di dollari USA”.

Un’altra mossa importante è che CNBC, una sussidiaria di NBCUniversal, ha annunciato che a partire dal quarto trimestre del 2015, i suoi programmi di notizie economiche diurne non si baseranno più sui dati Nielsen. Pubblicità settimanale. In altre parole, quando si tratta di spot televisivi, un nuovo modello di business Sta prendendo forma. Aziende come Netflix non si affidano nemmeno alle entrate pubblicitarie, quindi le reti e gli inserzionisti tradizionali stanno cercando di trovare modi nuovi e migliori per attirare il pubblico target.

Linea di fondo

Al giorno d’oggi, a differenza dello spettacolo “Advertising Maniac”, gli spot televisivi sono la risorsa principale dei marchi che cercano di diffondere informazioni sui loro prodotti. Sebbene i programmi di eventi come il Super Bowl siano ancora redditizi, le aziende competono con i DVR, lo streaming online e i giovani spettatori per l’intrattenimento online o sui telefoni cellulari piuttosto che in TV. Tuttavia, esistono ancora tradizioni come le settimane anticipate e radicali e la pubblicità televisiva è una parte importante del piano di marketing di qualsiasi azienda.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *