Come gli investitori americani acquistano azioni Nintendo

[ad_1]

Nintendo è uno dei marchi che ogni americano conosce. Ma le sue operazioni commerciali sono poco conosciute, probabilmente perché calcola i profitti in yen giapponesi invece che in dollari statunitensi.

Questi profitti sono considerevoli in qualsiasi valuta. Dopo diversi anni difficili, una nuova console di gioco Nintendo Switch è diventata il supereroe dell’azienda. Il suo utile netto (in dollari USA) è passato da 146 milioni di dollari USA nel 2016, Prima del lancio di Switch, entro il 2019 supererà 1,7 miliardi di dollari. Ad agosto 2021, il valore di mercato di Nintendo è di circa 61,1 miliardi di dollari.

Punti chiave

  • Le azioni Nintendo sono negoziate nelle borse di Tokyo e Osaka.
  • Gli investitori americani possono acquistare gli ADR di Nintendo fuori sede.
  • NTDOY e NTDOF sono i codici delle azioni di due Nintendo ADR.

Questi numeri potrebbero indurre gli investitori statunitensi a chiedersi come possono investire in Nintendo, dove non si recano a Tokyo o Osaka per la compravendita di azioni. In effetti, possono acquisire azioni Nintendo in vari modi.

Ricevuta del Depositario Americano

Gli investitori statunitensi possono acquistare azioni Nintendo Ricevuta del Depositario Americano (ADR), sono quotate sul mercato azionario statunitense.

Gli ADR non sono così ampiamente conosciuti come le azioni, sebbene esistano dal 1927. Un ADR può rappresentare un’azione, più azioni o una piccola parte delle azioni di una società estera. In altre parole, un ADR può contenere 10 azioni estere o un decimo di azioni estere.

Gli ADR sono gestiti da banche o società di brokeraggio e venduti a investitori che desiderano detenere azioni in società estere per diversificare i propri portafogli di investimento evitando alcuni dei costi, della burocrazia e delle tasse associati alla detenzione diretta di azioni di società estere.

Due opzioni

Gli investitori statunitensi possono acquistare transazioni Nintendo ADR sul bancone (OTC) e codice azionario NTDOY. Un NTDOY ADR rappresenta un ottavo delle azioni di Nintendo negoziate in Giappone. Pertanto, gli investitori americani devono acquistare 8 azioni di NTDOY per essere pari a un’azione comune di Nintendo.

Un altro Nintendo ADR utilizza il codice azionario NTDOF per operare sul bancone statunitense. Un NTDOF ADR è equivalente a un titolo ordinario di Nintendo scambiato in Giappone.

Un NTDOY ADR rappresenta un ottavo delle azioni Nintendo e un NTDOY ADR è uguale a un’azione Nintendo.

Gli investitori americani devono tenere a mente tasso di cambio Quando acquisti Nintendo ADR, è compreso tra USD e JPY. Al 4 agosto 2021, 1 dollaro USA equivale a 109,17 yen giapponesi.

Ad esempio, a un tasso di cambio di 100 yen per dollaro USA, se un’azione di Nintendo viene scambiata a 20.000 yen in Giappone, NTDOF verrà scambiata a circa $ 200 per azione.

Poiché NTDOY è un ottavo delle azioni ordinarie, il suo prezzo di negoziazione è circa un ottavo di NTDOF. Pertanto, se il prezzo di transazione di NTDOF è $ 200, il prezzo di transazione di NTDOY è di circa $ 25.

Gradi di libertà di contrasto NTDOY

Quando si sceglie tra NTDOY e NTDOF, gli investitori devono considerare il volume degli scambi di questi due ADR.

Il volume degli scambi di un titolo o ADR è importante perché influisce sulla sua fluiditàPiù ADR Nintendo vengono scambiati, minore è lo spread tra l’acquisto e la vendita di ADR, più è probabile che sia.

Problema di quantità

Il volume degli scambi di NTDOY è superiore a quello di NTDOF, rispetto alle migliaia, centinaia di migliaia di NTDOF di NTDOF che vengono scambiati ogni giorno. Man mano che il numero di transazioni azionarie diminuisce, il prezzo dell’ADR può oscillare ancora di più.

La possibilità di aumentare o diminuire le azioni dopo un’acquisizione è un’altra considerazione per gli investitori statunitensi quando decidono su NTDOY o NTDOF. Poiché NTDOY rappresenta solo un ottavo delle azioni, i suoi investitori possono aumentare o diminuire più facilmente il loro interesse in Nintendo.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *