Come il sindacato cambia lo sport professionistico

[ad_1]

Considerando i milioni di dollari in affari per gli atleti di oggi, è facile dimenticare che i pionieri dei campionati sportivi più famosi d’America – superstar iconiche come Oscar Robertson, Johnny Uniontas e Gordy Howe – sono vittime di capi prepotenti, aspettative esigenti e salari sbilanciati .

Questi atleti sono trattati come proprietà e non hanno diritto a ricevere pensioni, prestazioni sanitarie o anche le rette del pranzo per le gare su strada.Nella maggior parte dei casi, il loro Unione dei lavoratori Nato da condizioni di lavoro inique e salari insufficienti.

Gli atleti professionisti di oggi non devono pagare alcuno stipendio pur godendo di tutti i vantaggi. Nelle seguenti situazioni di campionato, alcuni giocatori coraggiosi sono determinati a opporsi al capo e pretendono una giusta quota delle entrate fornite dai loro talenti.

  • Nel 1955, la leggenda dell’hockey Tim Horton dovette accettare un lavoro estivo per sbarcare il lunario.
  • I giocatori della NFL sono responsabili della manutenzione delle loro uniformi.
  • I giocatori della MLB non hanno vinto il sistema di free agency fino al 1975.

Lega nazionale di hockey

Poco prima dell’istituzione della National Hockey League Players Association (NHLPA) nel 1967, è stato riferito che il reddito medio annuo dei giocatori era di circa $ 10.000 a $ 15.000 e non c’erano pensioni o piani di assistenza sanitaria. È normale che i giocatori della NHL lavorino in estate per sostenere le loro famiglie.

Nel 1955, Tim Horton, guardia stellare dei Toronto Maple Leafs, operaio edile estivo e ora popolare franchising canadese di caffè e ciambelle con lo stesso nome, si ruppe una gamba durante una partita. Se un giocatore salta una partita e Horton salta alcune partite, non verrà pagato. Senza un piano di assistenza sanitaria e senza reddito, gli Horton hanno difficoltà a pagare le bollette. Dopo l’infortunio, Horton non era così efficace. La dirigenza dei Leafs gridò “indifferente” e gli tagliò lo stipendio l’anno successivo.

Questo trattamento ha ispirato Ted Lindsay dei Detroit Red Wings a unire i giocatori per formare un sindacato alla fine degli anni ’50. Per indebolire questo movimento, i Red Wings scambiarono Lindsey a Chicago, dove era meno efficace nell’organizzare i giocatori chiave. Anche altri giocatori influenti della lega furono scambiati o esiliati nelle leghe minori.

Non è stato fino al 1967 che i giocatori sono stati in grado di unirsi in un numero abbastanza grande da convincere i capi a riconoscere i requisiti della NHLPA e smettere di punire i giocatori per diventare membri.

Nella stagione 2019-2020, lo stipendio medio dei giocatori della NHL varia da 1,54 milioni di dollari per i Toronto Maple Leafs a 3,32 milioni di dollari per i Minnesota Wilds.

Il salario minimo è di 700.000 dollari.

Nel 2021, lo stipendio medio della Major League Baseball è di 4,17 milioni di dollari USA. Si tratta di un calo del 4,8% rispetto all’intera stagione precedente.

Major League Baseball

Per molto tempo, il baseball è stato un grande business negli Stati Uniti, ma molte incarnazioni della Major League Baseball Players Association (MLBPA) hanno ricevuto una parte significativa delle entrate pagate ai giocatori.

Già nel 1885, iniziarono a organizzare la Confraternita dei giocatori professionisti di baseball. I giocatori non vogliono solo aumentare i loro stipendi. Ancora più importante, vogliono porre fine alla clausola di riserva, che essenzialmente conferisce al proprietario il diritto di controllare dove i giocatori possono giocare.

Nel 1887, Rivista Lippincott La regola di ritenzione è descritta come “un handle utilizzato per manipolare le transazioni dei giocatori, una speculazione sul bestiame, in questo modo vengono comprati e venduti come tante pecore”.

Le loro fortune non cambiarono davvero fino al 1965, quando un gruppo di giocatori assunse Marvin Miller, un ex economista della American Steelworkers Federation. Miller li ha aiutati a negoziare il primo contratto collettivo per gli sport professionistici.

Questa transazione aumenta il salario minimo da US $ 6.000 a US $ 10.000 e stabilisce l’Associazione dei giocatori come un sindacato formale. I neo-abilitati iniziano una serie di azioni legali contro la MLB per contestare i termini della riserva.La vittoria finale arriva nel 1975, aprendo le porte ai free agent.

Lo stipendio medio della MLB per la stagione MLB 2021 è di 4,17 milioni di dollari. Si tratta in realtà di un calo del 4,8% rispetto all’intera stagione precedente.

Poi ci sono affari pesanti. Francisco Lindo dei New York Mets, Fernando Tatis Jr. dei San Diego Padres e Mike Trout dei Los Angeles Angels hanno firmato contratti pluriennali per un valore di oltre 300 milioni di dollari, solo per citarne alcuni.

Lega nazionale di calcio

Nel 1956, dopo essere stati convinti di essere stati ingannati dal proprietario della squadra, i Green Bay Packers e i Cleveland Browns formarono un sindacato. Presto si unirono altri giocatori della lega, tra cui le leggende Don Shura e Frank Gifford.

A quel tempo, se un giocatore perdeva la partita a causa di un infortunio, non veniva pagato.Sono responsabili della manutenzione delle loro uniformi e attrezzature, non ne hanno ricevuto nessuno Indennità giornaliera Soldi quando si viaggia.

Le carriere passate e presenti nella NFL sono state brutali e di breve durata. La durata media della carriera di un giocatore della NFL è di 3,3 anni.

Il sindacato dei giocatori ha costretto con successo la lega a risolvere le loro rimostranze e ha stabilito un salario minimo formale e un piano pensionistico.

Per il 2021, il salario minimo per i giocatori della NFL con un contratto di un anno è di $ 660.000.

Lo stipendio medio annuo per la stagione 2019-20 varia da $ 2,05 milioni per un giocatore dei Miami Dolphins a $ 4,71 milioni per un giocatore degli Atlanta Falcons.

Associazione Nazionale Basket

Nel 1954, il miglior giocatore NBA Bob Cousy ha riunito altri giocatori influenti per creare l’NBA Players Association (NBAPA). Se il commissario NBA Maurice Podolov ha rifiutato la loro richiesta, hanno minacciato di ritirarsi dall’All-Star Game del 1955.

Alcune delle prime vittorie del sindacato includono un’indennità di $ 7 al giorno, il costo del trasferimento dei giocatori negli scambi di metà stagione e un taglio maggiore delle entrate dei playoff.

I giocatori hanno anche ricevuto una serie di aumenti di stipendio. Prima che il sindacato fosse fondato, il salario medio per i giocatori era di $ 8.000 e non c’era un salario minimo.

Nella stagione 2019-2020, lo stipendio medio in NBA è di 8,32 milioni di dollari. Lo stipendio medio è di 4 milioni di dollari.

Le stelle guadagnano di più, di più. Entro la stagione 2020-2021, Stephen Curry dei Golden State Warriors può raggiungere i 43 milioni di dollari.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *