Come le auto usate diventano il prossimo campo di battaglia dell’e-commerce

[ad_1]

Finora quest’anno, nuove società focalizzate sulla vendita di auto usate online hanno raggiunto accordi e raccolto quasi 6 miliardi di dollari, poiché gli investitori scommettono sull’ultima grande categoria di spesa dei consumatori per evitare interruzioni dell’e-commerce e alla fine passare al digitale.

Start-up e gruppi di commercio automobilistico decennali che esistevano a malapena prima della pandemia stanno correndo per stabilire mercati online, marchi di consumo e costose infrastrutture logistiche per entrare nel prezioso mercato globale delle auto usate Quasi 1 trilione di dollari USA Un anno.

“Rispetto a quasi tutti gli altri settori della vendita al dettaglio, la trasformazione online nel settore automobilistico è in ritardo rispetto alla trasformazione online, ma ora sta recuperando terreno”, ha affermato Alex Chesterman, fondatore e CEO di Cazoo, con sede nel Regno Unito. ) Ha affermato che l’azienda si aspetta entrate a crescere di 300 quest’anno a quasi 1 miliardo di dollari USA.

Il rivenditore di auto digitali di Chesterman passerà Un affare da 8 miliardi di dollari Quest’estate ha collaborato con una società americana di acquisizioni per scopi speciali e ha generato quasi 1 miliardo di dollari di entrate. Il più grande concorrente britannico di Cazoo, Cinch, ha raccolto 1 miliardo di sterline (1,4 miliardi di dollari) in nuovo capitale a maggio.

Cinch e Cazoo sono solo due dei più grandi esempi di quanto carburante sia stato inondato nei siti di auto usate in tutto il mondo, dall’India al Messico.

Tom Leathes, il co-fondatore di Motorway, un’altra startup automobilistica britannica, ha dichiarato: “Questo sembra l’ultimo grande ostacolo alla transizione verso un’economia digitale”.

Le aziende in Europa, America Latina e Asia sperano tutte di replicare il successo del pioniere Carvana con sede in Arizona, fondato nel 2012 e che ora vale più di 50 miliardi di dollari.

Dopo una crescita annuale dei ricavi del 42% nel 2020, il prezzo delle azioni di Carvana è più che raddoppiato negli ultimi 12 mesi. Tuttavia, si stima che la sua quota nel frammentato mercato delle auto usate degli Stati Uniti sia inferiore all’1% e i rialzisti ritengono che ciò mostri un enorme potenziale di crescita.

Per anni, i consumatori hanno cercato online il loro prossimo acquisto di auto. Ma le transazioni vengono generalmente eseguite offline, anche se sono organizzate tramite siti Web come Auto Trader. Il blocco della pandemia ha creato condizioni fertili per convincere più acquirenti di auto a controllare online per la prima volta e per i concessionari a spostare la loro attenzione dal cortile a Internet.

“La percezione del settore del business online è cambiata drasticamente”, ha detto Leathes, dopo che Motorway ha raccolto 68 milioni di dollari il mese scorso per stabilire il suo mercato online, dove i concessionari fanno offerte per le auto private. “Negli ultimi 12 mesi, tutti i concessionari di auto devono diventare concessionari di auto online”.

Alex Chesterman, fondatore e CEO di Cazoo . con sede nel Regno Unito

Alex Chesterman, fondatore e CEO di Cazoo, con sede nel Regno Unito, ha dichiarato: “Rispetto a quasi tutti gli altri settori della vendita al dettaglio, la trasformazione online del settore automobilistico è in ritardo rispetto alla trasformazione della rete, ma ora Recupera”. © Daniel Jones/FT

Allo stesso tempo, la carenza di chip causata dall’interruzione della produzione di Covid-19 si è estesa alla catena di fornitura automobilistica globale.La produzione di nuove auto è limitata Spingere i prezzi L’intensificarsi della concorrenza nel mercato delle auto usate è diventata la principale forza trainante del mercato delle auto usate Inflazione in aumento A cavallo delle economie avanzate.

Secondo i dati citati da Cazoo nella sua presentazione agli investitori, la dimensione del mercato delle auto usate nel Regno Unito e in Europa nel 2019 ha raggiunto i 480 miliardi di sterline ($ 660 miliardi), che è molto più grande dei pilastri dell’e-commerce come l’abbigliamento o l’elettronica di consumo .

Ma durante la pandemia, meno dell’1% delle vendite di auto usate è stato effettuato online. Al contrario, i canali digitali rappresentano un terzo delle vendite di abbigliamento e la metà della vendita al dettaglio di elettronica.

“Tre anni fa, convincere le persone a spendere 20.000 sterline per l’e-commerce era un grande appello”, ha affermato Will Turner, partner dell’investitore tecnologico Draper Esprit e Cazoo investor.

Per consentire agli acquirenti di auto di acquistare online con maggiore sicurezza, piattaforme digitali come Cazoo, Cinch e Autohero in Europa hanno introdotto funzionalità simili ad Amazon, come resi impeccabili entro 7 giorni e consegna entro pochi giorni.

Chesterman prevede che entro cinque o sette anni ben il 30% del mercato delle auto usate si sposterà online. Ma per sbloccare questa opportunità multimiliardaria sono necessari enormi investimenti nell’acquisizione di scorte, nella costruzione di centri di ristrutturazione e infrastrutture di consegna e nel marketing.

“Fondamentalmente parlando, la sfida è sempre stata un modello oneroso, complicato e costoso”, ha affermato Rebecca Hunter, partner di Octopus Ventures, investitore di Cazoo. “Non c’è modo di sbarazzarsi di questo.”

Ad esempio, a causa delle dimensioni e del prezzo del bene, il costo di stoccaggio e consegna dell’inventario e di elaborazione dei resi è molto più elevato rispetto ad altri tipi di vendita al dettaglio online.

“Ovviamente, c’è molta domanda”, ha detto Hunter, “ma nessuno può fornire su larga scala”.

Carvana è un pioniere con sede in Arizona, fondato nel 2012 e che ora vale più di 50 miliardi di dollari.

Carvana è un pioniere con sede in Arizona, fondato nel 2012 e che ora vale più di 50 miliardi di dollari. © Laura Buckman/Bloomberg

Questo sta cambiando rapidamente poiché gli investitori promuovono acceleratori attraverso una serie di finanziamenti privati, offerte pubbliche iniziali e transazioni aziendali con assegni in bianco.

La tedesca Auto1, proprietaria di Autohero, ha raccolto 1,2 miliardi di dollari USA di capitale attraverso un’offerta pubblica iniziale a febbraio, con una valutazione di circa 8 miliardi di euro.Un altro nuovo elenco visto il mese scorso Aramis – Gestione dei mercati delle auto usate in Francia, Spagna, Belgio e Regno Unito – Raccolti circa 300 milioni di dollari in nuovi fondi.

Nelle transazioni private, la messicana Kavak ha raccolto 485 milioni di dollari ad aprile con una valutazione di 4 miliardi di dollari, mentre SoftBank ha effettuato un investimento di 360 milioni di dollari in Carro con sede a Singapore a giugno. In India, Spinny ha raccolto $ 165 milioni da investitori tra cui Tiger Global finora quest’anno.

Il partner della società di private equity Thibaut Large (Thibaut Large) ha dichiarato: “L’opportunità di mercato qui è così grande che vuoi avere i migliori partecipanti al capitale”. Tiande Capital, principale azionista di Cinch.

Sebbene il suo concorrente britannico Cazoo sia stato fondato solo da tre anni, Cinch fa parte del 75enne Constellation Automotive Group, che è anche la società madre di webuyanycar.com e BCA, la più grande azienda di aste di auto del Regno Unito. TDR Privatizzare BCA A metà del 2019.

La scorsa settimana, TDR e alcuni investitori che sostengono Cinch hanno anche investito 400 milioni di euro in CarNext, che opera nell’Europa continentale, per acquisire Autohero.

“C’è una domanda potenziale in uno di questi mercati”, ha detto Large. “I consumatori sono insoddisfatti di tutti i modi tradizionali di acquistare auto usate, quindi hanno colto l’opportunità di acquistare auto usate [online]. “

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *