Come Robert Dugan è diventato un miliardario

[ad_1]

Robert Duggan è un imprenditore e miliardario americano. La sua filosofia di investimento è “non solo cambiare”Si tratta di apportare modifiche per il progresso di tutto il personale interessato. “ Per più di cinque anni, Duggan ha svolto un ruolo importante nel processo di crescita Startup E invertire la società fallita. La sua storia di venture capital comprende un’azienda di chirurgia robotica, un panificio di biscotti e numerose aziende tecnologiche.

Il patrimonio netto di Robert Dugan

Al 16 giugno 2021, il patrimonio netto di Dugan è stimato a 1,8 miliardi di dollari. È un membro della Chiesa di Scientology e secondo i rapporti ha donato più di 360 milioni di dollari alla chiesa nel corso della sua vita.

Nel maggio 2015, Duggan ha venduto Pharmacyclics ad AbbVie per 21 miliardi di dollari, facendo notizia. Come Amministratore Delegato (CEO) In Pharmacyclics, Duggan ha guidato le fortune dell’azienda biofarmaceutica verso un cambiamento sorprendente: il prezzo delle sue azioni è passato da 0,57 dollari USA per azione nel febbraio 2009 a più di 260 dollari USA per azione solo sette anni dopo.

Secondo i rapporti, Duggan ha venduto Pharmacyclics ad AbbVie per un utile netto di 3,5 miliardi di dollari al lordo delle imposte. Quella che segue è una panoramica di come Robert Duggan è passato da umili origini a una delle persone più ricche del mondo.

Primi anni ed educazione scolastica

Duggan è nato nel 1944, il terzo di cinque figli di una famiglia della classe medio-bassa a San Jose, in California. Suo padre è un immigrato irlandese e un ingegnere industriale, e sua madre è un’infermiera registrata.Quando gli è stato chiesto della sua infanzia, Dugan ha detto: “Noi [our family] Guadagniamo circa 800 dollari al mese… Negli ultimi giorni di ogni mese, cerchiamo monete, centesimi e cinque centesimi persi in casa. [to pay the bills].”

Da bambino, Dugan giocava a basket e a calcio. Dopo aver compiuto 18 anni nel 1962, Dugan ha frequentato l’Università della California, Santa Barbara, dove ha studiato economiaTuttavia, si ritirò dal programma nel 1966 e divenne uno studente presso l’Università della California, a Los Angeles, dove studiò gestione aziendale per due anni, ma non si laureò mai.

Che istruzione hanno i miliardari?

Prime attività commerciali

La carriera imprenditoriale di Duggan è iniziata nel 1971, quando ha investito $ 100.000 per acquistare una quota del 50% in Sunset Designs, un’azienda di ricami per bambini. Il design del marchio “Jiffy Stitchery Kits” dell’azienda è venduto in oltre 7.000 negozi al dettaglio. Sunset Designs è stata successivamente acquisita dal gruppo britannico di beni di consumo Reckitt e Benckiser Group per 15 milioni di dollari.

Come imprenditore seriale, Duggan è impegnato in più attività contemporaneamente. Come membro del consiglio di Sunset Designs, ha fondato Paradise Bakery nel 1976. Sotto il suo investimento e la sua guida, l’azienda ha stabilito una partnership per fornire biscotti a McDonald’s, Disney World e KFC. L’azienda è stata venduta nel 1987 ed è ora di proprietà di Panera Bread.

Da allora, Duggan ha avviato e investito in molte altre attività. Ciò include una società tecnologica che fornisce servizi informatici al governo degli Stati Uniti. Ha anche fondato Metropolis Media con un investimento di $ 3 milioni e alla fine lo ha venduto per $ 45 milioni.

Costruisci un’azienda da un miliardo di dollari

Duggan ha investito per la prima volta in Pharmacyclics nel 2005 e ha collaborato con Consiglio di Amministrazione Due anni dopo. Nel 2008, dopo che il CEO originale si è dimesso dalla travagliata società biofarmaceutica, è stato nominato CEO.

Forbes Secondo i rapporti, Duggan ha iniziato ad aumentare le sue partecipazioni nell’intervallo di $ 10. Mentre il prezzo delle azioni continuava a scendere, ha continuato ad accumulare azioni, raggiungendo $ 2 per azione nel 2007. Alla fine ha acquisito una quota del 24,2% nella società.

In un discorso di inaugurazione del 2009 all’Università della California, a Santa Barbara, ha detto ai laureati in scienze e matematica che l’azienda è “sulla strada del disastro”.

Durante il suo mandato dal 2008 al 2015, Dugan ha salvato Pharmacyclics e ha trasformato l’azienda in un colosso da un miliardo di dollari con oltre 500 dipendenti. Questo cambiamento è dovuto principalmente al successo di Imbruvica, un farmaco usato per trattare la leucemia linfatica cronica.

Di conseguenza, le azioni di Pharmacyclics sono aumentate notevolmente. Nel 2015, AbbVie ha annunciato che avrebbe acquisito Pharmacyclics per 21 miliardi di dollari. Secondo i rapporti, Dugan ha ricevuto 3,5 miliardi di dollari di entrate dall’asta.

Milionario benevolo

Durante la sua carriera, Dugan è stato coinvolto in molti caritatevole Lavoro duro. Sia lui che sua moglie Trish hanno restituito alla loro alma mater, l’Università della California, in vari modi, inclusi i due presidenti accademici della scuola di finanziamento e il finanziamento di borse di studio sportive.

In qualità di devoto scientologist, Dugan ha donato milioni di dollari alla chiesa di Scientology e alle organizzazioni no-profit ad essa affiliate.Dugan ha detto Tempi della baia di Tampa La sua donazione alla chiesa ha superato la cifra di 360 milioni di dollari USA Forbes. La sua donazione alla Chiesa di Scientology ha aiutato a finanziare le missioni e la manutenzione della Freewind Horn, una nave da crociera che ha tenuto ritiri religiosi per i residenti della parrocchia.

Parlando del suo contributo finanziario alla chiesa, Dugan ha detto: “Scientology e ciò che mi fornisce nei corsi e in altri progetti mi hanno guidato a diventare una persona migliore e più capace. Pertanto, sento che condividere il mio successo finanziario con Scientology è un onore e un obbligo personale».

Linea di fondo

Robert Duggan vanta oltre 50 anni di successi imprenditoriali. Nel corso degli anni, Duggan ha partecipato a molte aziende di un’ampia gamma di settori e le ha guidate al successo, aumentando così la sua ricchezza.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *