Come si calcola il tasso di rotazione delle scorte?

[ad_1]

Questo Fatturato di inventario Il rapporto è un importante indicatore di efficienza che confronta il numero di prodotti che un’azienda ha a disposizione (chiamato inventario) con il numero di vendite. In altre parole, il tasso di rotazione dell’inventario misura il numero di volte in cui l’inventario è stato venduto in un determinato periodo di tempo.

Punti chiave

  • Il tasso di rotazione dell’inventario è un rapporto che mostra il numero di volte in cui l’inventario è stato venduto in un determinato periodo di tempo.
  • Dividendo il costo delle vendite (COGS) per l’inventario medio in un periodo specifico si otterrà il tasso di rotazione dell’inventario.
  • Questo rapporto aiuta l’azienda a capire se l’inventario è troppo alto o troppo basso e le vendite relative all’inventario acquistato.

Calcola fatturato inventario

Tasso di rotazione dell’inventario Può essere calcolato dividendo per Costo dei beni venduti Inventario medio per un periodo specifico.

Il motivo per l’utilizzo dell’inventario medio è che la maggior parte delle aziende subisce fluttuazioni delle vendite durante l’anno, quindi l’utilizzo dell’inventario corrente nei calcoli può produrre risultati distorti. Ad esempio, l’inventario di rivenditori come Macys Inc. (maschio) Può aumentare nei mesi precedenti la festività e può diminuire nei mesi successivi alla festività.

Inventario medio Solitamente utilizzato per calcolare il fatturato dell’inventario per tenere conto dei cambiamenti stagionali nelle vendite. L’inventario medio viene calcolato aggiungendo l’inventario iniziale e l’inventario finale e dividendo per due.

Questo rapporto utilizza l’inventario medio per tenere conto del flusso e riflusso delle normali vendite stagionali.

Formula del tasso di rotazione dell’inventario

Fatturato di inventario = Costo delle vendite / ((Inventario iniziale + Inventario finale) / 2)

Il calcolo del tasso di rotazione dell’inventario può essere effettuato anche dividendo le vendite totali per l’inventario.Tuttavia, poiché le vendite sono generalmente registrate in Valore di mercato E l’inventario registrato al costo, questo confronto può produrre risultati falsi ed esagerati.

La maggior parte delle aziende utilizza Costo dei beni venduti (COGS) come numeratore anziché vendite totali, perché COGS riflette il costo totale di produzione dei beni in vendita, esclusi i ricarichi al dettaglio.

Spiegare il fatturato dell’inventario

L’azienda utilizza l’inventario Turnover Contribuisci a fornire informazioni per la produzione, le prestazioni di vendita e le decisioni di marketing.

Questo rapporto fornisce al management informazioni dettagliate sull’acquisto dell’inventario e sulle prestazioni di vendita. Ad esempio, se l’inventario è elevato, potrebbe indicare che le prestazioni di vendita dell’azienda sono scarse o che ha acquistato troppo inventario. In risposta, le vendite devono aumentare o l’inventario in eccesso può far pagare all’azienda le spese di stoccaggio.

È importante che le vendite e gli acquisti di inventario siano coerenti tra loro. Se i due non sono sincronizzati, alla fine si rifletterà nel tasso di rotazione dell’inventario.

Esempio di rotazione delle scorte

Ci sono le seguenti cifre sui libri di una società:

La formula per calcolare il tasso di rotazione delle scorte per il periodo corrente è:

  • $ 150.000 / (($ 75.000 + $ 12.000) / 2)
  • Tasso di rotazione dell’inventario = 3.45

Ciò indica che l’azienda ha venduto l’intero inventario medio più di 3 volte in un determinato periodo.

Perché il turnover delle scorte è importante

Il miglior tasso di rotazione dell’inventario dipende dall’attività e dal settore in questione, quindi l’attuale tasso di inventario dell’azienda deve essere sempre confrontato con le sue prestazioni passate e le prestazioni di altre aziende del settore.

Un rapporto basso può indicare scarse vendite o inventario arretratoLe scarse vendite possono essere il risultato di pubblicità non valida, prodotti di scarsa qualità, troppo cari o obsoleti.eccessivo azione Può anche essere costoso, perché l’inventario nel magazzino costerà fondi commerciali per la produzione, ma non genererà entrate.

Sebbene un alto tasso di rotazione delle scorte sia migliore di un tasso basso, che non sempre indica efficiente modello di businessRapporti elevati possono riflettere forti vendite. Tuttavia, l’elevato rapporto può anche essere dovuto a bassi livelli di inventario.Se l’ordine non può essere completato in tempo per abbinare le vendite, l’azienda potrebbe perdere clienti.

Il tasso di rotazione delle scorte riflette la liquidità dell’azienda. Ad esempio, se l’inventario non può essere girato rapidamente, l’azienda potrebbe incontrare problemi di flusso di cassa. Tuttavia, le aziende con tassi di rotazione più elevati ed efficienti saranno in grado di generare liquidità molto rapidamente.

Le banche e i creditori di solito utilizzano l’inventario come garanzia per i prestitiPertanto, è importante che le aziende dimostrino che le loro vendite corrispondano ai loro acquisti di inventario e che i processi siano gestiti correttamente.

I tassi di rotazione delle scorte variano da settore a settore. Ad esempio, il rapporto delle aziende automobilistiche potrebbe essere inferiore a quello delle aziende di abbigliamento.

Tutte le informazioni necessarie per calcolare il tasso di rotazione delle scorte di un’azienda sono disponibili sul suo sito web Bilancio d’esercizio.COGS può essere Prova di reddito, E puoi trovare l’inventario iniziale e finale In bilancio.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *