Commento: TraceTogether e SafeEntry non sono mai infallibili nell’evitare il porto di pesca più vicino e il cluster KTV

[ad_1]

Singapore: Singapore ha uno dei siti Web di monitoraggio, monitoraggio e accesso sicuro COVID-19 più sottoscritto al mondo. Quindi, come torniamo alla fase 2 (allerta avanzata)?

Si è tentati di incolpare la tecnologia di invadenza o mancanza di robustezza, ma è sbagliato.

Uno sguardo alle recenti epidemie mostra che quando è all’opera un comportamento umano incompatibile, dovremmo evitare di fare eccessivo affidamento sulle soluzioni tecnologiche.

Leggi: Commento: COVID-19 ha messo in luce la nostra mancanza di inclusione digitale

Le persone possono disattivare il segnale Bluetooth

Il cluster KTV è un buon esempio. La maggior parte di queste lounge si trova nei centri commerciali e nei quartieri degli affari.

TraceTogether-SafeEntry (TT/SE) deve solo entrare nel complesso invece di un singolo punto vendita Da metà maggio.

Sebbene il suo utilizzo sia obbligatorio, nulla impedisce a qualcuno di disattivare il Bluetooth sul telefono dopo la scansione nel punto di ingresso, disabilitando così la funzione di tracciamento.

Il gettone, invece, è ancora valido, ma deve essere utilizzato anche a stretto contatto con il lettore, e potrebbe non essere mostrato all’ingresso in lounge.

Una volta dentro, se il proprietario consente al cliente di contattare il cliente in violazione della distanza di sicurezza e del contratto di occupazione minima, e tollera attività personali pericolose tra il cliente e la cameriera, la “farfalla” da una stanza all’altra aumenterà il rischio di infezione e trasmissione, quindi il monitoraggio e il monitoraggio non possono identificare queste violazioni.

Leggi: Le attività criminali di alcuni vietnamiti a Singapore non rappresentano i residenti qui: Funzionari dell’ambasciata

Alcuni clienti KTV potrebbero aver rispettato e lasciato TraceTogether. Tuttavia, tenere traccia di questi clienti interessati tramite il monitoraggio digitale dei contatti farà due cose: esporre la misura in cui questa tecnologia di sorveglianza non è in grado di rilevare i clienti non cooperativi e, cosa più importante, causare nervosismo per i membri della famiglia che non sanno che stanno visitando queste istituzioni. Il motivo non è “Cibo e Bevande”.

Tuttavia, una volta che le autorità hanno identificato il cliente, queste informazioni possono essere integrate con test più approfonditi e l’uso di ulteriori metodi di monitoraggio della pandemia (come il monitoraggio delle acque reflue) per mappare cerchi più ampi e prendere di mira le persone che vivono vicino a casi sospetti. reagire più rapidamente.

(Quando il MICE e altri eventi su larga scala possono continuare, perché non permettere ai vaccinati di mangiare? Gli esperti di salute pubblica hanno discusso se le nuove regole significano che il precedente piano per una vita normale con COVID-19 sarà cambiato nel podcast principale di questa settimana. )

La catena di diffusione nel mercato

I cluster dei porti di pesca mostrano anche limitazioni tecniche. Garantire la sicurezza dell’intera catena di approvvigionamento richiede l’implementazione di un rigoroso programma TraceTogether dal terminale.

Inviare pesce al mercato umido significa che una persona può facilmente diffondere l’infezione a molti pescivendoli, che a loro volta raggiungeranno molti clienti.

Dall’anno scorso, i mercati umidi popolari (come il mercato di Geylang Serai, il mercato di Chong Pang e il centro alimentare) e i supermercati a volte hanno dovuto adottare misure di controllo aggiuntive per gestire la folla.

Ad esempio, dal 22 aprile 2020 al 12 settembre 2020, quattro mercati hanno implementato restrizioni per il fine settimana, in cui l’ingresso si basa sull’ultima cifra del numero IC delle persone.

Leggi: Commento: Singapore ha bisogno di una nuova visione del paese intelligente che non lasci indietro alcun cittadino

Sebbene SafeEntry sia distribuito, non è obbligatorio. Almeno fino a poco tempo fa l’epidemiaIn alcuni luoghi, fino a maggio, le persone possono ancora fare affidamento sulle loro app NRIC e non TraceTogether per controllare queste aree.

La distanza di sicurezza è talvolta trascurata, poiché sono state osservate lunghe code, soprattutto nei fine settimana e nei periodi di punta.

Il centro Hawker potrebbe essere il prossimo

I centri Hawker potrebbero essere un altro punto caldo. A differenza di altri ristoranti, la maggior parte dei centri ambulanti non ha un layout designato di ingressi e uscite.

Il 19 giugno 2020, le persone cenano al centro ambulante nel centro di Ang Mo Kio. (Foto d’archivio: Rachel Phua)

A causa dei numerosi ingressi e dell'”ambiente poroso” in questi luoghi, sarà difficile per gli ambasciatori a distanza di sicurezza attuare misure TT/SE in uno spazio non recintato.

Perché i centri ambulanti e i mercati ortofrutticoli non avevano bisogno di TT/SE prima?Tre fattori sembrano essere all’origine di questo.

Innanzitutto, molte persone anziane tendono a radunarsi nei centri ambulanti e Uso obbligatorio di TT/SE, Molte persone rifiutano o non sono disposte a utilizzare queste applicazioni o token, il che rende difficile l’attuazione di qualsiasi misura TT/SE.

In secondo luogo, fino a maggio, solo i ristoranti che servono i clienti con cena all’ingresso devono implementare l’accesso SafeEntry solo per TT. I mercati umidi senza strutture per la cena non rientrano in questo intervallo.

A causa delle restrizioni e delle sospensioni dei pasti, la maggior parte delle persone sceglierà di ritirare o consegnare cibo, tecnicamente ciò significa che c’è meno cibo nel centro ambulante. Inoltre, non devono usare TT/SE nelle bancarelle dei venditori ambulanti.

In terzo luogo, l’ambiente all’aperto dei mercati umidi e dei centri ambulanti può avere una migliore circolazione delle vie aeree rispetto ai centri commerciali chiusi con aria condizionata che si ritiene abbiano meno ventilazione naturale.

Leggi: Commento: venditori ambulanti e ragazzi delle consegne di cibo meritano più apprezzamento

Leggi: Tutti i mercati umidi e i centri ambulanti di Singapore devono essere registrati con TraceTogether

Ora, con l’aumento del tasso di infezione, qualsiasi ambiente di ristorazione non regolamentato, in particolare quelli che attraggono gli anziani, affronta lo stesso rischio a causa della mancanza di reti di sicurezza tecniche.

Conformità alle misure tecniche di protezione richieste

Di fronte all’esplosivo cluster del porto di pesca di Jurong (541 casi a giovedì) e al monitoraggio, al tracciamento e ai test più attivi, le persone hanno ripensato a questo ragionamento.

Soprattutto quegli anziani non vaccinati che amano radunarsi senza restrizioni in questi ambienti pericolosi, potrebbero trovare più difficile utilizzare le nuove tecnologie di sicurezza.

La sfortunata conseguenza di tutti questi centri di rischio non regolamentati è che anche le aziende che hanno lottato per vedere l’uso vigoroso della tecnologia sono cadute in blocco.

Leggi: Commento: perché molti rivenditori richiedono interruttori automatici

Posiziona cartelli e segnaletica sul pavimento per ricordare ai clienti di mantenere una distanza di sicurezza gli uni dagli altri. (Foto: Aqil Haziq Mahmud)

È tempo di riflettere sull’importanza della buona volontà e della cooperazione tra la tecnologia di controllo e il comportamento umano.

Senza una partecipazione umana attiva e coerente, i vaccini e le tecnologie di controllo da soli non saranno sufficienti per sconfiggere la pandemia.

Il rispetto diligente ed equo della protezione tecnica fornita attraverso applicazioni come TT/SE è un must, indipendentemente dalla cultura dell’occupazione nell’ambiente in cui sono raccolte tutte le folle e le folle.

Il professor Mark Findlay è il direttore del Centro per l’intelligenza artificiale e la governance dei dati presso la Singapore Management University.

leggi di più

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *