Con la caduta del dollaro USA, la pandemia in Cina si è attenuata, i prezzi del petrolio sono rimbalzati da Investing.com

[ad_1]

© Reuters.

Yassin Ibrahim

Investing.com – I prezzi del greggio sono aumentati lunedì, sostenuti da un dollaro USA più debole, e ci sono segnali che la Cina stia rispondendo alla variante Delta del COVID-19, alleviando le preoccupazioni sulla frustrazione a lungo termine della domanda di energia infusa dai viaggi.

I prezzi dei futures per la consegna di ottobre sul New York Mercantile Exchange sono aumentati di 3,50 dollari USA chiudendo a 65,64 dollari USA al barile, mentre il London Intercontinental Exchange (NYSE:) è salito di 3,57 dollari USA chiudendo a 68,75 dollari USA al barile.

La Cina, il più grande consumatore di energia al mondo, non ha segnalato nuovi casi di Covid-19 per la prima volta da luglio, il che ha alleviato le preoccupazioni degli investitori sulla frustrazione a lungo termine dei viaggi e della domanda di energia.

“Le prossime settimane riveleranno se le restrizioni ai viaggi imposte dalla Cina e da altri paesi dell’Asia-Pacifico avranno davvero un tale impatto sulla domanda di carburante, come mostrato dall’andamento dei prezzi della scorsa settimana”, ha affermato Commerzbank (DE:) in un rapporto.

Goldman Sachs (NYSE:) stima che l’impatto delle maggiori restrizioni sulla pandemia in Cina abbia ridotto la domanda di petrolio di quasi 1 milione di barili al giorno.

Goldman Sachs ha dichiarato in un rapporto: “Nei dialoghi con gli investitori sul petrolio, le preoccupazioni della Cina sono particolarmente evidenti. I nostri colleghi del dipartimento delle materie prime stimano che le maggiori restrizioni cinesi abbiano avuto un impatto sulla domanda di petrolio di 700.000 barili al giorno”.

Oltre ai segnali positivi della pandemia cinese, anche il deprezzamento del dollaro USA ha contribuito a far salire i prezzi del petrolio poiché la propensione al rischio ha avvolto il mercato.

L’indice del dollaro USA, che misura il dollaro USA contro un paniere di sei principali valute ponderate per il commercio, è sceso dello 0,56% a 92,99.

Un dollaro USA più debole rende il petrolio denominato in dollari USA attraente in altre valute, aumentando così la domanda.

Tuttavia, le scommesse degli investitori sui prezzi del petrolio sembrano indicare che il percorso di minor resistenza ai prezzi del petrolio sia ancora inconcludente. Gli ultimi dati sulla posizione mostrano che i trader stanno tagliando le loro scommesse rialziste sul petrolio.


Money managers cut their net long U.S. crude futures and options positions in the week to Aug. 17, the U.S. Commodity Futures Trading Commission (CFTC) said on Friday.   

La CFTC ha rilasciato dati secondo cui la posizione lunga netta del WTI è diminuita di 8.634 contratti rispetto alla settimana precedente a 274.968 contratti.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *