Con l’aumento degli omicidi negli Stati Uniti, Biden prende di mira i “mercanti morti” che vendono armi illegali Reuters

[ad_1]

2/2

© Reuters. Foto del file: Joe Biden passa davanti ai pannelli solari mentre visita il programma regionale di energia rinnovabile di Plymouth a Plymouth, New Hampshire, USA, 4 giugno 2019.REUTERS/Brian Snyder/Foto d’archivio

2/2

Autori: Nandita Bose e Steve Holland

WASHINGTON (Reuters)-Il presidente Joe Biden ha promesso mercoledì che con l’aumento del tasso di omicidi nelle grandi città, reprimerà i trafficanti di armi illegali e aumenterà i finanziamenti federali e il sostegno alle forze dell’ordine locali.

Biden ha dichiarato: “I commercianti morti stanno infrangendo la legge per profitto”, aggiungendo che il governo avrà “tolleranza zero” per i trafficanti di armi canaglia https://www.reuters.com/legal/government/us-justice-department-launch – nuovo-sforzo-repressione-traffico-d’armi-2021-06-22 responsabile della violazione della legge federale.

Ha affermato che il governo utilizzerà anche fondi approvati per aiutare gli stati ad assumere più agenti di polizia per aiutare l’economia a riprendersi dalla pandemia di COVID-19.

“Il messaggio che vi do è così”, ha detto Biden ai trafficanti di armi che “deliberatamente” hanno violato la legge. “Ti troveremo e chiederemo una licenza per vendere armi per te. Faremo in modo che tu non possa vendere morte e caos nelle nostre strade”.

Biden e il procuratore generale Merrick Garland hanno dichiarato alla Casa Bianca che il governo intensificherà gli sforzi dell’Amministrazione per l’alcol, il tabacco, le armi da fuoco e gli esplosivi (ATF) per fermare il traffico illegale di armi tra gli Stati, ribadendo i passi annunciati dal Dipartimento di Giustizia Martedì.

Ad aprile, Biden ha firmato un ordine esecutivo che richiede al Dipartimento di Giustizia di reprimere le “pistole fantasma” autoassemblate. Un tale ordine consente a Biden di agire rapidamente senza aspettare il Congresso, perché i democratici hanno una piccola maggioranza al Congresso e i repubblicani generalmente si oppongono alla legislazione sul controllo delle armi.

I diritti sulle armi protetti dal Secondo Emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti sono una delle questioni politiche più difficili negli Stati Uniti, con tassi di mortalità per armi da fuoco che superano altri paesi ricchi.

La Casa Bianca ha citato un rapporto secondo cui nel 2020 il numero di omicidi nelle principali città degli Stati Uniti è aumentato del 30% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, mentre gli attacchi con armi da fuoco sono aumentati dell’8%, con i maggiori aumenti nelle principali città come Chicago e Houston. . Counciloncj.org/resource/resmgr/covid_commission/Year_End_Crime_Update_Design.pdf Fornito dal comitato di giustizia penale del gruppo di ricerca non partitico.

Nel complesso, il rapporto nazionale è ancora molto al di sotto della media nazionale negli anni ’70 o ’80 https://graphics.reuters.com/USA-BIDEN/GUNCONTROL/gjnpwqgaopw/GUN-CONTROL-HOMICIDES.jpg.

Il rapporto affermava che “dopo che George Floyd è stato ucciso da un poliziotto a Minneapolis alla fine di maggio, il forte aumento degli omicidi ha coinciso con l’emergere di proteste su larga scala”, e ha aggiunto che non esiste “un semplice collegamento” tra la polizia. violenza, proteste e violenza comunitaria. “

I reati contro la proprietà come furto e furto sono diminuiti in modo significativo nel 2020.

Prima del discorso, Biden e Garland hanno incontrato esperti come i sindaci di Baltimora, Maryland e Rapid City, South Dakota, e il capo della polizia di Baton Rouge, Louisiana, per discutere le misure di sicurezza della comunità.

Il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha rilasciato informazioni su come gli stati e le località utilizzano i 350 miliardi di dollari dell’American Rescue Plan Act per rispondere ai crimini violenti, compreso l’investimento nella polizia di comunità.

Critiche alla polizia e alle armi

Il governo sta affrontando una crescente impazienza da parte degli attivisti per la sicurezza delle armi, che sperano che Biden agirà più rapidamente per combattere la violenza armata dopo aver promesso di agire contro l'”epidemia” nel suo primo giorno in carica.

Secondo l’organizzazione di ricerca Gun Violence Archives, al 23 giugno di quest’anno, 20.989 americani sono morti per violenza armata e più della metà di loro erano suicidi.

Il Partito Repubblicano ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che il governo democratico di Biden “dovrebbe opporsi a quei democratici che non supportano pienamente le forze dell’ordine”.

Nel 2020, durante la pandemia di coronavirus, a causa di disordini sociali e controverse elezioni presidenziali in cui la polizia ha ucciso persone di colore, la vendita di armi negli Stati Uniti è aumentata vertiginosamente. All’epoca, alcuni esperti avevano avvertito che avrebbe potuto seguire un’ondata di omicidi.

“È chiaro che più armi significano più morti”, ha detto a Reuters a ottobre il professore dell’Università di Harvard David Hemenway, direttore del centro di ricerca sulla prevenzione degli infortuni della scuola https://reut.rs/3j5KAKF. [nL1N2H51QV]

Il rapporto della Commissione per la giustizia penale ha affermato che, sebbene ci siano alcune “prove preliminari” a sostegno del legame tra vendita di armi e omicidio, “sono necessarie ulteriori ricerche”.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *