Cosa cercare in PFE

[ad_1]

Punti chiave

  • Gli analisti stimano che l’utile per azione rettificato sia di 0,97 dollari USA, rispetto a 0,78 dollari USA nel secondo trimestre dell’anno fiscale 2020.
  • Le entrate di Pfizer dovrebbero crescere al ritmo più veloce in almeno 14 trimestri, quasi raddoppiando il secondo trimestre dell’anno fiscale 2020.
  • La potenziale domanda di iniezioni potenziate per COVID-19 potrebbe aumentare ulteriormente le vendite di Pfizer.

Pfizer (PTFE) È una delle più grandi aziende farmaceutiche al mondo e negli ultimi mesi ha distribuito più di 160 milioni di dosi del vaccino COVID-19 sviluppato congiuntamente con BioNTech SE (BNTX). Questo potrebbe essere solo l’inizio dell’aumento delle vendite di Pfizer, poiché si prevede che la domanda globale per il vaccino rimarrà elevata nei prossimi anni. Nel solo 2021, gli analisti si aspettano che il vaccino contribuirà quasi alla crescita delle vendite di 31 miliardi di dollari dell’azienda e contribuirà ad aumentare le entrate totali dell’azienda di quasi il 75% a 73,2 miliardi di dollari.

Vari altri fattori possono influenzare le vendite future del vaccino COVID-19 di Pfizer. Negli ultimi mesi, l’azienda ha iniziato a testare il vaccino su bambini di 6 mesi. I vaccini di Pfizer hanno attualmente ricevuto un’autorizzazione all’uso di emergenza (EUA) dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense e sono adatti a persone di età pari o superiore a 12 anni. Se il vaccino viene approvato per i bambini piccoli, poiché i paesi di tutto il mondo espandono i programmi di vaccinazione, è probabile che l’azienda venda più dosi.

A causa dell’aumento delle varianti COVID-19 (come le varianti infettive Delta), un altro potenziale driver per l’acquisto di vaccini è vaccinare gli individui vulnerabili con colpi di richiamo. Alla fine di luglio, l’amministrazione Biden ha dichiarato che alcune persone avrebbero bisogno di una terza dose di vaccino Pfizer per mantenere la protezione. Se ciò accade, la domanda di vaccini Pfizer potrebbe aumentare ulteriormente. Al momento, i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno dichiarato di non aver ancora determinato se sia necessaria un’iniezione di richiamo, né raccomandano iniezioni aggiuntive.

Quando la società annuncerà i suoi guadagni per il secondo trimestre dell’anno fiscale 2021 il 28 luglio 2021, gli investitori si concentreranno su come queste forze influenzano la crescita di Pfizer. Per il secondo trimestre, gli analisti prevedono la seconda crescita degli utili rettificati più rapida in almeno 14 trimestri, ma inferiore al primo trimestre riportato più di recente. Gli analisti prevedono che la crescita dei ricavi nel secondo trimestre raggiungerà la più rapida in più di tre anni.

Nell’ultimo anno, le azioni di Pfizer hanno faticato a tenere il passo con il mercato. Le azioni della società hanno sovraperformato il mercato solo in due brevi periodi: fine luglio e inizio agosto 2020 e inizio dicembre. Dopo il massimo di dicembre, il prezzo delle azioni di Pfizer è sceso al minimo all’inizio di marzo 2021, per poi continuare a salire fino a luglio. Tuttavia, al 26 luglio, Pfizer è ancora in ritardo rispetto al mercato più ampio. Il rendimento totale delle azioni a 1 anno della società è del 22,4%, che è inferiore al rendimento totale del 36,5% dell’S&P 500.


Fonte: TradingView.

Cronologia guadagni Pfizer

Dal terzo trimestre dell’anno fiscale 2019 al terzo trimestre dell’anno fiscale 2020, Pfizer ha registrato cinque trimestri consecutivi di calo dell’utile per azione rettificato. L’ultimo trimestre del 2019, prima dell’inizio della pandemia di COVID-19, ha visto il calo maggiore, con un utile rettificato per azione in calo del 42,7%. Ma Pfizer ha invertito questa tendenza un anno dopo, a partire dal quarto trimestre dell’anno fiscale 2020. L’utile per azione rettificato per il trimestre è aumentato del 16,0% su base annua e ha accelerato fino a una crescita su base annua del 47,1% nel primo trimestre dell’anno fiscale 2021. Nel trimestre, Pfizer ha annunciato la più grande crescita dell’utile rettificato per azione in almeno tre anni. Ora, gli analisti prevedono un rallentamento della crescita, con una crescita annua del 23,8%.

Sebbene la crescita degli utili possa rallentare, gli analisti prevedono che la crescita dei ricavi nel secondo trimestre dell’anno fiscale 2021 aumenterà. Le entrate di Pfizer sono diminuite di anno in anno per sei trimestri consecutivi prima del terzo trimestre dell’anno fiscale 2020. Come l’utile per azione rettificato, la crescita dei ricavi è rimbalzata e aumentata dell’11,8% su base annua nel quarto trimestre dell’anno fiscale 2020. Poiché il vaccino COVID-19 di Pfizer è stato distribuito a livello globale nel primo trimestre dell’anno fiscale 2021, le entrate sono aumentate del 44,6% . Gli analisti ritengono che il secondo trimestre dell’anno fiscale 2021 crescerà più rapidamente e le entrate aumenteranno del 90,8% su base annua. Gli analisti prevedono che le entrate per il trimestre saranno di 18,7 miliardi di dollari, il più grande fatturato trimestrale finora almeno dal primo trimestre del 2018.

Dati chiave Pfizer
Previsioni per il secondo trimestre dell’anno fiscale 2021 Secondo trimestre dell’anno fiscale 2020 Secondo trimestre dell’anno fiscale 2019
Utile per azione rettificato 0,97 USD 0,78 USD 0,80 USD
Entrate (miliardi) 18,7 USD 9,8 USD 13,3 USD

fonte: Visibile alfa

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *