Cosa significa la rimozione delle restrizioni Covid per il posto di lavoro

[ad_1]

Boris Johnson è da tempo desideroso di riportare i lavoratori nei loro uffici e rilanciare il centro della città senza vita dell’Inghilterra.Lunedì, il primo ministro ha finalmente fatto un piano per annullare la sua guida al “lavoro da casa”.

Tuttavia, datori di lavoro, sindacati e alcuni ministri hanno affermato che i cambiamenti previsti per il 19 luglio non attiveranno immediatamente alcun cambiamento drammatico nei modelli di pendolarismo e che più impiegati lavoreranno da casa come eredità duratura della crisi del coronavirus.

Allo stesso tempo, i gruppi aziendali hanno espresso preoccupazione per il fatto che, quando le persone tornano sul posto di lavoro, la rimozione dei requisiti legali per indossare maschere e mantenere il distanziamento sociale potrebbe creare attriti tra datori di lavoro, dipendenti e clienti.

Il direttore generale della CBI Tony Danker ha dichiarato: “Ora è fondamentale costruire la fiducia di clienti e dipendenti nell’affrontare il virus”.

Downing Street ha dichiarato che se Johnson continuerà la sua proposta di riaprire completamente l’economia britannica, i ministri non consiglieranno alle persone di tornare al lavoro il 19 luglio (noto come “Giornata della libertà”).

Tuttavia, poiché la variante Delta del virus ha contribuito al rapido aumento dei casi, gruppi di imprese e sindacati hanno affermato che dopo che la maggior parte delle restrizioni Covid-19 sono state revocate, il governo non può “lavarsi le mani” e fornire una guida chiara.

Mike Cherry, presidente nazionale della Small Business Federation, ha dichiarato: “Dopo un così lungo periodo di restrizioni, il governo non deve semplicemente ritirarsi e consentire a tutti di combattere liberamente”, ha aggiunto, aggiungendo che le piccole imprese hanno “molte domande a cui rispondere “. Entro i prossimi 14 giorni”.

Come l’ex sindaco di Londra, Johnson sa molto bene come il Covid-19 ha colpito la capitale: in passato ha motivato gli impiegati a tornare ai loro posti di lavoro per supportare le attività di servizi nel centro della città.

Nel marzo di quest’anno, ha affermato che le persone si erano “riposate per diversi giorni” e ha aggiunto: “Non è una brutta cosa per le persone vedersi aggirare l’ufficio e tornare di corsa in ufficio”.

Ma Johnson ha insistito lunedì sul fatto che il ritorno in ufficio è una questione per il capo e i suoi dipendenti.

L’attuale regolamento governativo dice che in Inghilterra “tutti quelli che possono lavorare da casa devono farlo”. Si prevede che questo verrà annullato insieme alla regola “più di un metro” per mantenere il distanziamento sociale nei luoghi pubblici il 19 luglio e che le mascherine non saranno più necessarie nei negozi o nei mezzi pubblici.

Johnson annuncerà anche alla fine di questa settimana che le persone che sono state vaccinate due volte con il vaccino Covid-19 non saranno più costrette all’auto-quarantena se i loro colleghi sono stati infettati dal coronavirus. Si prevede che test regolari sostituiranno questo sistema distruttivo.

Un ministro ha previsto che diventerà la norma per gli impiegati lavorare da casa “due o tre giorni” alla settimana. Tuttavia, il governo non ha intenzione di introdurre diritti legali per lavorare da casa.

Funzionari del governo hanno anche affermato di non avere intenzione di introdurre nuove leggi sul lavoro: ad esempio, i dipendenti hanno il diritto di rifiutare l’ingresso in ufficio perché indossare mascherine e mantenere il distanziamento sociale non sono più politiche aziendali.

I gruppi aziendali hanno affermato che i loro membri sono preoccupati che se rimuovono le garanzie e poi vedono un’impennata dei casi tra i lavoratori, potrebbero assumersi qualsiasi responsabilità legale.

Tuttavia, sono ansiosi di vedere l’allentamento delle regole di autoisolamento e sono più disposti a fare affidamento su test regolari, a condizione che se il governo smette di finanziarli alla fine di luglio, molte aziende avranno difficoltà a fornire apparecchiature a flusso orizzontale, come attualmente proposto.

I gruppi imprenditoriali accolgono anche l’abolizione della regola del distanziamento sociale di un metro – che rende impossibile per molte aziende, in particolare il settore alberghiero, generare profitti – e la nuova discrezionalità dei datori di lavoro nel decidere come riportare i dipendenti sul posto di lavoro.

Molte aziende hanno iniziato a consentire ai dipendenti di tornare in ufficio, mentre i test comportano alcune disposizioni miste che possono diventare compiti a casa permanenti.

Secondo i dati dell’indagine diffusi dall’Ufficio nazionale di statistica la scorsa settimana, nelle ultime due settimane, l’11% della forza lavoro nelle aziende attualmente impegnate in transazioni è passato dalle vacanze o dal lavoro da casa a un modello misto, e nelle prossime settimane , questa proporzione sarà così per due settimane.

Ma i dati di Google Mobile mostrano che i viaggi sul posto di lavoro sono ancora di circa il 30% al di sotto della linea di base pre-pandemia in tutto il Regno Unito.

I gruppi di imprese affermano che dopo la revoca ufficiale delle restrizioni, è improbabile che i metodi di lavoro cambino improvvisamente.

“Il Freedom Day non dovrebbe segnare un ritorno su larga scala al posto di lavoro, ma potrebbe segnare che le persone iniziano a guadagnare maggiore libertà e flessibilità su come, quando e dove lavorano”, ha affermato Peter Peter, CEO di CIPD, un professionista delle risorse umane · Chase (Peter Cheese) ha detto.

Cheese ha aggiunto che, indipendentemente da come cambiano le linee guida del governo, i datori di lavoro devono mantenere misure di sicurezza all’inizio, nello spazio sulla scrivania, in modalità turni o nei sistemi unidirezionali, ma dovrebbero anche fornire più flessibilità ai dipendenti che non possono lavorare da casa.

Allo stesso tempo, i ministri sono sotto pressione per indossare obbligatoriamente maschere nei negozi e nei trasporti pubblici.

Paddy Lillis, segretario generale del sindacato dei lavoratori dei negozi Usdaw, ha affermato che “ora non è il momento giusto per indebolire la sicurezza dei negozi”. scelta ma di interagire con un gran numero di persone.

Il sindacato RMT, che rappresenta i lavoratori dei trasporti, ha accusato il governo di “lottare per la libertà di tutti”.

Segnalazioni aggiuntive di Clive Cookson e Oliver Barnes

Il piano di Johnson per “coesistere con il nuovo virus corona” nel Regno Unito

  • Passaggio 4 nella tabella di marcia del governo il 19 luglio

    Boris Johnson ha affermato che, a meno che i dati non si deteriorino drasticamente, la maggior parte delle restrizioni legali contro il Covid-19 terminerà in Inghilterra il 19 luglio.Il Primo Ministro annuncerà la decisione finale il 12 luglio

  • Annulla la guida “lavoro da casa”

    Dal 19 luglio il datore di lavoro concorderà con il dipendente il rientro sul posto di lavoro

  • Indossare la mascherina non è più un obbligo di legge

    Indossare una maschera dipenderà dal giudizio personale, ma alcune aziende (come gli operatori dei trasporti) potrebbero richiedere di indossare una maschera

  • Le regole sul distanziamento sociale stanno per scadere

    Sarà cancellata la regola del distanziamento sociale di un metro o più che rende molto difficile il funzionamento di bar, ristoranti e locali di intrattenimento entertainment

  • Riaperte tutte le attività rimaste chiuse

    Le restrizioni finali sulle transazioni verranno revocate e le discoteche verranno aggiunte all’elenco dei locali che possono essere riaperti

  • Il certificato Covid-19 non è un requisito legale

    L’uso dei passaporti vaccinali non è obbligatorio in Cina, ma gli organizzatori di alcuni eventi su larga scala possono scegliere di richiedere ai clienti di fornire un certificato di vaccinazione o un test di coronavirus negativo per aiutarli a sentirsi al sicuro

  • Lascia andare i viaggi in uscita

    I ministri formuleranno presto un piano per consentire ai viaggiatori dall’Inghilterra di recarsi nei paesi elencati nell’elenco dell’ambra dopo aver ricevuto due vaccinazioni contro il Covid-19, senza la necessità di isolamento al ritorno

  • Finisce il sistema “bolla” della scuola

    Il segretario all’istruzione Gavin Williamson sta per annunciare piani per sostituire l’autoisolamento distruttivo di un gran numero di studenti con un sistema di test

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *