Cummings afferma che Johnson vuole che il Covid faccia il “lavaggio del cervello” nel Regno Unito

[ad_1]

Dominic Cummings (Dominic Cummings) e il suo ex capo Boris Johnson (Boris Johnson) hanno provocato una guerra di parole, sostenendo che il primo ministro aveva inizialmente bloccato il blocco lo scorso autunno perché le persone morte di Covid “in pratica hanno superato gli 80 anni”.

Cummings lascia Downing Street Lo scorso novembre Dopo la lotta per il potere del 10, da allora in poi è iniziato un tentativo di battere il record di Johnson nella gestione della pandemia di Covid.

A tutta lunghezza Intervistato dalla BBC, L’ex consigliere capo ha affermato che Johnson sperava che lo scorso autunno avrebbe permesso a Covid di “spazzare il paese” invece di distruggere l’economia.

Ha anche affermato che deve intervenire per impedire a Johnson di visitare la Regina faccia a faccia ogni settimana e ha avvertito il Primo Ministro che potrebbe trasmettere il nuovo virus della corona all’anziano monarca.

Cummings ha dato Sette ore di cocente testimonianza ai membri del Congresso A maggio, ha affermato che Johnson non era adatto per il primo ministro. Recentemente ha chiamato Johnson un “carrello” perché presumibilmente tendeva a girare in modo incontrollabile quando prendeva decisioni.

In un recente co-post, Cummings ha condiviso un messaggio WhatsApp il 15 ottobre con la BBC, in cui il Primo Ministro sembrava dire di essere “un po’ scioccato da alcuni dati sul numero di morti per Covid”.

Il primo ministro avrebbe scritto che “l’età media” del defunto era di 82 anni, 81 per gli uomini e 85 per le donne, aggiungendo: “Questo è oltre l’aspettativa di vita. Pertanto, prendi il Covid e vivi più a lungo”.

“Quasi nessuna persona sotto i 60 anni è ricoverata… e quasi tutti sono sopravvissuti. Non compro più tutte queste cose sopraffatte dal SSN. Ragazzi, penso che potremmo aver bisogno di ricalibrare… questo paese ha un massimo di 3 milioni di anziani con più di 80 anni.”

Secondo i rapporti, ha continuato a scrivere: “Questo dimostra che non implementeremo un blocco a livello nazionale.” A quel tempo, il Partito Laburista ha chiesto un blocco “interruttore automatico”; Johnson ha finalmente lanciato la politica il 31 ottobre.

Inoltre, Cummings ha affermato che deve intervenire nel marzo 2020 per impedire a Johnson di incontrare la regina e ha spiegato: “Qualcuno in questo ufficio è in quarantena. Potresti essere infetto dal coronavirus. Potrei essere infetto dal coronavirus. “

“Non puoi andare a vedere la regina. E se vai a vederla e dai alla regina il coronavirus? Ovviamente non puoi andare.”

Downing Street ha negato che ciò sia accaduto e Buckingham Palace ha rifiutato di commentare.

Cummings ha insistito nell’intervista Il suo viaggio a Barnard Castle È stato davvero un viaggio per mettere alla prova la sua vista per vedere se poteva guidare a lunga distanza fino a Londra.

Parlando di questa intervista, Downing Street ha dichiarato: “Dall’inizio della pandemia, il Primo Ministro ha intrapreso le azioni necessarie per proteggere vite e mezzi di sussistenza sotto la guida dei migliori consigli scientifici”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *