Cummings ha affermato che Sunak era preoccupato per la gestione del Covid da parte di Johnson

[ad_1]

L’ex capo consigliere n. 10 ha scritto lunedì che il primo ministro britannico è preoccupato che il primo ministro “non abbia piani” per affrontare l’ondata di infezioni da coronavirus lo scorso autunno.

In una sessione di domande e risposte sul suo blog Substack, Dominic Cummings ha respinto le affermazioni secondo cui il governo non ha agito più velocemente quando il Regno Unito è entrato nella seconda ondata della pandemia nel settembre 2020. Ha aggiunto che il Cancelliere dello Scacchiere britannico ha espresso preoccupazione per la gestione della crisi da parte di Boris Johnson.

“Il punto di vista di Sunak è lo stesso di tutte le persone serie da luglio a ottobre: ​​non c’è un piano ma un carro si è schiantato fianco a fianco”, ha scritto Cummings. “Non possiamo continuare a dire alla gente di ‘tornare al lavoro’… Smettetela di chiudere… Tornate al lavoro, il Covid è tutta una sciocchezza… Salvate il SSN ecc. Questo è ciò che sta facendo il Primo Ministro”.

Ha aggiunto: “[The] La decisione di non agire seriamente a settembre è stata la decisione del Primo Ministro di opporsi alle raccomandazioni degli scienziati, del team di dati, di me e di altri nel numero 10. Questa non è una decisione del gabinetto o “la ragione di Sunak”.

Entro metà settembre 2020, il numero di contagi da coronavirus raddoppierà ogni anno Sette o otto giorni L’intera Inghilterra e le nuove infezioni quotidiane in tutto il Regno Unito Oltre 3.000.

Durante questo periodo, esperti del gruppo scientifico di modellizzazione dell’influenza pandemica (SPI-M) e del gruppo consultivo scientifico di emergenza (Sage) del governo. Due settimane di blocco dell’interruttore Progettato in concomitanza con la vacanza di medio termine in ottobre. Questa proposta è stata respinta da Downing Street.

Nell’intervista Televisione indipendente Quest’anno, Sunak ha affermato di essersi opposto alla proposta di settembre, ma ha affermato che la decisione finale è stata presa dal primo ministro. “In definitiva, le cose che fanno male all’economia fanno male alla nostra salute a lungo termine e alla nostra capacità di finanziare istituzioni come il NHS”, ha affermato.

Il governo ha successivamente annunciato un blocco di quattro settimane a novembre per i residenti in Inghilterra il 31 ottobre. 9.295 persone ricoverate in ospedale a causa del coronavirus In tutto il Paese.Quando il governo ha annunciato il terzo blocco nazionale in Inghilterra il 4 gennaio, quasi 27.000 ricoverati Con il virus britannico.

Cummings ha anche affermato che il cancelliere non si oppone al primo blocco nazionale imposto nel marzo dello scorso anno.

In un’ampia sessione di domande e risposte con il pubblico e i giornalisti, l’ex consulente è stato schietto da quando si è dimesso nel novembre 2020, offrendo le sue opinioni sulla cultura di Westminster e le politiche del governo sotto la guida di Johnson.

Cummings ha descritto No10 come un “ramo dell’intrattenimento” e Johnson come un “esperto che si è dilettato accidentalmente in politica”.

Secondo i rapporti, la relazione tra Sunak e Johnson era dovuta all’abitudine del Primo Ministro di Annuncio di finanziamento senza adeguata consultazione preventivaCummings ha affermato che sotto la guida di Johnson è improbabile che Bill 10 “controlli” la spesa.

“Svantaggi [Conservatives] Lavorerà sodo per tagliare le spese con BJ [Boris Johnson]Ma in generale, i parlamentari conservatori stanno discutendo di ridistribuzione con i think tank, e una volta che i media urleranno, andranno nel panico”, ha scritto.

L’ex consigliere ha affermato che tutti i partiti sono “corrotti fino al midollo, un’entità fatiscente” e non si considera un partito conservatore, aggiungendo: “Le mie opinioni politiche sono ‘incoerenti’ nella terminologia SW1”.

Ha aggiunto che “parte dello scopo” della Brexit è costringere il partito conservatore a cambiare il suo modo di pensare e criticare la strategia del governo “Global Britain” post-Brexit come “uno slogan senza senso che è ancora privo di significato cinque anni dopo”.

Downing Street e il ministero delle Finanze sono stati contattati per commenti.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *