Dai un’occhiata al più grande ETF di investimento sostenibile

[ad_1]

Basate sulla consapevolezza ambientale, sociale e di governance (ESG), “sostenibilità” e “investimento sostenibile” sono alcune delle ultime parole d’ordine che sono penetrate nel settore degli exchange-traded fund (ETF). Il settore degli ESG e degli ETF sostenibili (che possono essere considerati anche come Socially Responsible Investment (SRI)) sta crescendo rapidamente in termini di popolazione.Quando si applicano liberamente le definizioni ESG e di sostenibilità, l’ambito di questo tipo di ETF Vicino a 70, Compreso un numero crescente di fondi a reddito fisso.

importante

Il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti ha emesso un nuovo regolamento alla fine di ottobre 2020 che potrebbe limitare o annullare gli investimenti socialmente responsabili nei piani pensionistici. Sebbene la norma sia stata rivista per rimuovere i riferimenti espliciti ai fattori ambientali, sociali e di governance (ESG), richiede ai fiduciari dei piani pensionistici di scegliere strategie di investimento basate esclusivamente su come queste strategie influenzano le prestazioni finanziarie. La sentenza potrebbe avere un impatto significativo su fondi e investimenti classificati come ESG e investimenti socialmente responsabili.

Secondo Bloomberg, a gennaio 2018, il numero di fondi statunitensi, inclusi fondi comuni ed ETF, a sostegno di investimenti benigni e sostenibiliCirca 206Gli ETF sono ancora una piccola parte dell’equazione SRI e molti dei più grandi ETF sostenibili hanno un patrimonio di circa 15 miliardi di dollari.

Un importante ETF socialmente consapevole è iShares MSCi KLD 400 Social ETF (DSI). Monitoraggio DSI Indice sociale MSCI KLD 400“L’indice sociale MSCI KLD 400 è progettato per Classificazione MSCI ESG Ed escludiamo le società i cui prodotti possono avere un impatto negativo sulla società o sull’ambiente”, secondo MSCI. “Si compone di 400 società selezionate dall’indice MSCI US IMI, comprese società a grande, media e piccola capitalizzazione negli Stati Uniti. Mira a selezionare le società con i rating ESG più elevati in ciascun settore e a mantenere pesi di settore simili all’indice principale. ”

Un fattore importante che gli investitori dovrebbero considerare DSI o qualsiasi fondo sostenibile correlato a questo è che le storie di questi prodotti riguardano anche ciò che è escluso e incluso dal fondo. Per quanto riguarda il DSI, l’indice sottostante dell’ETF esclude titoli in alcuni settori prevedibili, tra cui alcol, armi, gioco d’azzardo, energia nucleare, pornografia e tabacco.

Anche se tutti questi sono esclusi, DSI è ancora sede di titoli 403. Anche tenendo conto dei vari settori che non terrà, DSI fornisce esposizione a tutti gli 11 titoli. Sistema d’informazione geografica Dipartimento. Non sorprende che i settori dell’energia, dei materiali e dei servizi di pubblica utilità siano tre dei cinque pesi minori dell’ETF, rappresentando meno del 15% del portafoglio del fondo.

Invece, il tecnologia I dipartimenti sono solitamente il segno distintivo dei fondi sostenibili e DSI non fa eccezione. DSI attribuisce il 32,39% del suo peso ai titoli tecnologici e rispetto all’indice S&P 500, DSI ha aumentato significativamente le sue partecipazioni. Sei delle prime 10 partecipazioni dell’ETF sono titoli tecnologici, tra cui Microsoft (Servizi finanziari Microsoft) E Google genitori Compagnia dell’alfabeto (Google).

Negli ultimi tre anni, il DSI è rimasto leggermente indietro rispetto all’indice S&P 500, ma a volte gli ETF hanno sovraperformato il benchmark azionario statunitense. La deviazione standard triennale del 10,64% del DSI è solo leggermente superiore al 10,04% dell’indice S&P 500, ma l’ETF sostenibile ha un rendimento da dividendo inferiore e un rapporto prezzo/utili leggermente più elevato.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *