Dati deludenti sulle vendite al dettaglio, le azioni statunitensi soffrono

[ad_1]

Aggiornamento delle scorte

Martedì Wall Street avrà la sua giornata peggiore in quasi un mese, poiché il sentimento degli investitori è peggiorato in anticipo a causa del sell-off nel mercato azionario cinese e peggiorato dalle vendite al dettaglio statunitensi più deboli del previsto.

L’indice blue-chip S&P 500 è sceso dell’1% nel pomeriggio a New York, il calo maggiore da metà luglio. L’indice Nasdaq Composite, incentrato sulla tecnologia, è sceso dell’1,2%, il calo maggiore in tre mesi.

Il giorno dopo che l’indice S&P 500 ha raggiunto un livello record, Raddoppiato Il punto più basso fissato durante le turbolenze del mercato nel marzo 2020.

Rispetto a giugno, le vendite al dettaglio negli Stati Uniti sono diminuite dell’1,1% a luglio, un calo inferiore allo 0,3% previsto dagli economisti intervistati da Bloomberg.

Ian Shepherdson (Ian Shepherdson), capo economista di Pantheon Macroeconomics, ha affermato che questi numeri non sono così negativi come sembrano in superficie e che potrebbero esserci diversi fattori una tantum che hanno un impatto.

Ha detto: “È impossibile per noi distinguere l’impatto dell’indebolimento delle misure di stimolo dai possibili colpi della variante Delta. Delta Air Lines ha iniziato a influenzare gli indicatori in tempo reale come il numero di passeggeri dei ristoranti e delle compagnie aeree alla fine di luglio. “Agosto. Lo shock delta potrebbe essere anche maggiore, quindi dobbiamo ridurre drasticamente le nostre speranze di consumi nel terzo trimestre”.

I dati provengono da un sondaggio condotto dall’Università del Michigan, che ha mostrato un forte calo del sentimento dei consumatori All’inizio di questo mese.

Il presidente della Federal Reserve Jay Powell ha tenuto un discorso martedì, ma non ha commentato la politica monetaria. Mercoledì, gli investitori presteranno molta attenzione alla pubblicazione dei verbali dell’ultimo incontro politico della Fed per ottenere informazioni sul piano della Fed per ridurre le politiche espansive per stimolare l’economia statunitense.

Il rendimento dei titoli del Tesoro USA a 10 anni, inversamente proporzionale al prezzo, è leggermente diminuito martedì pomeriggio. Il rendimento dei titoli di riferimento è sceso di 0,01 punti percentuali all’1,25%, il terzo giorno consecutivo di calo.

Dall’altra parte dell’Atlantico, l’indice Stoxx 600 in Europa è quasi lo stesso dell’indice Dax in Germania. L’indice francese CAC 40 è sceso dello 0,3%.L’indice FTSE 100 di Londra ha chiuso in rialzo dello 0,4% mentre gli investitori hanno applaudito il piano di ristrutturazione dei minatori Gruppo BHP Billiton, La seconda società più grande nell’indice.

In Asia, l’indice Hang Seng di Hong Kong è sceso dell’1,7% e l’indice CSI 300 della Cina è sceso del 2,1%. Le azioni della società automobilistica Geely e dei gruppi tecnologici Tencent e Alibaba sono scese di più a Hong Kong, tutte in calo di almeno il 3%.

Allo stesso tempo, dopo che il primo ministro neozelandese Jacinda Ardern ha annunciato l’attuazione di un blocco di tre giorni dopo la scoperta del primo caso di trasmissione comunitaria del coronavirus, il tasso di cambio del dollaro neozelandese rispetto al dollaro USA è sceso dell’1,6% negli Stati Uniti. $ 0,691. Da febbraio.

I disordini nel mercato asiatico sottolineano che alcuni trader e investitori stanno diventando sempre più a disagio per il rallentamento della crescita economica cinese e la diffusione del virus delta del coronavirus.

Martedì i prezzi del petrolio sono scesi perché c’è una crescente preoccupazione che l’aumento delle versioni Delta possa indebolire la domanda di viaggi. Il greggio di riferimento globale Brent ha chiuso in ribasso dello 0,7% a 69,03 dollari USA al barile. Il greggio di riferimento statunitense West Texas Intermediate è sceso dell’1% a 66,59 dollari al barile.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *