Dato che la consegna del Dreamliner è ancora ferma, Boeing ha mal di testa

[ad_1]

Aggiornamento Boeing

Gli ultimi due anni Boeing Dopo che il 737 Max è rimasto a terra in due incidenti mortali, la società ha fatto affidamento sul suo famoso aereo a fusoliera larga Dreamliner per le vendite.

Ora il tavolo è cambiato. Il pilastro della famiglia di aeromobili Boeing, il Max, è stato rimesso in servizio, il gruppo sta riempiendo il portafoglio ordini e la consegna del 787 Dreamliner è ancora sospesa dopo la frustrazione della produzione.

Il fallimento del Boeing 787 si è sviluppato a tal punto che Boeing ha avvertito che potrebbe registrare la perdita anticipata del programma Dreamliner, probabilmente quando la società riporterà i risultati del secondo trimestre mercoledì.

Ma questa domanda ha innescato quello che Christopher Denicolo, un analista globale di Standard & Poor’s, ha definito il “problema da un miliardo di dollari”: perché Boeing ha avuto problemi a costruire questo aereo?

La società con sede a Chicago ha dichiarato questo mese che la maggior parte degli oltre 100 787 già prodotti non verranno consegnati quest’anno, contrariamente alla promessa fatta dal CEO David Calhoun ad aprile.

Boeing ha anche ridotto il tasso di produzione di jet a fusoliera larga a meno di 5 al mese all’inizio di luglio, il che, insieme all’avvertimento della compagnia, indicava che il piano avrebbe annunciato perdite future.

Ciò significa che il piano 787 perderà denaro sui 1.500 velivoli che sono stati consegnati o hanno ordini confermati nel suo blocco attuale.Il motivo potrebbe essere che il costo è superiore alle aspettative dell’azienda o il volume delle vendite è inferiore alle aspettative dell’azienda.

Boeing ha registrato perdite a lungo termine per quattro progetti: $ 6,5 miliardi per il 777X a doppio canale, $ 5,1 miliardi per la petroliera KC-46A dell’aeronautica statunitense e $ 486 milioni. Su Air Force One Aereo speciale del Presidente degli Stati Uniti.

Le perdite in avanti del 787 generano più consegne rispetto ad altri progetti, il che potrebbe mettere sotto pressione la società per continuare a consegnare i jet 737 Max per guidare guadagni futuri e portare contanti.

Gli analisti hanno affermato che deve essere cambiato qualcosa che ha causato il malfunzionamento di un programma che funzionava senza problemi da molti anni.

O la Federal Aviation Administration ha riscontrato difetti nella produzione degli aerei Boeing perché ha prestato maggiore attenzione a tutto ciò che il produttore ha fatto dopo i due fatali incidenti del 737 Max, oppure l’azienda ha cambiato il processo di produzione.

“Questo non è un piano nuovo di zecca”, ha affermato Robert Spingarn, analista di Credit Suisse. “Quindi neanche [the FAA are] Guardalo più da vicino. .. O la Boeing ha cambiato il modo in cui costruiscono gli aeroplani? Introducendo una produzione economica per risparmiare denaro, il prodotto avrà conseguenze indesiderate? “

L’analista di Morningstar Burkert Huey ha aggiunto: “Penso che il mercato voglia che Boeing torni alla normalità. Tornare a una società che vende aerei funzionanti e non ci saranno grattacapi ogni due mesi… Queste perdite a lungo termine dimostrano il contrario”.

Nel 2019 e nel 2020, dopo che i regolatori globali hanno messo a terra Max a causa di problemi di sicurezza, Dreamliner ha continuato a portare denaro. Ma ora Boeing sta lavorando duramente per consegnare i jet.

Boeing ha consegnato 14 Dreamliner nella prima metà dell’anno, rispetto ai 158 e 53 nel 2019 e nel 2020, che rappresentano la maggior parte delle consegne commerciali dell’azienda. In confronto, 113.737 sono stati consegnati nella prima metà dell’anno, 127 sono stati consegnati nel 2019 e 43 sono stati consegnati nel 2020.

La società ha interrotto la consegna del Dreamliner in ottobre e la FAA indagine In che modo i lavoratori hanno installato spessori della dimensione sbagliata alle giunture tra le parti della fusoliera di alcuni materiali sottili del 787 per creare una migliore vestibilità. Inoltre, alcuni velivoli non soddisfano le specifiche tecniche per la planarità della pelle.

Boeing ha ripreso le consegne a marzo, ma ha interrotto nuovamente le consegne a maggio dopo che la FAA ha richiesto ulteriori dati su come il produttore prevedeva di ispezionare l’aeromobile.

Poi, il 13 luglio, Boeing ha dichiarato che dopo aver scoperto nuovi difetti, avrebbe “temporaneamente” ridotto il suo tasso di produzione a meno di 5 velivoli al mese: l’assemblaggio e l’assemblaggio del muso e della cabina di pilotaggio dell’aereo prodotto dal suo fornitore Spirit. la domanda. Sistema aeronautico.

La società ha dichiarato: “Continueremo a dedicare il tempo necessario per garantire che gli aerei Boeing raggiungano la massima qualità prima della consegna”.

Se Boeing deciderà di annunciare la perdita in avanti del 787 questa settimana, ciò consentirà al nuovo direttore finanziario Brian West, che entrerà in carica ad agosto, di evitare di dare cattive notizie dopo il suo insediamento.

L’Occidente può anche indicare il lato positivo. L’azienda ha tutta la liquidità di cui ha bisogno. Nell’aprile dello scorso anno, ha raccolto 25 miliardi di dollari dal mercato obbligazionario per superare la crisi di Covid-19, consentendogli di evitare liberamente gli aiuti forniti dal governo relativi alla pandemia.

Secondo S&P Global, insiste ancora sul suo profilo di credito investment grade, anche se è al rating più basso della fascia, con un rating B negativo, un outlook negativo e un debito di 63 miliardi di dollari.

Ancora più importante, gli analisti di Wall Street intervistati da FactSet prevedono che la redditività riprenderà nel terzo trimestre. La società ha registrato una perdita netta di $ 537 milioni nel primo trimestre, il sesto trimestre consecutivo di perdite.Gli analisti di Wall Street prevedono una perdita di 77 centesimi per azione nel secondo trimestre.

Stimano che la liquidità disponibile o la liquidità operativa meno le spese in conto capitale diventeranno positive nel quarto trimestre.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *