Decreto liberalizzazioni, ecco la proposta del Governo Monti

Lo scorso fine settimana il Governo Monti ha ufficialmente presentato il decreto delle liberalizzazioni. Un decreto molto atteso e – come vedremo – molto discusso, specie dalle categorie che hanno subito qualche cambiamento. Il presidente del Consiglio, Mario Monti, ha presentato e commentato le liberalizzazioni nella trasmissione “Otto e Mezzo”, in onda su La7. “È un pacchetto che ha molti petali e il significato è quello di riguardare cambiamenti necessari. Un aspetto è che abbiamo favorito la costituzione di un tipo di società chiamate semplificata a responsabilità limitata per giovani fino a 35 con capitale di 1 euro e procedure semplificate per non scoraggiare l’attività imprenditoriale. E’ difficile prevedere quanto, però è vero che questa è una politica contro il costo delle vita. La produttività del Paese può aumentare del 10% e quindi ci sarà più spazio e occupazione. Anche il Pil può aumentare di questa grandezza” conclude il premier Monti. Ma vediamo nel dettaglio alcuni dei provvedimenti contenuti in questo decreto:
Avvocati, 18 mesi di tirocinio, di cui sei da trascorrere all’università.
Imprese, abrogate le norme che mettono paletti e limiti numerici per la creazione di una attività economica.
Rendite finanziarie, aliquote sulle rendite al 20%, tranne per i titoli di Stato.
Farmacie, ci sarà una farmacia ogni 3.000 abitanti.
Taxi, l’Autorità per i trasporti gestirà le licenze dei taxi (non più i comuni). Ci sarà la possibilità di acquistare una licenza part-time, non ci saranno licenze multiple, è prevista la mobilità da una città all’altra.
Tariffe professionali, sono abolite tutte le tariffe professionali minime e massime. I professionisti dovranno provvedere a fornire un preventivo ai clienti.
Ferrovie, sparisce lo scorporo della rete ferroviaria.
Notai, aumento di 500 unità per i notai, con un concorso che si svolgerà ogni anno il 30 giugno, dal 2012 al 2014.

Pietro Gugliotta

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *