Definizione di teoria della gestione delle operazioni

[ad_1]

La teoria della gestione operativa è un insieme di pratiche utilizzate dalle aziende per migliorare l’efficienza della produzione. Gestione operativa Concentrati sul controllo del processo produttivo e delle operazioni aziendali nel modo più efficace.

Punti chiave

  • La teoria della gestione operativa include le strategie adottate dall’azienda per migliorare l’efficienza operativa e produttiva.
  • Per operare in modo efficace, l’azienda dovrebbe utilizzare il minor numero di risorse e sforzarsi di soddisfare le esigenze dei clienti con i più alti standard possibili.
  • La massimizzazione delle risorse implica la gestione del modo in cui le materie prime e la manodopera vengono utilizzate per creare prodotti e servizi finali.
  • La moderna gestione delle operazioni si compone di quattro teorie: riprogettazione dei processi aziendali (BPR), 6 Sigma, produzione snella e sistema di produzione riconfigurabile.

Comprendere la teoria della gestione delle operazioni

La gestione delle operazioni comporta determinate responsabilità. Una delle responsabilità è garantire che l’azienda operi in modo efficiente, utilizzando le risorse minime necessarie e soddisfacendo le esigenze dei clienti con i più alti standard economicamente fattibili.

La gestione operativa implica processi di gestione materiale grezzo, Lavoro ed energia si trasformano in beni e servizi. Le capacità interpersonali, la creatività, l’analisi razionale e le conoscenze tecniche sono tutte importanti per il successo della gestione delle operazioni.

Gestione delle operazioni storiche e gestione delle operazioni moderne

Nella storia delle operazioni commerciali e manifatturiere, la divisione del lavoro e i progressi tecnologici hanno beneficiato la produttività delle aziende. Prima dei primi lavori di Frederick Taylor in questo campo, misurare sistematicamente le prestazioni e utilizzare formule per i calcoli era una scienza inesplorata.

Nel 1911, Taylor pubblicò i suoi principi di gestione delle operazioni scientifiche, che sono caratterizzati da quattro elementi specifici: lo sviluppo della vera scienza della gestione, la selezione scientifica di lavoratori efficaci ed efficienti, l’educazione e lo sviluppo dei lavoratori e lo stretto rapporto tra direzione e dipendenti .Cooperazione.

La moderna gestione delle operazioni ruota attorno a quattro teorie: Riprogettazione dei processi aziendali (BPR), sistema di produzione riconfigurabile, 6 Sigma e produzione snella. Fondata nel 1993, BPR è una strategia di gestione aziendale focalizzata sull’analisi e la progettazione processo di lavoro E i processi aziendali all’interno dell’azienda. L’obiettivo di BPR è aiutare le aziende a riorganizzare in modo significativo la propria organizzazione progettando i processi aziendali da zero.

Un sistema di produzione riconfigurabile è un sistema di produzione progettato per integrare cambiamenti accelerati nella struttura, nei componenti hardware e software. Ciò consente ai sistemi di adattarsi rapidamente alla loro capacità di continuare la produzione e al modo in cui rispondono efficacemente ai cambiamenti del mercato o del sistema interno.

Sei Sigma È un metodo che punta sulla qualità. È stato sviluppato principalmente da Motorola dal 1985 al 1987. La parola “sei” si riferisce al limite di controllo, che è posto a sei deviazione standard Media da una distribuzione normale. Jack Welch General Electric ha iniziato ad adottare il metodo 6 sigma nel 1995, che lo ha reso molto popolare. Ogni progetto 6 sigma in azienda ha una chiara sequenza di passaggi e obiettivi finanziari, come aumentare i profitti o ridurre i costi. Gli strumenti utilizzati nel processo Six Sigma includono grafici di tendenza, calcoli di potenziali difetti e altri rapporti.

La produzione snella è un metodo sistematico per eliminare gli sprechi nel processo di produzione. La teoria snella spiega gli sprechi causati dal sovraccarico o dal carico di lavoro irregolare. La teoria ritiene che l’uso delle risorse per qualsiasi motivo diverso dalla creazione di valore per i clienti sia uno spreco e tenta di eliminare il più possibile le spese inutili di risorse.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *