Delta Air Lines si sta diffondendo “a macchia d’olio” perché i medici stanno studiando se farà peggiorare le condizioni dei pazienti Reuters

[ad_1]

3/3

© Reuters. Foto del file: Un uccello solitario cammina vicino alla tranquilla stazione ferroviaria di Circular Quay durante il blocco per contenere l’epidemia di coronavirus (COVID-19) a Sydney, Australia, 28 luglio 2021. REUTERS/Loren Elliott/File Photo

2/3

Di Dina Beasley

LOS ANGELES (Reuters)-Mentre le varianti Delta in tutto il mondo colpiscono i paesi e innescano una nuova ondata di infezioni da COVID-19, gli esperti di malattie si stanno affrettando a capire se l’ultima versione del coronavirus sta facendo ammalare le persone, per lo più non vaccinate, di prima .

Secondo un rapporto interno pubblicato venerdì, i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno avvertito che Delta Air Lines, originariamente scoperta in India e che ora domina il mondo, “potrebbe essere più grave di una versione precedente del virus”.

L’agenzia ha citato una ricerca in Canada, Singapore e Scozia che ha dimostrato che le persone infette dalla variante Delta hanno maggiori probabilità di essere ricoverate in ospedale rispetto ai pazienti nelle prime fasi della pandemia.

In un’intervista con Reuters, gli esperti di malattie hanno affermato che questi tre documenti hanno dimostrato che il rischio della mutazione è maggiore, ma la popolazione dello studio è limitata e i risultati della ricerca non sono ancora stati esaminati da esperti esterni. I medici che curano i pazienti infetti da Delta hanno descritto l’insorgenza dei sintomi di COVID-19 più rapidamente e che c’è stato un aumento generale dei casi gravi in ​​molte regioni.

Ma gli esperti affermano che è necessario più lavoro per confrontare i risultati di un gran numero di individui negli studi epidemiologici per determinare se una variante causa una malattia più grave di un’altra.

“È difficile determinare la gravità e l’aumento del pregiudizio demografico”, ha affermato Lawrence Young, virologo presso la Warwick Medical School nel Regno Unito.

Gli esperti affermano che, inoltre, la velocità anormale della diffusione di Delta potrebbe anche causare l’arrivo in ospedale di casi più gravi.

Secondo il rapporto del CDC, Delta è contagiosa come la varicella e più contagiosa del comune raffreddore o dell’influenza.

Shane Crotty, un virologo presso il La Jolla Institute for Immunology di San Diego, ha affermato che il segno più chiaro che la mutazione può causare malattie più gravi proviene da uno studio in Scozia, che ha scoperto che il rischio di ospedalizzazione di Delta è aumentato di circa l’uno per cento rispetto al versione precedente.

Negli Stati Uniti, la maggior parte delle persone che sono state ricoverate in ospedale e sono morte a causa del coronavirus non sono state vaccinate. Ma ci sono prove che questi vaccini sono meno efficaci per le persone con un sistema immunitario compromesso, compresi gli anziani.

Il dottor Gregory Poland, esperto di malattie infettive presso la Mayo Clinic, ha affermato che per le persone sane che sono state vaccinate, se sono infette da COVID-19, è probabile che abbiano solo una malattia asintomatica o lieve.

“Ma possono trasmetterlo alla loro famiglia e ad altre persone che potrebbero non essere così fortunate”, ha detto la Polonia. “Dobbiamo essere vaccinati e indossare le mascherine, altrimenti sopporteremo un’altra ondata per la quarta volta e con essa seguirà una variante peggiore”.

“Fiamma piena”

I tassi di malattia gravi, soprattutto nelle aree con bassi tassi di vaccinazione, rendono ancora una volta nervoso il personale medico in prima linea nella pandemia.

“È come un incendio boschivo, non è un falò fumante. Sta bruciando ora”, ha affermato la dott.ssa Michelle Barron, direttore medico senior per la prevenzione e il controllo delle infezioni presso UCHealth, in Colorado.

Barron ha affermato che la ricerca dalla Cina mostra che la variante Delta si replica più velocemente del ceppo originale e produce 1.000 volte più virus nel corpo, il che evidenzia il più grande pericolo di questa nuova ondata.

“È difficile dire se si stanno ammalando a causa della variante Delta, o se si ammalano comunque”, ha detto.

Altri medici affermano che i pazienti infetti da Delta sembrano ammalarsi più rapidamente rispetto ai pazienti trattati nelle prime fasi della pandemia e in alcuni casi presentano sintomi più gravi.

“Vedremo presto più pazienti che necessitano di ossigeno”, ha affermato il dott. Benjamin Barlow, direttore medico di American Home Care, una catena di cliniche di emergenza in 28 stati.

La clinica di Barlow a Birmingham, in Alabama, ha affermato che circa il 20% dei pazienti è risultato positivo al COVID-19, rispetto al 2-3% di poche settimane fa. In quel momento, si valuterà se il paziente può essere ricoverato in ospedale e ricevere supporto con ossigeno.

David Montefiori, direttore dell’AIDS Vaccine Research and Development Laboratory (NYSE:) presso il Duke University Medical Center, ha affermato che la variante Delta è più contagiosa e fa sì che la malattia attacchi più velocemente, specialmente per le persone non vaccinate con vaccini.

“Francamente parlando, la gravità di questa mutazione è leggermente più grave”, ha detto Montefiore in un webcast in diretta la scorsa settimana. “Non solo è più facile da diffondere, ma ti rende anche più malato”.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *