Deutsche Bank è ottimista sui ricavi dopo che i profitti hanno superato le aspettative Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: La sede della Deutsche Bank, in Germania, è stata scattata il 21 settembre 2020 a Francoforte, in Germania. REUTERS/Ralph Orlowski

Autori: Tom Sims e Patricia Ulig

Francoforte (Reuters)- Banca tedesca (DE:) Dopo aver sovraperformato i concorrenti nelle transazioni a reddito fisso mercoledì, i profitti nel secondo trimestre sono aumentati oltre le aspettative e hanno aumentato le aspettative di entrate per il prossimo anno.

I dati sugli utili sono una buona notizia per il CEO Christian Sewing, che ha avviato un’importante ristrutturazione nel 2019 per riportare la banca alla redditività dopo una serie di fallimenti normativi.

L’operaio di cucito ha detto in una nota ai dipendenti: “La strategia corretta e il duro lavoro saranno davvero ripagati”.

Deutsche Bank ha perso circa 8,2 miliardi di dollari negli ultimi 10 anni, ma la performance di mercoledì ha segnato il quarto trimestre consecutivo di redditività del gruppo, la perdita consecutiva più lunga dal 2012.

Il tesoriere James von Moltke ha dichiarato ai giornalisti di essere ottimista sulle prospettive della banca e che le entrate del prossimo anno potrebbero essere superiori a quanto precedentemente previsto, più vicino a 25 miliardi di euro (29,52 miliardi di dollari USA) rispetto al precedente obiettivo di 24,4 miliardi di euro.

Il prezzo delle azioni di Deutsche Bank è aumentato del 4,7% nei primi scambi. Alle 08:20 GMT, erano in aumento dello 0,7%.

L’utile netto attribuibile agli azionisti è stato di 692 milioni di euro, rispetto a una perdita di 77 milioni di euro nello stesso periodo dello scorso anno. Queste cifre sono migliori delle aspettative degli analisti di un utile di 372 milioni di euro.

L’analista di Moody’s, Michael Roll, ha dichiarato: “La ristrutturazione attiva del credito di Deutsche Bank è costantemente sulla strada giusta”.

Grafico: risultati della Deutsche Bank-https://graphics.reuters.com/DEUTSCHEBANK-RESULTS/lgpdwmokgvo/chart.png

La banca ha deciso di abbandonare un obiettivo di costo chiave, che mira a ridurre i costi a 16,7 miliardi di euro entro il 2022. La mossa è arrivata dopo che Deutsche Bank ha segnalato una serie di costi imprevisti negli ultimi mesi.

Deutsche Bank ha dichiarato che ora si concentrerà su un obiettivo di rapporto costo/reddito del 70%.

Il CEO Sewing ha dichiarato: “La nostra massima priorità ora è continuare a implementare rigorosamente la trasformazione su base trimestrale”.

La performance di Deutsche Bank è supportata dalla riduzione delle riserve utilizzate per attutire l’impatto della pandemia di coronavirus. Il fondo svalutazione crediti è stato di 75 milioni di euro, in calo rispetto ai 761 milioni di euro dello stesso periodo dell’anno precedente.

L’attività di consulenza della banca d’affari ha registrato un buon andamento nel boom delle transazioni, con ricavi in ​​crescita del 166% a 111 milioni di euro. Anche gli aumenti delle entrate e delle spese di gestione patrimoniale contribuiscono ad aumentare i profitti.

La performance di Deutsche Investment Bank è stata influenzata in larga misura, la banca d’investimento è la più grande fonte di reddito del gruppo, aiutando la banca a mantenere un magro profitto nel 2020, questo è il primo profitto dopo cinque anni di perdite.

La crescita dell’attività di investment banking ha consentito a Deutsche Bank di raggiungere la sua migliore performance trimestrale in sette anni all’inizio del 2021.

Il fatturato dell’azienda nel secondo trimestre è sceso dell’11% su base annua. Questo è stato il più grande calo delle entrate dell’investment banking da quando la banca è stata riorganizzata due anni fa, ma anche la performance trimestrale dei concorrenti statunitensi è stata più debole.

Grafico: Entrate dell’Investment Banking-https://graphics.reuters.com/DEUTSCHEBANK-RESULTS/zdpxoyxddvx/chart.png

I ricavi delle attività di vendita e negoziazione di valute e reddito fisso di Deutsche Bank sono scesi dell’11% a 1,8 miliardi di euro. Ma le entrate del settore di mercato delle principali banche di investimento statunitensi sono diminuite del 28%. Barclays (Lang:).

Nella nota del suo dipendente, Sewing ha paragonato il processo di risanamento della banca a una maratona: “Il traguardo dei 30 chilometri (19 miglia) è il punto in cui ha iniziato a far male. Ma sapevamo anche che valeva la pena continuare a lavorare sodo”.

(1 USD = 0,8470 Euro)



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *