Discovery Group intraprende un’azione legale contro la Polonia per quanto riguarda la nuova legge sui media

[ad_1]

Aggiornamento sulla libertà di stampa

Il gruppo mediatico americano Discovery ha dichiarato giovedì che intraprenderà un’azione legale contro il governo polacco, accusando il paese di “attività discriminatorie” contro l’azienda polacca di Discovery TVN.

La mossa di Discovery è il secondo giorno dopo il voto del Partito Legge e Giustizia (PiS) al governo e dei suoi alleati in Polonia legislazione Ciò impedirà alle società al di fuori dello Spazio economico europeo di possedere una partecipazione di controllo nel gruppo media polacco.

Se approvata dalla camera alta e dal presidente del paese, la legislazione potrebbe costringere Discovery a vendere le sue azioni in TVN, uno dei maggiori investimenti statunitensi in Polonia e la sua principale emittente indipendente.

Discovery ha dichiarato che sta prendendo provvedimenti a causa della proposta di modifica legale, che è stata approvata dalla camera bassa del parlamento durante la turbolenta sessione di mercoledì sera, così come dal governo polacco. 18 mesi di rifiuto Aggiorna la licenza del canale di notizie TVN24.

“Questa legislazione è l’ultimo attacco ai media indipendenti e alla libertà di stampa, che prende di mira direttamente la TVN di Discovery”, ha affermato Discovery in una nota.

“Per molti anni, l’attuale governo polacco ha preso di mira TVN in modo arbitrario e discriminatorio come parte di una più ampia soppressione dei media indipendenti, che ha violato direttamente la protezione legale che circonda la libertà di parola”.

I funzionari del PiS hanno affermato che erano necessarie modifiche per impedire alle aziende di paesi non democratici di controllare i media polacchi. Tuttavia, questi cambiamenti sono ampiamente considerati come un attacco a TVN, che è stata a lungo presa di mira dal governo per i suoi rapporti frequentemente criticati.

Discovery ha espresso la speranza che la controversia venga “risolta attivamente”, ma se ciò non dovesse accadere, agirà in conformità con il trattato di investimento bilaterale USA-Polacco e cercherà “pieno risarcimento per la violazione del contratto da parte della Polonia”. Non ha specificato quanto sarà.

Giovedì sera, i funzionari polacchi non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento al di fuori dell’orario d’ufficio.

Da quando è salito al potere nel 2015, PiS ha adottato ritmo Questo ha minato la libertà dei media e ha fatto cadere la Polonia dal 18° al 64° Indice della libertà di stampa mondiale.

L’anno scorso ha utilizzato una raffineria statale Compralo Un gruppo di media che pubblica 20 dei 24 giornali regionali polacchi e più di 120 riviste locali.Riduce anche la radiodiffusione pubblica A un Clark.

La modifica della legge sui media ha suscitato la condanna degli Stati Uniti e dell’Unione europea. Il vicepresidente della Commissione europea Vera Jourova (Vera Jourova) ha dichiarato che l’UE ha bisogno di un disegno di legge sulla libertà dei media per promuovere la libertà di stampa in tutta l’UE.

Giovedì ha scritto su Twitter: “Le potenti democrazie accolgono con favore piuttosto che opporsi alla diversità dei media e delle opinioni”.

Il segretario di Stato americano Anthony Brinken ha avvertito mercoledì che i cambiamenti nelle leggi sui media potrebbero minare l’ambiente degli investimenti del paese. “I massicci investimenti delle imprese statunitensi in Polonia hanno unito la nostra prosperità e rafforzato la nostra sicurezza collettiva”, ha affermato.

Il primo ministro polacco Mateus Morawiecki ha reagito giovedì, affermando che le modifiche alla legge sui media non erano rivolte a TVN.

“L’obiettivo è inasprire le regole in modo da non trovarci in una situazione in cui, ad esempio, le aziende al di fuori dell’UE possono acquistare i media polacchi a piacimento”, ha affermato.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *