Disney (DIS) Esplora le offerte con le piattaforme di scommesse sportive

[ad_1]

In un breve periodo di tempo, le piattaforme di gioco d’azzardo e scommesse sportive online sono diventate un’industria multimiliardaria. The Walt Disney CompanyDIS) Prevede di concedere loro in licenza il marchio della rete sportiva ESPN a un prezzo di almeno 3 miliardi di dollari USA.

Secondo un recente rapporto del Wall Street Journal, il gigante dell’intrattenimento ha già contratto Caesars Entertainment con sede a Las Vegas e il gigante delle scommesse sportive Draftkings Inc. (DKNG). La transazione potrebbe assumere la forma di un accordo pluriennale, che consente alla piattaforma di utilizzare il nome ESPN per il marketing ed eventualmente utilizzare le proprie scommesse sportive. In cambio, le piattaforme di scommesse sportive dovranno spendere soldi per commercializzare i propri prodotti e servizi sulla piattaforma di ESPN.

Disney è già un “investitore passivo” in DraftKings e, attraverso l’acquisizione di 21st Century Fox nel 2019, possiede il 6% delle azioni quotate in borsa di quest’ultima.

Industria emergente

Solo sei anni fa, il funzionamento delle piattaforme di gioco d’azzardo e scommesse sportive online era limitato a stati come il Nevada, le cui leggi hanno permesso al settore di prosperare. Nel 2018, la situazione è cambiata quando la Corte Suprema ha annullato la legge sulle scommesse sportive professionistiche e amatoriali che vietava agli Stati di legalizzare le scommesse sportive. La decisione ha spianato la strada alle piattaforme di scommesse sportive per prendere in considerazione l’espansione in altri stati.

Al momento in cui scriviamo, circa 30 stati hanno legalizzato il gioco d’azzardo online o stanno considerando di legalizzarlo. Man mano che più stati si uniscono al club, le entrate delle piattaforme di scommesse sportive online e mobili aumenteranno. Gli analisti stimano che il settore genererà oltre 4 miliardi di dollari di entrate quest’anno e si stima che questo livello raggiungerà i 59 miliardi di dollari entro il 2026.

Popolarità Società di acquisizione per scopi speciali (SPAC) Ha aiutato i siti web di scommesse sportive a diventare pubblici durante la pandemia, aumentando così il budget di marketing. Ciò consente loro di indirizzare l’accettazione mainstream attraverso vari canali pubblicitari.

DraftKings è uno dei più grandi attori del settore ed è ora il partner ufficiale per le scommesse sportive della Major League Baseball. Ha speso 157 milioni di dollari in marketing nel secondo trimestre del 2021. Con l’allentamento della sospensione della pandemia e la ripresa degli eventi sportivi, questo numero dovrebbe mostrare una tendenza al rialzo. Nell’ultima teleconferenza sugli utili di DraftKings, il direttore finanziario della società Jason Parks ha previsto che le spese di marketing della sua piattaforma aumenteranno nel prossimo trimestre, aggiungendo che DraftKings prevede di investire nella pubblicità nazionale entro la fine dell’anno.

Cosa c’è nella Disney?

La decisione della Disney di intentare una causa contro la piattaforma di scommesse sportive è di importanza strategica. Nel 2012, ESPN è stata nominata “Pearl in the Crown” della Disney. Ma nel decennio successivo, poiché le reti di media in streaming hanno spinto le persone a passare dai cavi lineari alle piattaforme OTT, questa gemma ha perso molto del suo splendore. Sebbene sia ancora il più popolare nel pacchetto TV via cavo, le prospettive di crescita futura di ESPN potrebbero essere limitate a causa del suo prezzo elevato.

Disney ha rilasciato un’applicazione multimediale in streaming più economica per le reti sportive. Tuttavia, a differenza di Disney Plus, che ha rilasciato una serie di nuovi contenuti e sta facendo colpo, l’app ESPN è più considerata come una “compagna” della sua alternativa al cavo lineare. La società ha riferito nella sua ultima teleconferenza sugli utili che la divisione streaming media di ESPN aveva 14,9 milioni di abbonati, con un aumento del 75% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Queste cifre sono inferiori alla versione cavo lineare della rete, che alla fine dello scorso anno contava 80,1 milioni di abbonati.

ESPN fa parte della divisione della rete media di Disney e non riporta le entrate separatamente, ma si stima che sia uno dei maggiori contribuenti alle entrate della Disney. Secondo la società di ricerca Kagan, ESPN ha generato spese accessorie annuali di 7,34 miliardi di dollari USA nel 2020 e genererà 7,90 miliardi di dollari USA nel 2021. Il valore pubblicitario di ESPN lo scorso anno è stato di 2,04 miliardi di dollari e si prevede che quest’anno raggiungerà i 2,35 miliardi di dollari.

La Disney non sembra avere fretta di passare a un modello di streaming multimediale per la sua rete sportiva. “Pensiamo che non sia ancora il momento, ma quando sarà il momento, saremo pronti”, ha detto il CEO di Disney Bob Chapek agli investitori a giugno, aggiungendo: “Transitional La velocità (a sport in streaming) dipenderà dalla rapidità con cui si evolve il comportamento dei consumatori”. .”

In considerazione del costo di abbonamento relativamente basso delle applicazioni multimediali in streaming, Disney avrà bisogno di ulteriori fonti di reddito per alleviare la sua pressione di crescita. Le transazioni pubblicitarie con le piattaforme di scommesse sportive possono aiutare l’azienda a farlo.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *