Distribuzione e tassazione ereditata dall’IRA: affrontala correttamente

[ad_1]

Se erediti Conto pensionistico individuale (IRA) Da un genitore o da qualsiasi altro parente che ti ha designato come beneficiario del conto, indipendentemente da ciò che dice il testamento o da come l’esecutore lo interpreta, non è necessario consegnare il tuo conto IRA alla proprietà.

Se il testamento richiede che il “denaro in mano” sia distribuito tra i membri della famiglia, non include un conto IRA. In ogni caso, non è necessario fornire all’esecutore i proventi dell’IRA.

La designazione del beneficiario, assumendo che ti nomina direttamente, sostituisce qualsiasi disposizione nel testamento. Anche se il testamento prevede che l’IRA debba essere esteso o che l’IRA debba essere lasciato all’eredità, la designazione del beneficiario ha comunque la precedenza.

Punti chiave

  • Il beneficiario dell’IRA designato come successore sostituirà qualsiasi disposizione nel testamento del defunto.
  • I beni designati dai beneficiari non sono considerati beni di successione e non devono essere inclusi nella distribuzione tra i membri della famiglia che non sono designati come beneficiari.
  • Poiché l’IRA è un’attività a tassazione differita, nessuna imposta verrà pagata fino a quando il beneficiario non riceverà una distribuzione dal conto.
  • Poiché le distribuzioni dell’IRA sono considerate reddito imponibile, non dovrebbero essere incluse nella “cassa in mano” durante l’esecuzione del testamento.
  • Generalmente, l’IRA ereditato dovrebbe essere distribuito entro cinque anni, a meno che questo periodo non sia ufficialmente esteso in modo che la distribuzione possa essere ricevuta durante la vita del beneficiario.

Beneficiario

Designare il principale beneficiario dell’IRA o 401 (k) Molto importante. Sia che tu voglia lasciare il tuo account IRA al tuo coniuge o ai tuoi figli, devi designarli come beneficiari. Man mano che la tua situazione familiare cambia, dovresti anche aggiornare l’elenco dei beneficiari dell’IRA e 401 (k).

Un testamento che richieda la distribuzione del “denaro in mano” tra i familiari significa omologazione La proprietà dei discendenti. “I beni designati dal beneficiario non sono beni di prova e quindi non sono soggetti ai termini del testamento”, ha affermato Michael Delgas, CEO di Sontag Consulting a New York. “I conti dell’IRA sono l’esempio più comune di questo tipo di attività. Queste attività hanno un accordo contrattuale con l’entità che le detiene (qui, il custode dell’IRA), che richiede all’entità di pagarle al beneficiario”.

Le regole di allocazione dell’IRA per l’eredità variano a seconda che l’IRA sia ereditata da un coniuge o da un non coniuge. Se erediti un’IRA dal tuo coniuge, può avere le stesse regole di distribuzione della tua IRA personale, ma un’IRA ereditata da qualcuno diverso dal tuo coniuge potrebbe avere altre regole e politiche di distribuzione.

Soldi in mano

L’IRA e l’IRA ereditato sono Differimento fiscale account. Ciò significa che quando il titolare o il beneficiario del conto IRA accetta la distribuzione, l’imposta viene pagata in caso di eredità del conto IRA. Le distribuzioni IRA sono considerate reddito e quindi soggette alle imposte applicabili. Se il testamento fa riferimento a “denaro in cassa” da ripartire tra i familiari, la distribuzione IRA non sarà considerata liquidità in cassa.

Adam Harding, un consulente finanziario a Scottsdale, in Arizona, ha dichiarato: “Il denaro in cassa si riferisce al denaro facilmente disponibile. Dal momento che le distribuzioni dell’IRA sono tassabili, personalmente non lo considererei come denaro contante.

In caso di eredità dell’IRA, la designazione del beneficiario principale ha la precedenza su eventuali istruzioni nel testamento. Se l’esecutore dell’eredità richiede al principale beneficiario dell’IRA di restituire l’IRA all’eredità, questa non è un’azione appropriata. In qualità di beneficiario principale, hai tutti i diritti per ereditare l’IRA dei tuoi antenati.

Se vuoi davvero onorare l’IRA ereditato e darlo alla proprietà, dovrai pagare le tasse. “Se dovessi incassare [the] IRA e darlo alla sua proprietà, sarai costretto a pagare le tasse sulla base della perdita della proprietà”, ha affermato Arie Korving, consulente finanziario di Korving & Company nel Suffolk, in Virginia.

Linea di fondo

Conserva l’IRA che hai ereditato e comprendi le politiche di distribuzione e le tasse per queste distribuzioni. Gli IRA ereditati devono essere distribuiti entro cinque anni dalla loro ricezione, oppure il periodo di tempo può essere esteso in modo che i beni ereditati possano essere distribuiti entro l’aspettativa di vita del beneficiario. In entrambi i casi, la distribuzione dell’IRA ereditata è considerata reddito e tassata di conseguenza.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *