Dopo la “spirale negativa”, l’Ue cerca una nuova strategia russa Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: i leader dell’UE partecipano alla tavola rotonda il secondo giorno del vertice UE faccia a faccia a Bruxelles, in Belgio, il 25 maggio 2021. Olivier Matthys/Piscina via REUTERS

Autori: Robin Amott e Francesco Guaracio

I leader di Bruxelles (Reuters)-Ue valuteranno giovedì se cercare un vertice con il presidente russo Vladimir Putin come parte di una nuova strategia per gestire i rapporti con Mosca, che includerà anche la minaccia di ulteriori sanzioni.

Gli inviati speciali di Francia e Germania hanno proposto mercoledì che dopo il vertice tra il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e Putin a Ginevra, tenere un vertice con Putin è un modo possibile per riparare le relazioni tra stretti partner commerciali.

Nel confronto tra Ucraina e Bielorussia, l’UE e la Russia si sono accusate a vicenda di interferire nelle elezioni, fornire informazioni false e minacciare la sicurezza e la stabilità dal Mar Baltico al Mar Nero.

“Noi, come Unione europea, dobbiamo anche cercare un contatto diretto con la Russia e i presidenti russi”, ha detto ai legislatori il cancelliere tedesco uscente Angela Merkel in quello che dovrebbe essere il suo ultimo discorso al Bundestag.

“Non è sufficiente che il presidente degli Stati Uniti parli con il presidente della Russia. Accolgo con grande favore questo, ma l’UE deve anche stabilire un forum per il dialogo”, ha aggiunto.

Il Cremlino ha accolto con favore questa idea, affermando che sia Bruxelles che Mosca hanno bisogno di dialogo.

L’ultimo vertice UE-Russia si è svolto nel gennaio 2014, poco prima che la Russia annettesse la penisola di Crimea in Ucraina.

L’UE ha successivamente congelato il vertice con Putin, ma la sua politica ha oscillato tra l’imposizione di sanzioni economiche e il consentire il completamento di un nuovo gasdotto dalla Russia alla Germania.

Secondo la bozza di dichiarazione del vertice vista da Reuters, i leader dell’UE chiederanno ora alla Commissione europea e al massimo diplomatico dell’UE Joseph Borrell di “proporre opzioni per ulteriori misure restrittive, comprese le sanzioni economiche”.

distribuzione

I diplomatici hanno affermato che ci sono differenze sull’opportunità di tenere il vertice. Alcuni paesi, come il Belgio, hanno espresso sostegno all’iniziativa franco-tedesca, mentre Paesi Bassi, Polonia e Stati baltici hanno concordato con l’opinione più ampia che Putin debba mostrare un qualche tipo di gesto.

Un alto diplomatico dell’UE ha dichiarato: “Le condizioni del vertice sono inadeguate e non esistono”. “Sulla questione del clima, ci sono più opzioni per tenersi in contatto con i russi rispetto al vertice”.

Il ministro degli Esteri ucraino Dmitro Kuleba ha avvertito su Twitter: “Riprendere il vertice UE-Russia senza vedere i progressi della Russia sarà un pericoloso allontanamento dalla politica delle sanzioni dell’UE”.

Nonostante un cessate il fuoco e un accordo di pace, gli sforzi per risolvere il conflitto tra l’esercito ucraino e i separatisti sostenuti dalla Russia nell’Ucraina orientale hanno raggiunto un punto morto.

In segno di tensione, la Russia ha dichiarato questa settimana di aver lanciato avvertimenti e sganciato bombe su un cacciatorpediniere britannico che navigava nel Mar Nero al largo della costa della Crimea. Sebbene il Regno Unito non sia più membro dell’Unione europea, lo nega.

Al vertice di due giorni a Bruxelles verranno presi in considerazione anche la pandemia di COVID-19 e le relazioni con la Turchia.I leader sperano di basarsi sul documento strategico russo elaborato dalla Commissione europea e dal dipartimento degli affari esteri dell’Unione europea all’inizio di questo mese.

Ha avvertito che ci sarebbe stata una “spirale negativa” e un “ulteriore declino” nella relazione. Ora, si prevede che i leader dell’UE si baseranno su questo documento e approfondiranno la loro richiesta alla Russia di intraprendere azioni segrete e cooperare con Mosca per affrontare il cambiamento climatico.

Il documento suggerisce di utilizzare il mantra di “ritorna, trattieni e partecipa”.

Quando un alto diplomatico dell’UE ha sostenuto la strategia dell’UE, ha detto: “Il confronto ideologico deriva dalla comprensione”, sebbene l’inviato dubitasse dell’improvviso miglioramento della fiducia.

Il presidente francese Emmanuel Macron (Emmanuel Macron) ha cercato di cercare una relazione fredda con Putin nel settembre 2019, ma non ci è riuscito. Alcuni diplomatici dell’UE hanno affermato che le relazioni dovrebbero migliorare prima che si tengano i vertici con i leader russi.

Il potenziale di nuovi focolai abbonda. Giovedì o venerdì l’UE annuncerà i dettagli delle sue sanzioni economiche contro la Bielorussia, alleata della Russia e il Cremlino la considera uno stato cuscinetto tra Russia e NATO.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *