Dopo un’operazione dolorosa, i grandi investitori hanno insistito per scommettere sulle obbligazioni

[ad_1]

Aggiornamento del Tesoro degli Stati Uniti

Gli investitori obbligazionari pesanti hanno insistito per scommettere sui titoli di stato statunitensi, affermando che il continuo rimbalzo ha dato la falsa impressione di essere profondamente preoccupati per le prospettive economiche.

I gestori di fondi come BlackRock e JPMorgan Chase Asset Management continuano a scommettere che i rendimenti dei Treasury statunitensi aumenteranno anche dopo essere scesi dai massimi raggiunti all’inizio del 2021.

A loro si sono uniti anche gli analisti di Wall Street, che prevedono che il rendimento dei titoli del Tesoro USA a 10 anni salirà all’1,8% entro la fine dell’anno, dal livello dell’1,285% di venerdì scorso. I rendimenti dei titoli del Tesoro sono inversamente proporzionali ai prezzi.

“Crediamo ancora che la ripartenza sia reale e che l’economia si stia riprendendo”, ha affermato Scott Thiel, chief fixed income strategist di BlackRock. “Nel contesto attuale, il rendimento dei titoli del Tesoro è troppo basso. Il mercato è troppo pessimista sulle prospettive economiche”.

Investitori come Thiel hanno ammesso che il ritorno del caso Covid-19 ha eroso parte dell’ottimismo nel mercato obbligazionario che ha contribuito alla massiccia svendita all’inizio di quest’anno. Ma credono che gli acquisti implacabili della banca centrale e il consenso ribassista degli investitori abbiano creato un ambiente in cui non ci sono quasi nuovi venditori sul tavolo.

Ciò ha esagerato il calo dei rendimenti, spingendo il tasso di interesse di riferimento degli Stati Uniti fino all’1,13% questa settimana, per poi rimbalzare più in alto. L’equivalente del rendimento della Germania ha toccato un negativo 0,44%, che è anche un minimo di cinque mesi.

“In superficie, questo è coerente con la crisi economica”, ha affermato Antoine Bouvet, stratega senior dei tassi di interesse presso ING. “Non sono sicuro che questo sia davvero il pensiero del mercato. Hai solo alcuni dubbi moderati sulla forza della ripresa, il che significa che mentre la banca centrale sta ancora accumulando la maggior parte dei suoi asset, la domanda di asset sicuri aumenterà. Questo è così. La formula esplosiva dietro una mossa. “

La Fed si è impegnata ad acquistare 120 miliardi di dollari in buoni del Tesoro statunitensi e titoli garantiti da ipoteca di agenzie ogni mese fino a quando non compirà “ulteriori progressi sostanziali” nel raggiungimento del suo obiettivo di una ripresa più inclusiva. Il presidente Jay Powell (Jay Powell) ha dichiarato che sono in corso discussioni per ridurre le dimensioni di questi acquisti, ma c’è un acceso dibattito sui tempi e la velocità del ritiro. Allo stesso tempo, la Banca centrale europea ha confermato nel suo ultimo incontro politico di questa settimana che continuerà ad acquistare 80 miliardi di euro di obbligazioni ogni mese almeno fino a settembre.

Lo stratega dei tassi di interesse di Citi ha affermato che a causa della maggiore scadenza del debito in essere rispetto ai mesi precedenti, la domanda della banca centrale è stata accompagnata da una diminuzione dell’offerta netta di buoni del tesoro statunitensi a giugno. Sebbene molti investitori abbiano detenuto posizioni corte per diversi mesi, non sono disposti ad aumentare le dimensioni di queste posizioni vendendo più obbligazioni quando il mercato si rivolta contro di loro.

Un sondaggio settimanale tra i clienti condotto dagli strateghi di JPMorgan Chase mostra che da metà giugno gli investitori hanno ridotto le loro scommesse negative sui titoli del Tesoro statunitensi. Ma la restante posizione corta, un 20% netto di investitori questa settimana, è ancora ampia rispetto agli standard storici.

Iain Stealey, Chief Investment Officer di Fixed Income International presso JPMorgan Chase Asset Management, ha affermato di aspettarsi che il rendimento dei titoli del Tesoro USA a 10 anni riprenderà a oscillare tra l’1,5% e il 2% entro la fine dell’anno. Ma per ora, la società non ha aumentato le dimensioni delle sue posizioni corte in titoli di stato.

Ha detto: “Prima di fare questa mossa, sembra che non sia l’approccio giusto”, ha detto, “Prima di farlo, sarei più disposto a vedere un’inversione di tendenza nel mercato”.

Il capo globale della strategia macro di Morgan Stanley, Matthew Hornbach, ha affermato che nuove prove mostrano che l’economia si sta riprendendo fortemente e potrebbe iniziare a invertire il calo dei rendimenti.

Ha detto: “I dati economici sono sicuramente un fattore che mi aspetto di catalizzare il continuo aumento dei tassi di interesse”. [Fed] All’incontro, i dati erano molto forti e la situazione finanziaria era più facile. “

Rendimento governativo a 10 anni (%) Il grafico a linee mostra che i rendimenti obbligazionari sono tornati ai livelli precedenti a febbraio

Ulteriori progressi nella ripresa economica potrebbero aiutare a bilanciare il piano della Fed di ritirare presto il sostegno. Morgan Stanley prevede che fornirà maggiori dettagli a settembre per prepararsi all’inizio di marzo 2022.

“La nostra opinione è che entro la fine di quest’anno, la Fed sarà più vicina al punto in cui non crederanno più che sia necessario un ulteriore allentamento ogni mese per mantenere l’economia in movimento verso gli obiettivi della Fed”, ha affermato Hornbach. “Se questo si svilupperà come ci aspettiamo, il mercato dei tassi di interesse scambierà a rendimenti più elevati”.

Tuttavia, nei mesi estivi, può essere difficile discernere cambiamenti decisivi di direzione, poiché i piccoli volumi di scambio di solito portano alla volatilità del mercato.

“La liquidità scende ai livelli di febbraio [2021] Anche lo scorso marzo”, ha detto un operatore senior di una delle principali banche di scambio di obbligazioni. “Non puoi negoziarlo. È solo fastidioso. “

I trader hanno aggiunto che le restanti posizioni corte nel mercato obbligazionario potrebbero aumentare ulteriormente nel breve termine, poiché gli investitori in perdita ammettono la sconfitta e liquidano le loro posizioni riacquistando titoli del Tesoro venduti. “Tutti hanno la stessa visione. Questo è un classico affare doloroso”.

Mercati non coperti, finanze e opinioni forti

Robert Armstrong ha analizzato le tendenze di mercato più importanti e ha discusso di come le persone migliori di Wall Street rispondono a queste tendenze.registrato Qui Invia la newsletter direttamente alla tua casella di posta ogni giorno lavorativo

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *