Downing Street promette di insistere sul “triplo blocco” delle pensioni

[ad_1]

Downing Street ha promesso lunedì di “attenersi” all’impegno del “triplo blocco” del governo di aumentare le pensioni nazionali, ignorando le preoccupazioni del Ministero delle finanze su come ciò aumenterà le pensioni 4 miliardi di sterline spesi ogni anno Politica.

Anche se un portavoce del primo ministro britannico Boris Johnson ha ribadito questo impegno Ricco Sunak Data la crescente pressione sulla spesa pubblica dopo la pandemia di coronavirus, una volta si è chiesto come il governo possa permetterselo.

Alti funzionari del governo hanno discusso della sospensione del triplo impegno di lock-in per un anno, ritenendo che i ministri possano invocare circostanze insolite per violare la promessa del Partito conservatore nella dichiarazione delle elezioni generali del 2019.

Ma lunedì il portavoce del Primo Ministro ha raddoppiato l’impegno, dicendo cinque volte che avrebbe rispettato il triplo impegno di lock-in. “Abbiamo preso un impegno con Triple Lock e abbiamo intenzione di attenerci a questo impegno”, ha affermato.

Alla domanda se escludere la sospensione temporanea dell’impegno, il portavoce ha risposto: “Sì… Ci impegniamo a triplicare il lock-in”.

In base al triplo lock-in, il governo deve aumentare la pensione nazionale del più alto tasso di crescita del reddito medio del Regno Unito, dell’inflazione o del 2,5% ogni anno. La componente di guadagni promessi è definita come l’aumento annuo dell’indice di guadagni medi per il trimestre che termina a luglio, che è noto all’inizio dell’autunno.

Nei tre mesi fino ad aprile, anomalie nei dati sui salari hanno spinto il tasso di crescita complessivo del reddito medio nel Regno Unito al 5,6% e gli economisti prevedono che salirà a circa l’8% entro luglio. Ciò potrebbe aumentare il costo annuale del triplo impegno di lock-in di 4 miliardi di sterline.

Secondo gli alleati di Sunak, il Dipartimento del Tesoro è stato ansioso di impressionare Downing Street e potrebbe dover aumentare le tasse o tagliare la spesa per trovare altri 4 miliardi di sterline per mantenere il triplo impegno di quest’anno.

Un’altra opzione per il governo potrebbe essere che i ministri definiscano la crescita del reddito in modo diverso dal normale per tener conto delle attuali distorsioni statistiche.

Ciò potrebbe consentire ai ministri di affermare che si attengono al triplo impegno di blocco fornendo un aumento delle pensioni nazionali inferiore, ma un membro del governo ha affermato che questa mossa potrebbe essere vulnerabile a sfide legali.

Un assistente di Sunak ha affermato che non verrà presa alcuna decisione sull’aumento del livello pensionistico nazionale fino a quando non saranno pubblicati i dati sulla crescita del reddito a settembre. L’assistente ha negato un resoconto dei media secondo cui Sunak stava considerando di cambiare lo sgravio fiscale delle pensioni per aiutare a coprire i costi del triplo impegno di lock-in.

Sir Steve Webb, partner del consulente per le pensioni LCP ed ex ministro delle pensioni, ha affermato che il governo “ha un problema” perché la legge non aumenta le pensioni in base al reddito.

Allo stesso tempo, Downing Street e il Dipartimento del Tesoro non hanno ancora raggiunto un accordo sul finanziamento dell’impegno di Johnson per “risolvere il problema” nel 2019. Crisi dell’assistenza sociale Una volta per tutte”.

Secondo persone che hanno familiarità con la questione, Downing Street e il dipartimento della salute stanno spingendo il governo a prendere una decisione anticipata, forse anche prima della pausa estiva, per garantire che si trovi una soluzione prima delle elezioni generali.

Si ritiene che Johnson sostenga un tetto alle spese per l’assistenza sociale per tutta la vita a £ 50.000, combinato con un’indagine più generosa sulle condizioni economiche: queste proposte sono in linea con le riforme suggerite dall’economista Sir Andrew Dilnot dieci anni fa.

Tuttavia, il ministero delle Finanze ha deciso di discutere gli stanziamenti aggiuntivi nell’ambito della revisione della spesa del governo che si concluderà in autunno.

Una persona che ha familiarità con il pensiero del Ministero delle Finanze ha affermato che le opzioni politiche sono ancora in “fase di discussione”. La persona ha aggiunto che non è stata presa alcuna decisione, né “si prevede che lo sia presto”.

Richard Slugter, ex consigliere politico del segretario alla Sanità Matt Hancock, ha affermato che la revisione della spesa “sarà cruciale. Permetterà al Dipartimento del Tesoro di dire che se vuole le riforme dell’assistenza sociale il 10, non deve perseguire altre cose”. .

I leader di sette organizzazioni che rappresentano il settore dell’assistenza sociale, tra cui l’Institute of Excellence for Social Care e l’Association of Adult Social Service and Care Director in England, hanno scritto lunedì a Johnson, Sunak e Hancock, “esortando il governo a riformare l’Inghilterra ora. Sistema di assistenza sociale e annunciare la sua proposta prima dell’estate [parliamentary] Sospendere la riunione”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *